UE: spiare le email dei dipendenti si può, ma bisogna avvisarli

Le aziende hanno il diritto di controllare le comunicazioni dei loro dipendenti, ma non possono farlo in segreto.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-09-2017]

email controllo dipendenti

Si trascina da 10 anni la vicenda dell'ingegnere rumeno Bogdan Mihai Bărbulescu, che nel 2007 è stato licenziato dall'azienda per cui lavorava perché scoperto a utilizzare un account Yahoo Messenger aziendale per comunicazioni private.

Nel 2016, un tribunale rumeno aveva deciso che l'azienda aveva agito all'interno dei limiti fissati dal diritto, e anche la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo s'era detta d'accordo.

La questione non è però finita lì: Bărbulescu ha fatto ricorso in appello e ora un nuovo pronunciamento della Corte di Strasburgo ha chiarito che i datori di lavoro possono monitorare le comunicazioni dei dipendenti, ma devono preventivamente avvisarli.

La decisione, questa volta, è definitiva. I giudici europei hanno stabilito una serie di criteri per definire il «grado di intrusione» che si può verificare in casi analoghi in cui i datori di lavoro si intromettono nelle comunicazioni dei dipendenti.

«Occorre distinguere» - scrivono i giudici - «tra il controllo del flusso di comunicazioni e il loro contenuto. Bisogna inoltre considerare se tutte le comunicazioni o soltanto parti di esse siano monitorate, e anche capire se il controllo sia limitato nel tempo e nel numero di persone che hanno accesso ai risultati».

Sondaggio
In che modo salvi informazioni importanti affinché nessuno le possa vedere sul tuo computer?
Salvo tutti i dati più importanti in una cartella protetta da password
Nessuno accede al mio computer
Il mio dispositivo è protetto da una password
I dati più importanti sono protetti da crittografia
Proteggo i miei dati quando presto il computer a un'altra persona
Elimino tutti i dati che non voglio che nessuno veda
Non ho dati importanti da proteggere

Mostra i risultati (1117 voti)
Leggi i commenti (6)

Nel caso specifico, la Corte europea ha stabilito che i diritti dell'ingegnere non sono stati «adeguatamente protetti»; inoltre non è chiaro se l'uomo sia stato davvero avvisato del fatto che i suoi messaggi venivano visti da terzi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Corte Strasburgo: lecito controllare le email dei dipendenti

Commenti all'articolo (2)

{bergolo}
Beh, è il pricipio degli autovelox e compagni: spiano la tua velocità ma ti avvertono...
9-9-2017 19:04

{Mauro}
Sono stato dipendente e imprenditore, e quel che posso dire è che le legislazioni europee, nella foga di prevedere tutto non fanno che paralizzare tutto, specilamente quelle italiana, romena e francese. Quanto a questa sentenza, quello che dimostra è che la corte europea può anche lei emettere sentenze imbarazzanti... Leggi tutto
7-9-2017 15:04

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Negli spazi per i commenti alle notizie, in che modo si comportano i maggiori siti di informazione online?
Sono eccessivamente censori. Se i loro articoli subissero lo stesso trattamento, accuserebbero di dittatura.
Mostrano una spudorata tendenza a privilegiare i commenti favorevoli alle loro linee editoriali.
Si limitano alle normali regole del vivere civile e delle leggi in vigore.
Danno importanti spazi e a volte dovrebbero contenere gli "ardori" dei commentatori con maggiore decisione.
Sodoma e Gomorra! Va bene la libertà d'opinione ma c'è un limite a tutto.

Mostra i risultati (1253 voti)
Settembre 2017
Il primo smartphone con Linux davvero libero
Falla nel Bluetooth, vulnerabili 5 miliardi di dispositivi
Se il robot sessuale diventa un terminator
I consigli di Linus Torvalds per gli hacker
L'appuntamento online più imbarazzante della storia?
Bug in Android Oreo consuma tutto il traffico dati
Addio torrent, i pirati ora sono su Google Drive
YouTube Mp3 si arrende alle major
iPhone 8, Apple fissa la data di lancio
Agosto 2017
Il BlackBerry che soppianterà iPhone e Galaxy
40 anni di ''segnale Wow''
Antibufala: Barcellona, venditori ambulanti preavvisati dell’attentato!
Il ''cop button'' di iOS 11 dà manforte ai criminali
Motorola brevetta lo schermo che si ripara da solo
Accesso a reti Wi-Fi
Tutti gli Arretrati


web metrics