Moto Z e Moto Z Force, gli smartphone modulari di Motorola

Basta un click per aggiungere una batteria, un altoparlante o anche un mini-proiettore.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-06-2016]

Moto Z Front Back Combo

Si chiamano Moto Z e Moto Z Force gli smartphone di punta di Motorola per questo 2016.

Si tratta dei primi prodotti dell'"era Lenovo", ufficialmente iniziata con l'acquisizione di un anno fa, e anche dei primi a supportare la tecnologia MotoMods.

Sia il Moto Z che il Moto Z Force supportano infatti l'aggiunta di moduli che si collegano allo smartphone tramite 16 connettori sul retro e restano in posizione grazie a un sistema magnetico.

Al momento tra i moduli a disposizione ci sono l'altoparlante SoudBoost prodotto da JBL, il mini-proiettore Insta-Share Projector, la batteria aggiuntiva PowerPack (che promette 22 ore di autonomia in più) e le custodie posteriori StyleShell, per dotare lo smartphone di una finitura in legno o in pelle.

Negli ultimi tempi i produttori sembrano volersi orientare sempre più verso l'offerta di smartphone modulari: infatti i due Moto Z non sono esattamente i primi a offrire tale possibilità.

Rispetto tuttavia ad alternative come LG G5, la scelta di Motorola ha un vantaggio: per sostituire un modulo non è necessario togliere la batteria, spegnendo così il telefono.

Il Moto Z si caratterizza per un corpo di metallo e uno schermo AMOLED da 5,5 pollici con risoluzione 1440p.

All'interno c'è il SoC Snapdragon 820 a 1,8 GHz con 4 Gbyte di RAM e 32 o 64 Gbyte di memoria interna, espandibili via microSD. La fotocamera posteriore è da 13 megapixel e dispone sia di stabilizzatore ottico dell'immagine che di autofocus laser; quella anteriore è invece da 5 megapixel.

Sondaggio
Quale stanza renderesti pi¨ smart per prima?
La camera da letto
La cucina
Il bagno / lavanderia
La sala

Mostra i risultati (966 voti)
Leggi i commenti (4)

La dotazione comprende anche un lettore di impronte digitali, un flash frontale, una «copertura idrorepellente», una batteria da 2.600 mAh e una porta USB Tipo-C. Da segnalare l'assenza di un jack da 3,5 mm per le cuffie.

Il Moto Z Force è molto simile al fratello, ma si distingue per dimensioni leggermente superiori: 155,9 x 75,8 x 7 millimetri contro i 153,3 x 75,3 x 5,2 millimetri del Moto Z.

Inoltre, a differenza del vetro di protezione Gorilla Glass montato sul Moto Z, il Moto Z Force adotta una protezione in plastica ShatterShield, che l'azienda assicura essere «infrangibile», una fotocamera posteiore da 21 megapixel, un processore Snapdragon 820 a 2,15 GHz e una batteria da 3.500 mAh.

Il lancio del Moto Z e del Moto Z Force in Europa è fissato per il mese di settembre. Al momento Motorola non ha ancora annunciato i prezzi.

Moto Z Incipio OFFGRID Power Pack Black
Moto Z con modulo PowerPack
Moto Z Insta Share Projector
Moto Z con modulo InstaShare Projector

Moto Z con modulo SoundBoost di JBL

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Comunque, se capisco bene, si pu˛ montare un solo modulo per volta dal momento che ogni singolo modulo va a sostituire la cover posteriore dello smartphone e che quelle mostrate nei rendering di corredo all'articolo sembrano essere ad una sola funzione.
26-6-2016 15:31

Non comprendo la scomoditÓ di dover tenere in mano un aggeggio che serve anche per telefonare. :idea: A quando un bracciale all purpose in stile Star Trek?
17-6-2016 10:35

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quanto sei dipendente dal tuo smartphone?
Non posseggo uno smart phone.
Spesso lo dimentico e quando lo porto con me a volte lo lascio o lo dimentico spento.
Lo utilizzo con una certa frequenza, ma ne potrei fare a meno.
Per lavoro Ŕ un compagno inseparabile, ma alla sera e nei week-end lo spengo volentieri.
Lo porto sempre con me: senza mi sentirei incompleto.

Mostra i risultati (4349 voti)
Giugno 2022
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
15 giugno, finisce l'era di Internet Explorer
Grave falla in Windows, occhio ai documenti di Word
Toyota: cartucce di idrogeno per alimentare auto, case, droni
Maggio 2022
La Rete esce da TIM: nasce la Open Access italiana
DuckDuckGo consente a Microsoft di tracciare gli utenti
Russi saccheggiano trattori ucraini, che vengono brickati da remoto
Necrofinanza e criptovalute: lo scoppio di Terra/Luna
Pwn2Own 2022, Windows 11 e Ubuntu cadono il primo giorno
Migliaia di siti sono keylogger nascosti
Radio a onde corte: davvero?
UE, tutte le chat saranno esaminate in cerca di pedopornografia
Le IA di Facebook e Twitter contro la disinformazione russa
Apple, Google e Microsoft svelano il sistema che eliminerà le password
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 26 giugno


web metrics