Google smetterà di leggere la vostra posta su Gmail



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-07-2017]

gmail

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
Gmail smetterà di spiare i messaggi degli utenti

Probabilmente sapevate già che Google legge la mail di tutti gli utenti della versione gratuita di Gmail, e che quindi inevitabilmente legge anche le mail di chi non usa Gmail ma scambia messaggi con un utente Gmail.

Molti, però, lo hanno scoperto soltanto adesso che Google ha annunciato che smetterà prossimamente di effettuare questa lettura di massa. Come sempre, quando qualcuno offre un servizio gratuito, vuol dire che c'è un altro tipo di prezzo da pagare.

Intendiamoci, non si tratta di una lettura manuale da parte di un dipendente di Google, ma di una scansione automatica del testo di tutte le mail di tutti i suoi utenti non paganti, fatta allo scopo di proporre all'utente pubblicità riguardante gli argomenti citati nei messaggi, compresi temi delicati come la salute, le situazioni sentimentali, i problemi economici o i figli. Se usate Gmail e vi siete mai chiesti come mai quando leggete la vostra mail vi compaiono pubblicità che si riferiscono proprio alle cose di cui scrivete, ora avete almeno una parte della risposta.

Se questa prassi di Google vi sembra piuttosto invadente, siete in buona compagnia: Microsoft sottolineò questo comportamento di Google in questa pubblicità impietosa nel 2013:


Inoltre Google è già stata oggetto di azioni legali per questa sua lettura di massa della corrispondenza digitale, che costituirebbe una forma di intercettazione e di violazione della privacy, tanto che nel 2014 l'azienda smise di effettuare questa lettura delle mail per alcune categorie di utenti, come gli studenti e i docenti e gli utenti della versione commerciale dei suoi servizi, chiamata GSuite. Ma gli utenti comuni sono rimasti finora esclusi da questa misura protettiva, che entrerà in vigore, secondo l'annuncio di Google, nei prossimi mesi e comunque entro fine anno.

Ma attenzione: questo cambiamento di rotta non significa che Google smetterà di leggere la vostra corrispondenza. Continuerà infatti a farlo, ma non più per scopi legati alla personalizzazione delle pubblicità: lo farà per esempio per filtrare lo spam e bloccare i messaggi che contengono virus riconosciuti o tentativi di furto di password, e lo farà per proporre risposte automatiche e per consentirvi di effettuare ricerche nel vostro archivio di posta.

Sondaggio
iPad/iPhone, Android, Windows Phone hanno servizi che localizzano gli utenti. La privacy è violata?
Sì, almeno potenzialmente.
No, è tutta una bolla di sapone.
Non so.

Mostra i risultati (3083 voti)
Leggi i commenti (3)

Se siete un po' sospettosi come me di fronte a questo genere di gesto di apparente generosità, non avete torto: Google, infatti, ha comunque mille altri modi per sapere tutto di noi e personalizzare le pubblicità mirate che sono la sua principale fonte di incassi. Lo può fare, per esempio, attingendo alla cronologia di tutto quello che cerchiamo in Google o che guardiamo su Youtube.

Se volete evitare pubblicità troppo personali e magari imbarazzanti, potete andare a Myaccount.google.com, scegliere Impostazioni annunci, Gestisci le impostazioni annunci e poi selezionare Disattiva nella sezione Personalizzazione degli annunci. Continuerete comunque a vedere pubblicità nel vostro Gmail, ma perlomeno non sarà pubblicità rivelatrice.


Fonti: Ars Technica, Bloomberg.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (5)

Simpatica la pubblicità di M$: GMail ti spia Outlook invece no! Tacendo di Windows che invece... :incupito:
15-7-2017 15:51

Direi che ne hanno a sufficienza... Leggi tutto
15-7-2017 15:49

{Danilo_BB}
Google smetterà (ufficiosamente) di leggere la vostra posta su Gmail :D
6-7-2017 06:11

@MK66 Mica hanno detto che smettono completamente di leggere le email... --- Semi OT Per lavoro a volte mi capita di corrispondere con un qualche cliente/fornitore che utilizza Gmail; spesso mi vedo rifiutare la mail quando allego dei file, anche banali PDF, con la motivazione (più o meno) "Allegato che non rispetta i... Leggi tutto
28-6-2017 10:16

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Utilizzi le licenze Creative Commons per i tuoi lavori?
Sì: le Creative Commons mi aiutano a diffondere il mio lavoro gratuitamente e ottenendone il credito.
No: non ho motivo di utilizzarle perché esiste già una legge sul copyright.
Sì: le Creative Commons mi consentono di diffondere il mio lavoro e di ottenere dei guadagni.
No: necessito di ricavare dei soldi dal mio lavoro, e le Creative Commons non mi aiutano in tal senso.

Mostra i risultati (349 voti)
Dicembre 2019
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Tutti gli Arretrati


web metrics