Non dà le password dei suoi hard disk, in carcere da 7 mesi

Le prove per incriminarlo sarebbero nascoste nei drive crittografati.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-05-2016]

prigione disco crittografato

Un uomo di Filadelfia è in un carcere federale statunitense da sette mesi e vi resterà sino a quando non consegnerà le password per accedere a due hard disk esterni crittografati con il software FileValut di Apple.

L'uomo è sospettato di essere in possesso di materiale pedopornografico ma non è stato formalmente accusato di alcunché: per poterlo fare, la polizia deve prima poter accedere ai dischi all'interno dei quali potrebbe esserci il materiale incriminante.

L'avvocato dell'accusato chiede il rilascio immediato, poiché «non solo è incarcercato senza che gli sia stata mossa alcuna accusa, ma non in tutta la sua vita non è mai stato accusato di alcun crimine».

Tuttavia, il governo americano ha risposto che quanto sta facendo per convincere l'uomo a consegnare le password è perfettamente in linea con l'All Writs Act, la medesima legge usata dall'FBI nel caso dell'iPhone crittografato del terrorista di San Bernardino.

Secondo l'avvocato difensore questo comportamento è però in violazione del Quinto Emendamento, poiché «obbligare il soggetto di un'indagine a ricordare e divulgare una password crittografica va contro il diritto a non auto-incriminarsi».

Sondaggio
Quanto sei disposto a pagare per l'acquisto di prodotti per la ''casa intelligente'' nei prossimi 12 mesi?
Fino a 150 euro
Fino a 250 euro
Fino a 500 euro
Fino a 1000 euro
Oltre 1000 euro
Non sono sicuro

Mostra i risultati (820 voti)
Leggi i commenti (7)

Le autorità basano le proprie azioni unicamente sulle parole di due testimoni: il primo è la sorella dell'accusato, che afferma di aver visto del materiale pedopornografico insieme a lui a casa di quest'ultimo, e l'altro è un perito secondo il quale i dischi sono il «posto più probabile» in cui il materiale può trovarsi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
UK, la polizia non può costringere un sospettato a fornire le password
La polizia canadese può accedere a tutti i BlackBerry
L'FBI è entrata nell'iPhone del terrorista
Google fa arrestare il pedofilo che usava Gmail

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 27)

{plat}
ciò è molto pericoloso, se allora ti cripto i dati sul tuo hdd o ti butto una sd criptata in casa prima di arrestarti, rimani in galera a vita? Chiunque può creare un "sospetto", specialmente con le nuove leggi su terrorismo, riciclaggio, abuso di minore e traffico (persone+stupefacenti), così si da... Leggi tutto
18-5-2016 02:52

Ma ipotizziamo pure che questi filmati digitali siano realizzati come esche, come diceva Marcus Prometheus, e potrei essere anche d'accordo (sempre che questa tecnica non sia gi utilizzata per stanare/monitorare eventuali persone con questi gusti o meglio disturbi, di certo questi filmati non si troverebbero con una banale ricerca in... Leggi tutto
15-5-2016 15:19

Dal mio punto di vista l'aspetto veramente sconcertante e lesivo dei diritti umani che questa persona sia in carcere da 7 mesi senza nessuna accusa ma solo in base ad un sospetto, questo il modo di operare delle dittature a prescindere da qualunque sia l'accusa mossa a quest'uomo. Il fatto che la detenzione avvenga al solo scopo di... Leggi tutto
15-5-2016 15:06

i bambini di serie z sarebbero quelli digitali, appunto, non attori veri e non sarebbero esche, ma appunto film digitali prodotti legalmente per gente con quel tipo di gusti, per quanto discutibili se ho ben capito cosa intende prometheus
14-5-2016 23:36

:shock: :shock: :shock: E quali sarebbero i bambini di serie B (o serie Z) che useresti per fare questi filmati "esca"? Ma ti rendi conto di quali schifezze si deve guardare chi poi deve incriminare i pedofili? Dovrebbero pure produrle? Dunque per te una persona che detiene o cerca tali filmati solo un collezionista... Leggi tutto
13-5-2016 09:01

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual lo strumento di informazione di cui ti avvali di pi?
I media tradizioniali (Tv, radio, stampa, ecc.)
Internet, soprattutto i siti autorevoli (Repubblica, Corriere, ecc.)
Internet, soprattutto i siti indipendenti o di controinformazione
Internet, soprattutto i social network (Twitter, Facebook, ecc.)
Non mi fido di nessun media e credo solo a quello che vedo

Mostra i risultati (2992 voti)
Dicembre 2019
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Tutti gli Arretrati


web metrics