Ai dipendenti comunali è vietato criticare il sindaco su Facebook

A Trecate il nuovo regolamento vieta le critiche all'amministrazione sui social network.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-10-2016]

censurato

La nuova giunta di centrodestra di Trecate, popoloso comune tra Novara e Milano, guidata da un nuovo giovane sindaco, dopo qualche mese dal suo insediamento ha approvato una modifica del regolamento interno per i dipendenti comunali.

Ai dipendenti è fatto esplicito divieto di accedere ai social network come Facebook durante l'orario di lavoro. Ma anche da casa e fuori orario è fatto divieto esplicito di criticare l'amministrazione comunale sugli stessi social media.

L'accedere a Facebook durante l'orario di lavoro al fine di postare critiche all'amministrazione costituisce un'aggravante dell'infrazione disciplinare.

Sondaggio
Hai ricevuto un messaggio da un amico su un social network. Il tuo amico ti invita a fare click su un link e a mettere ''mi piace'' ad alcune foto. Cosa fai?
Certo! Me lo chiede un amico
Gli chiedo di darmi qualche informazione in più sulle foto. Se mi risponde, faccio click sul link
Sposto il messaggio nella cartella spam e blocco il mio amico

Mostra i risultati (1117 voti)
Leggi i commenti (12)

Il nuovo regolamento è stato emanato unilateralmente dall'amministrazione comunale e non è stato oggetto di contrattazione con la RSU del Comune. Il vicesindaco ha motivato il provvedimento con "alcuni problemi" che ci sarebbero stati in seguito a delle dichiarazioni.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Licenziato per aver chiamato MILF le colleghe
Nestlé-Perugina licenzia dipendente per un post su Facebook
Barillari, il candidato governatore che IBM voleva licenziare
Licenziata perché usava Facebook in malattia

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 15)

Certo che non auspico, e anzi deploro chi eventualmente lo avesse fatto. Leggi tutto
28-10-2016 08:33

Non ho capito bene: auspichi che i servizi ai cittadini siano forniti tramite FB o speri che ciò non accada? Leggi tutto
27-10-2016 18:49

"Benissimo" proprio no. Non si emette un regolamento illecito "che tanto poi lo cambiamo". Non si emette una legge elettorale che poi viene giudicata anticostituzionale. Non si punta ad accelerare l'iter istituzionale "sparando col cannone" alla Costituzione, quando il problema non è di lentezza, ma di... Leggi tutto
27-10-2016 16:48

Perfettamente d'accordo su questo, ma resta un problema: se i miei dipendenti hanno motivi per lamentarsi e/o criticare il mio operato, perchè devo aspettare di leggerlo su facebook? Perchè non posso chiederlo direttamente a loro? Non si tratta semplicemente di privati cittadini che criticano l'amministrazione pubblica su facebook, ma... Leggi tutto
27-10-2016 16:22

Un dipendente comunale fa quello che i dirigenti gli fanno fare e può andare bene che non sia lecito criticare l'ambiente di lavoro ma nel momento in cui i dirigenti di un comune prendano decisioni criticabili (tipo privatizzare l'acquedotto o avallare spese per lavori assurdi), non mi sembra che sia corretto impedire di criticare... Leggi tutto
27-10-2016 15:01

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior svantaggio? (vedi anche i vantaggi)
L'auto di Google è veramente brutta! Più che un auto è un'ovovia.
Ci toglierà il piacere di guidare e la nostra vita sarà un po' più triste.
Avrà un costo non sostenibile per la maggior parte degli utenti.
Ci sarà maggior traffico: con un'auto senza pilota il trasporto privato verrebbe incentivato rispetto al trasporto pubblico.
Il Gps incorporato potrebbe non essere efficiente, costringendoci a fare percorsi più lunghi o più lenti o addirittura non portandoci mai a destinazione.
Ho timori soprattutto per la privacy: le auto di Google potranno collezionare dati su come mi sposto e quando.
In caso di incidente con nessuno al volante, non è chiaro di chi sarà la responsabilità civile. E a chi tocca pagare l'assicurazione? All'utente o a Google? O allo Stato?
Sarà esposta ad attacchi hacker o terroristici: di fatto avremo minore sicurezza sulle strade.
Se il sistema prevede un urto inevitabile, potrebbe trovarsi di fronte a scelte etiche insormontabili. Uccidere un anziano o un bambino? Due uomini o un bambino? Un uomo o una donna? Uscire di strada o urtare altri veicoli o pedoni? Andare addosso a un SUV o a un'utilitaria?
Rispetto alle auto tradizionali impiegheranno troppo tempo ad arrivare a destinazione, non potendo superare i limiti di velocità o fare manovre azzardate.
I tassisti non esisteranno più: già immagino le loro legittime proteste.

Mostra i risultati (1864 voti)
Aprile 2020
Tanti invocano l'app anti-coronavirus
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Tutti gli Arretrati


web metrics