Su Facebook debuttano le alternative al ''Mi piace''

Si chiamano Love, Haha, Yay, Wow, Sad e Angry.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-10-2015]

Screen Shot 2015 10 09 at 08.06.56

Vi ricordate i fiumi di parole che annunciavano l'imminente arrivo del pulsante "Non mi piace" su Facebook? La notizia era una bufala basata su un equivoco nell'interpretare le parole di Mark Zuckerberg, cofondatore e boss di Facebook, e adesso sappiamo cosa intendeva dire realmente: sono arrivati ieri dei pulsanti alternativi al "Mi piace". Facebook li chiama Reactions (reazioni).

Si chiamano Love, Haha, Yay, Wow, Sad e Angry e sono acquattati sotto il pulsante "Mi piace" tradizionale: si rivelano tenendolo premuto brevemente. La novità, però, è limitata agli utenti irlandesi e spagnoli (o a chi simula di esserlo) e verrà estesa agli altri utenti del social network dopo questa fase sperimentale iniziale.

Si può scegliere un solo pulsante per volta (non si può ridere e anche wow-are uno stesso post, per esempio), e viene visualizzato il conteggio delle singole reazioni: dieci "mi piace", un "wow", quattro "yay" e così via.

Facebook ha scelto queste specifiche reazioni basandosi sui commenti degli utenti costituiti da una singola parola e sull'uso degli sticker o adesivi nei commenti, introdotti nel 2014.

Sondaggio
Quali tra questi tuoi dati personali sono pubblici sui social network (chiunque può vederli e non solo i tuoi amici)?
Solo il mio nome per intero e la foto del profilo
In teoria tutto, non mi preoccupo delle impostazioni per la privacy
Nome completo, foto e post
Nome completo, foto, status, geolocalizzazioni e check-in
Non ci ho mai pensato

Mostra i risultati (825 voti)
Leggi i commenti (12)

Chicca: Irlanda e Spagna sono state scelte come terreno di prova perché la maggior parte degli utenti di questi paesi non ha amici in altri paesi e questo facilita la sperimentazione. Infatti se un utente ha già le Reactions attivate e le usa su un post di un altro utente che sta fuori dalla regione di test, il secondo utente non può vedere la Reaction usata e quindi in pratica il nuovo sistema non gli funziona.

Fonti: Facebook, Ars Technica, The Verge.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Approfondimenti
Facebook, Zuckerberg annuncia il pulsante Non mi piace

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Grazie... In effetti è la prima volta nella mia vita che ho visitato la pagina di iscrizione di FB... :lol: :lol: :lol: ...senza usarla ovviamente... :wink: Leggi tutto
18-10-2015 10:43

Io, invece, aspetto che mettano i pulsanti "non mi piace", "mi fa schifo", "m3rd4", "dacci un taglio" e "vaffa..." :lol: Leggi tutto
18-10-2015 08:56

@Gladiator Ti aiuto:ti do il link di riferimento link :lol: :lol: :lol:
18-10-2015 02:39

Adesso sicuramente mi iscriverò a FB... :lol: :lol: :lol: :lol:
17-10-2015 18:48

Ah che bello! non vedo l'ora di provare i tasti love hahaha yai wow sad angry :viva: :viva: NON STO PIU' NELLA PELLE!! :yuppidu: :yuppidu:
12-10-2015 22:38

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i benefici maggiori che deriverebbero da una politica e una pubblica amministrazione più aperta e trasparente ai cittadini?
I giornalisti potrebbero informarsi più facilmente sulle attività di politici e amministratori e l'informazione al pubblico sarebbe più ampia e dettagliata.
Politici e amministratori renderebbero maggiormente conto ai cittadini del loro operato.
La qualità dei servizi in generale migliorerebbe.
L'opinione pubblica avrebbe più peso nelle decisioni amministrative e politiche.
In generale i nostri rappresentanti avrebbero elementi per prendere decisioni più appropriate.

Mostra i risultati (745 voti)
Febbraio 2019
Chiavette USB per rilevare eventuali cyberattacchi
Microsoft chiede agli utenti di non usare Internet Explorer
Cassandra Crossing/ Colore viola addio
Microsoft: Non comprate Office 2019
Storia di un attacco informatico a una banca
Lasciate Facebook per un mese: vi farà bene
Windows Update irraggiungibile, ma torna a funzionare cambiando i DNS
Prosecco italiano sotto accusa: distrugge le colline da cui nasce
Gennaio 2019
Cassandra Crossing/ Truffati o indotti in errore?
La lavastoviglie compatta che lava i piatti in 10 minuti
Microsoft azzoppa Windows Media Player in Windows 7
Facebook vuole unificare Instagram, Messenger e WhatsApp
Windows Lite farà piazza pulita delle ''piastrelle'' nel menu Start
I dipendenti del social network sanno tutto. E se la ridono
Il sito Torrent distribuito e impossibile da censurare
Tutti gli Arretrati


web metrics