Le Tesla fabbricate adesso sono già predisposte per la guida totalmente autonoma

Video impressionante.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-10-2016]

tesla

Stanotte (ora italiana) Elon Musk ha annunciato a sorpresa, con un post su Tesla.com e una conferenza stampa telefonica (ora rimossa), il nuovo hardware che viene già ora installato a bordo di tutte le auto Tesla che lasciano la catena di montaggio e che verrà installato anche sulle future Model 3 (come quella che ho prenotato ad aprile scorso):

- otto telecamere con copertura su 360 gradi, sia grandangolari sia a teleobiettivo (disposte e nascoste in questo modo);

- un radar frontale con elaborazione migliorata, "in grado di penetrare pioggia intensa, nebbia e polvere e persino guardare oltre l'auto che sta davanti" (è già successo, salvando un conducente);

- dodici sensori a ultrasuoni migliorati (fino a 8 metri di portata);

- un computer di bordo molto più potente, basato su GPU Nvidia;

- software riscritto per tenere conto delle nuove risorse hardware.

Questa nuova dotazione hardware e software consentirà, dice Musk, di saltare la fase di miglioria iniziata con l'Autopilot 2.0 (il software di guida assistita, non autonoma), che avrebbe portato le Tesla prodotte fin qui al Livello 3 o 4 di autonomia secondo i criteri SAE, e di offrire direttamente la guida totalmente autonoma (Livello 5): il "conducente" non dovrà fare altro che impostare la destinazione desiderata.

Contemporaneamente Tesla ha pubblicato il video qui sotto, girato nei dintorni di Palo Alto e nel parcheggio della casa automobilistica (secondo le deduzioni di Electrek). Attenzione: è accelerato rispetto alla realtà. Presumo che sia stato girato in condizioni particolarmente favorevoli, che non corrispondono nemmeno lontanamente alla realtà di una congestionata città europea, ma vi sfido a guardarlo senza angosciarvi a ogni incrocio e senza restare a bocca aperta quando il "conducente" scende dall'auto e l'auto va da sola a cercarsi un parcheggio (saltando, fra l'altro, il parcheggio per disabili perché, dice Musk, ha letto il cartello stradale). Cose già viste in tanti prototipi di altre case automobilistiche, ma qui si parla di fornirle in un'automobile di serie.

La guida autonoma mostrata nel video non sarà disponibile da subito sulle Tesla predisposte: per ora viene solo installato l'hardware adatto a consentirla. Il software, dice Tesla, verrà aggiornato man mano che la flotta di auto acquisisce esperienza di guida in condizioni reali.

The Register nota che l'annuncio precisa che l'attuale Autopilot (sistema di guida assistita usato fin qui) non sarà abilitato nelle nuove Tesla: anzi, inizialmente queste nuove auto non avranno neanche la frenata automatica d'emergenza, l'allarme di collisione, il mantenimento di corsia e il cruise control attivo (almeno fino a dicembre 2016, secondo il sito di Tesla). Le "vecchie" Tesla già circolanti, invece, continueranno ad avere l'attuale Autopilot (se i proprietari lo hanno acquistato e lo abilitano).

Le nuove Tesla Model S e X, in altre parole, saranno all'inizio inferiori a quelle oggi circolanti, ma le funzioni di sicurezza attiva (per esempio manovre anticollisione e frenata d'emergenza) verranno attivate in seguito, intorno a dicembre 2016 tramite aggiornamenti software distribuiti tramite la rete cellulare.

Sondaggio
Quale di questi dispositivi degni di un film di fantascienza ma già esistenti vorresti avere?
Erascan: un cancellino per lavagne bianche in grado di effettuare una scansione con OCR di tutto ciò che cancella.
Tamaggo Ibi: una videocamera con lente circolare in grado di scattare foto a 360 gradi.
No More Woof: legge le onde cerebrali dei cani e traduce i pensieri in linguaggio umano.
Il drone per le consegne Amazon Prime Air: consegnerà i pacchi volando, rendendo obsoleti i corrieri.
WAT: la lampada alimentata ad acqua.
Transparent TV: grazie alla tecnologia TOLED (LED Organici Trasparenti) è dotato di uno schermo praticamente invisibile.
Electrolux Wirio, la cucina trasportabile composta da quattro diversi elementi, per cucinare e tenere in caldo i cibi.
Touch Hear, per toccare con un dito una parola stampata e ascoltare la pronuncia e il significato.
Immersed Senses, una maschera per sub che estrae ossigeno dall'acqua ed è dotata di schermo per mostrare informazioni utili.
La maniglia che si sterilizza da sola grazie a una lampada integrata a raggi ultravioletti.
Heart Rate Monitor Earphone, gli auricolari che rilevano il battito cardiaco e il consumo di ossigeno.
Voyce, il collare per cani che misura il battito cardiaco e il ritrmo respiratorio, conta le calorie e indica se l'animale non fa abbastanza esercizio.
Makerbot Z18, una stampante 3D che funge da replicatore per oggetti voluminosi.

Mostra i risultati (1621 voti)
Leggi i commenti (3)

Chi acquista oggi una Tesla ha come opzione un Enhanced Autopilot (guida assistita, con adattamento della velocità al traffico circostante, mantenimento di corsia, gestione degli svincoli e delle uscite autostradali, cambio di corsia e parcheggio automatico), che in Italia costa 5700 euro (6800 se attivato dopo la consegna) e una Full Self-Driving Capability (guida autonoma), che costa altri 3400 euro (4500 post-consegna) in aggiunta al costo dell'Enhanced Autopilot. La differenza fra una Model S o X elettrica "manuale", con le funzioni basilari di assistenza alla guida, e la stessa auto in versione pienamente autonoma ammonta insomma a 9100 euro nel migliore dei casi. Una cifra non trascurabile, anche se le Model S e X sono auto di lusso da 80.000 euro e passa. Sarà interessante scoprire il costo di quest'opzione sulla Model 3, ben più economica (da 35.000 dollari in su).

Va detto, inoltre, che Tesla sottolinea che le funzioni di guida autonoma "dipendono da una validazione estesa del software e dell'approvazione normativa" e che "non è possibile sapere esattamente quando ciascun elemento di queste funzioni verrà reso disponibile".

Entro la fine dell'anno prossimo, dice il Wall Street Journal, Tesla intende dimostrare un viaggio totalmente autonomo da costa a costa negli Stati Uniti (da Los Angeles a New York). Affascinante.

L'altro aspetto interessante dell'annuncio di oggi è che specifica che "usare una Tesla a guida autonoma per condividere l'auto e per trasportare amici e familiari va benissimo, ma farlo a scopo di lucro sarà permesso solo sul Tesla Network, di cui verranno resi noti i dettagli l'anno prossimo". Tesla, insomma, sta già pensando a un futuro nel quale le automobili autonome saranno usabili come fonte di reddito: invece di restare ferma in garage a svalutarsi, l'auto potrà essere usata da altri come taxi, a pagamento, quando non ne abbiamo bisogno, come descritto da Elon Musk nel suo Master Plan Part Deux.

Chiarisco alcuni dubbi che stanno emergendo dai commenti e propongo alcune riflessioni:

- le Tesla hanno un'app che permette di localizzarle e (nella futura versione mostrata qui sopra) chiamarle a distanza dal loro parcheggio fino a dove si trova il proprietario. Non so cosa succeda in caso di parcheggio in zona non servita dalla rete cellulare (per esempio un parcheggio sotterraneo). Verranno installati ripetitori cellulari ovunque?

- Se non trova parcheggio, in teoria l'auto può allontanarsi fino a trovarne uno oppure continuare a orbitare. Potrebbe anche andare a un punto di ricarica a induzione (senza contatto), per esempio, e ricaricarsi.

autopilot

- Il software dovrà essere in grado di gestire i codici della strada differenti dei vari paesi e stati e i loro aggiornamenti. E le Tre Leggi della Robotica :-)

- La segnaletica stradale dovrà essere mantenuta con estrema attenzione e studiata per evitare ambiguità. Come si comporterà un'auto autonoma in caso di segnaletica orizzontale temporanea per lavori in corso?

- Sì, ci sono degli ostacoli legislativi enormi sulla responsabilità in caso di incidente.

- Per i disabili e gli anziani un'auto a guida totalmente autonoma è una rivoluzione di mobilità totale.

- Se ci saranno le auto autonome, chiamabili quando servono, avrà ancora senso essere proprietari di un'auto personale?

- Sì, nasceranno nuovi servizi basati su questa capacità e le nostre città dovranno essere ripensate in funzione di questa nuova opportunità, esattamente come fu necessario ripensarle quando arrivarono le automobili a sostituire le carrozze dei ricchi (e i tram, i piedi e le biciclette dei poveri).

- Se i tassisti avevano avuto paura di perdere il posto quando è arrivata Uber, ora saranno nel panico totale. È ora di trasformarsi, magari in proprietari e gestori di una piccola flotta di auto autonome.

- Vedere un'auto che guida da sola ci fa capire cosa provavano i nostri nonni quando furono introdotti gli ascensori con le porte automatiche e senza operatore.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Approfondimenti
Elon Musk: l'auto che si guida da sola arriverà entro la fine dell'anno

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Difficile fare valutazioni e previsioni nei momenti di transizione, osservo però che finora la tecnologia ci ha sempre fatto fare passi in avanti a dispetto delle previsioni catastrofiche degli scettici di turno. Le prime auto costruite avevano costi esorbitanti ed erano destinate ad una clientela facoltosa per diventare nel tempo... Leggi tutto
2-11-2016 11:47

Penso che il grosso problema all'introduzione delle auto a guida autonoma sia la legislazione. Parliamoci chiaro. Se domani le grandi case investissero di più in questa tecnologia, arriveremmo alla guida autonoma in brevissimo tempo. Ma chi investe senza sapere se la sua tecnologia verrà mai applicata? Infatti da un lato le case non... Leggi tutto
25-10-2016 09:21

{sansa}
Una piccola considerazione filosofica. La tecnologia diventa sempre più complessa e di pari passo si allontana sempre più dalle persone che serve. Questo sta rinforzando ed espandendo la casta degli intermediari tecnologici, che fanno manutenzione e regolazioni al posto nostro. Anche gli obblighi burocratici sono in aumento, e la... Leggi tutto
24-10-2016 20:39

nel parcheggio invade la corsia opposta. Mi aspetto di meglio dai robot, ma ci sta anche per guidatori umani (alla fine è un parcheggio).
24-10-2016 13:03

In effetti il video è impressionante. Però quel viaggetto - con un passeggero sorvegliante a bordo - sarebbe già illegale allo stato attuale in qualsiasi paese europeo, salvo autorizzazioni speciali (che però non mi sembrano ammesse per esempio dalla legislazione attuale in Italia). Figuriamoci chiamare via app un auto autonoma che... Leggi tutto
24-10-2016 10:10

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Telecom Italia ha scelto il marchio TIM per tutta la sua offerta commerciale di telefonia fissa, mobile e Internet, cambiando il logo. Cosa pensi del nuovo logo? Scegli un'opzione tra le seguenti e commenta nel forum.
Mi piace.
Non mi piace.
Preferivo il precedente.
Non mi interessa.
Sempre di più si dà troppa importanza all'immagine e poca alla sostanza.

Mostra i risultati (1971 voti)
Settembre 2019
La Francia non vuole Libra in Europa
Il bug di Windows 10 che tinge di rosso gli screenshot
Antibufala: le foto di raggi spaziali che causano incendi nei boschi
Lo smartphone etico attento alle persone e al pianeta
Storie di hacker, campeggi e libertà
USB 4 è ufficiale e raggiunge i 40 Gbit/s
5 consigli (più uno) per non farsi lasciare a piedi dal PC
La lotta al ransomware procede silenziosa ma con successo
La maledizione dei connettori USB
Agosto 2019
GIMP è un insulto: sviluppatori ribelli fondano il fork Glimpse
Sextortion, il malware che registra davvero chi guarda video a luci rosse
Misteriosa malattia colpisce i fumatori di sigarette elettroniche
L'analisi del sangue che predice quando moriremo
Bug negli iPhone, ritorna il jailbreaking
Windows 10, errori nel patch Tuesday di agosto
Tutti gli Arretrati


web metrics