Se il Wi-Fi diventa il nemico del popolo

Da obbligo a tabù: la parabola discendente del Wi-Fi pubblico in Italia.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-07-2016]

wifi libero ripensamenti

Prima ci sono voluti anni perché in Italia si riuscisse a superare i limiti della legislazione anti-terrorismo, che impedivano procedure semplificate per la diffusione del Wi-Fi pubblico.

Alla fine era persino diventato motivo di vanto avere vaste aree urbane, al centro come nelle periferie, coperte da Wi-Fi pubblico.

Anzi, s'era iniziato a chiedere a centri commerciali, banche, uffici postale e uffici pubblici, alberghi, ristoranti, università, perfino cimiteri di realizzare collegamenti in Wi-Fi con cui affiancare quello comunale in piazze, strade e parchi pubblici.

Adesso però, in pochi mesi abbiamo assistito a un completo ribaltamento delle posizioni all'interno del dibattito pubblico.

I primi a far sentire la propria voce sono stati i comitati di genitori e presidi, che hanno cominciato a spegnere il Wi-Fi all'interno degli edifici scolatici per evitare la proliferazione di onde elettromagnetiche che sarebbero potute essere nocive per i giovani studenti ma anche per evitare studenti "sempre online", distratti e indisciplinati.

Sondaggio
Quanto sei disposto a pagare per l'acquisto di prodotti per la ''casa intelligente'' nei prossimi 12 mesi?
Fino a 150 euro
Fino a 250 euro
Fino a 500 euro
Fino a 1000 euro
Oltre 1000 euro
Non sono sicuro

Mostra i risultati (433 voti)
Leggi i commenti (2)

Ora si aggiungono anche le Amministrazioni Comunali che in molti casi stanno decidendo di limitare proprio quel Wi-Fi in cui avevano investite parecchie risorse.

Una di queste è la neoeletta amministrazione di Torino, guidata dalla sindaca 5 Stelle Chiara Appendino. Sensibile alle posizioni di molti esponenti dei vari comitati anti-ripetitori presenti nel suo movimento politico di appartenenza, ha intrapreso una strada contraria alla diffusione del Wi-Fi pubblico.

Anche l'amministrazione comunale di Pordenone (centrodestra, stavolta) ha deciso di limitare il Wi-Fi nelle aree pubbliche perchè sarebbero troppi gli immigrati e i profughi perchè con i loro smartphone si concentrano in alcuni punti coperti dal Wi-Fi comunale: ciò crea dei "bivacchi" inaccettabili, secondo questi amministratori.

In pochi mesi, dunque, quello che sembrava un punto acquisito di sviluppo e di socialità è diventato un tabù o, comunque, sta diventando oggetto di ripensamenti politici.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Decreto del Fare, il Wi-Fi è finalmente libero

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 15)

Wifi? Si con moderazione. Come del resto la moderazione,( parola che in questi periodi sembra moooolto obsolteta e non piu' di moda un po' in tutti gli ambiti , dalla politica alla conversazione tra " persone civili " , ecc. ecc. ) dovrebbe essere la regola per tante cose che nuociono alla salute come il fumo, il bere alcoolici... Leggi tutto
2-8-2016 16:04

Sono sempre più tristemente convinto che un popolo (o un comune , o una provincia ecc.) ha il governo che si merita, evidentemente i torinesi si sono meritati grillini e grullini. Il dramma e che al prossimo giro tutti gli itagliani si meriteranno grillini e grullini. :cry: Del resto è sempre più facile e meno faticoso tenere il... Leggi tutto
28-7-2016 19:20

A giudicare da certi commenti amish verrebbe da convincersi che sia auspicabile tornare alla trazione animale per evitare l'inquinamento derivante dalle auto. D'altra parte la cacca di cavallo è totalmente ecologica, e la si può anche raccogliere per strada con un secchiello per concimarci l'orticello.
28-7-2016 00:28

Troppa bibliografia a supporto dell'affermazione :? I difensori della salute pubblica ci metteranno allora a disposizione dei praticissimi punti di accesso a fibra ottica da collegare a telefono, tablet e portatili in giro per la città. Leggi tutto
27-7-2016 20:16

{marco}
è documentatissimo che il Wi-Fi fa male e ormai si parla di portare ovunque la fibra ottica fiber-tot-the-home..con la tecnica della minitrincea i costi sono ridotti al minimo anche per i piccoli centri
27-7-2016 10:35

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo una ricerca dell'Australian Relationship Queensland, tra tecnologia e solitudine esisterebbe un collegamento. Secondo te:
È la solitudine che spinge le persone a usare "più tecnologia".
È l'utilizzo massiccio di tecnologia che porta le persone a isolarsi e, conseguentemente, a provare solitudine.
Le due cose non sono affatto correlate.

Mostra i risultati (997 voti)
Settembre 2017
Violazione di CCleaner, guai più gravi del previsto
Il primo smartphone con Linux davvero libero
Falla nel Bluetooth, vulnerabili 5 miliardi di dispositivi
Se il robot sessuale diventa un terminator
I consigli di Linus Torvalds per gli hacker
L'appuntamento online più imbarazzante della storia?
Bug in Android Oreo consuma tutto il traffico dati
Addio torrent, i pirati ora sono su Google Drive
YouTube Mp3 si arrende alle major
iPhone 8, Apple fissa la data di lancio
Agosto 2017
Il BlackBerry che soppianterà iPhone e Galaxy
40 anni di ''segnale Wow''
Antibufala: Barcellona, venditori ambulanti preavvisati dell’attentato!
Il ''cop button'' di iOS 11 dà manforte ai criminali
Motorola brevetta lo schermo che si ripara da solo
Tutti gli Arretrati


web metrics