Chrome blocca uTorrent: ''È un sito pericoloso"

Il blocco è condiviso da numerosi antivirus.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-07-2015]

utorrent trojan blocco google

uTorrent è uno dei client BitTorrent più popolari al mondo e probabilmente è anche il maggior successo di BitTorrent Inc, l'azienda che lo sviluppa e distribuisce.

Grazie a questo software, BitTorrent ottiene i propri introiti sotto forma di ricavi pubblicitari e programmi distribuiti in bundle.

Il guaio è che, negli ultimi giorni, Google e diversi antivirus sembrano aver dichiarato guerra a uTorrent, includendolo tra i software pericolosi.

Nomi famosi come Symantec ed Esed-Nod32 hanno iniziato ad associare il client BitTorrent con il trojan Trojan.Win32.Generic!BT e con il discusso software OpenCandy, spesso utilizzato per installare programmi non desiderati dall'utente.

Come risultato, molti utenti che hanno scaricato uTorrent si sono trovati nell'impossibilità di installarlo, poiché l'antivirus continuava a bloccarlo, identificandolo come un pericolo.

La situazione si va facendo anche più complicata: Google ha preso a considerare con sospetto il sito di uTorrent, affermando che ospita software pericoloso che viene scaricato e installato senza il consenso dell'utente.

Sondaggio
Qual Ŕ il client torrent che utilizzi di pi¨?
ÁTorrent
Vuze
Opera
Transmission
BitTorrent
Ktorrent
Shareaza
Tixati
MediaGet
qBittorrent
Deluge

Mostra i risultati (2700 voti)
Leggi i commenti (10)

Il browser Chrome, di conseguenza, ha iniziato a bloccare il download del software. Inoltre, le funzioni di protezione della navigazione offerte da Google, recentemente potenziate, spesso impediscono agli utenti di raggiungere il sito di uTorrent.

Il problema sembra risiedere nelle pratiche messe in atto da BitTorrent Inc, di cui parlavamo all'inizio: l'inclusione di software di terze parti insieme al client uTorrent deve aver fatto scattare le misure di sicurezza messe in campo dagli antivirus e da Google; non ci sono prove, d'altra parte, che il client uTorrent in sé sia pericoloso.

Certo sarebbe tutto più semplice se non ci fossero le segnalazioni (considerate falsità dall'azienda) di quanti che accusavano uTorrent di effettuare il mining di BitCoin senza il consenso degli utenti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Chrome e Firefox bloccano The Pirate Bay
Un futuro a pagamento per uTorrent?
uTorrent mina Bitcoin senza il consenso dell'utente
uTorrent, download più veloci e protezione dai DDOS
Torrent, chi scarica in buona fede causa DDoS senza saperlo
uTorrent debutta su Android con un client nativo
uTorrent apre alla pubblicità

Commenti all'articolo (1)

Si vede che sono stati unti a dovere Non olet, parlando della tassa di Vespasiano sui cessi pubblici. e ancora, pi¨ modernamente: Chi va con lo zoppo impara a zoppicare (come corollario) :twisted: :twisted:
23-7-2015 16:39

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te, come nascono la maggior parte delle bufale che girano su Internet?
Come scherzi rivolti esclusivamente ad amici e conoscenti (che poi involontariamente li propagano in giro)
Dalla "buona volontÓ" di persone che credono di fare un favore al mondo diffondendo dicerie e stranezze dandole automaticamente per buone
Dalla curiositÓ di vedere se una propria invenzione possa diventare "famosa" sulla rete, ma anche quanta gente ci arriverÓ a credere e con che velocitÓ si propagherÓ
Dalla volontÓ di creare disinformazione su determinati argomenti
Altro (specificare)

Mostra i risultati (2071 voti)
Marzo 2020
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Tutti gli Arretrati


web metrics