Attenti a Bad Rabbit, il ''coniglio malefico''



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 29-10-2017]

bad rabbit payment site
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

Da qualche giorno è in circolazione un nuovo attacco informatico, denominato dai suoi creatori Bad Rabbit, che si basa sullo schema consueto del ransomware: la vittima si trova con il computer bloccato e con i propri dati cifrati e inaccessibili, e per riaverli deve pagare un riscatto.

L'attacco ha fatto vittime principalmente in Russia e Ucraìna, ma ci sono segnalazioni anche in altri paesi, come Germania, Turchia, Polonia e Corea del Sud. L'agenzia di stampa russa Interfax, l'aeroporto internazionale di Odessa e la metropolitana di Kiev hanno subìto a lungo la paralisi causata da questo ransomware, insieme a molte altre organizzazioni.

Le vittime si infettano perché girando su Internet si imbattono in siti che visualizzano un falso avviso di aggiornamento di Adobe Flash. In realtà il finto aggiornamento è il malware Bad Rabbit, che viene così installato sui computer di chi cade nella trappola.

L'infezione ha effetto soltanto sui sistemi Windows ed è in grado di diffondersi da un computer all'altro della rete locale, per cui in un'azienda basta che se ne infetti uno per mettere a rischio tutti gli altri.

Sondaggio
Quanto impieghi per andare al lavoro? (one-way, ovvero: sola andata)
Da 1 a 15 minuti
Da 15 a 30 minuti
Da 30 a 45 minuti
Da 45 a 60 minuti
Più di 60 minuti

Mostra i risultati (1685 voti)
Leggi i commenti (14)

Difendersi è abbastanza semplice: ignorate le richieste di qualunque sito che vi chiede di aggiornare Flash, e andate invece al sito autentico di Adobe Flash per vedere se davvero avete bisogno di aggiornarlo. Inoltre i principali antivirus, se aggiornati, riconoscono e bloccano Bad Rabbit. Se non usate Windows, Bad Rabbit non ha effetto diretto su di voi, ma può averlo sui servizi che usate, se sono basati su Windows.

La prevenzione è fondamentale, anche perché al momento non risulta che ci sia il modo di decifrare i dati una volta che sono stati cifrati da Bad Rabbit e pagare il riscatto, oltre a essere sconsigliabile perché incentiva i criminali a fare altri attacchi, non offre nessuna garanzia che i dati vengano sbloccati. Quindi fate un backup dei vostri dati e tenetelo scollegato dalla rete; installate gli aggiornamenti dei vostri sistemi operativi e delle applicazioni andando presso i loro siti ufficiali; e usate password di rete non ovvie, perché Bad Rabbit conosce quelle più diffuse.

Fonti: ZDNet, BleepingComputer, TechCrunch, Sophos.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
.

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (4)

@umby Con tutto il porno in HTML5 questi se lo meritano tutto quello che prendono... :wink:
2-11-2017 21:47

Flash era talmente bucato che si sarebbe dovuto proibirne l'uso per legge ma vedo che anche solo il nome, indebitamente utilizzato, riesce a far danni... veramente notevole. Quoto comunque Maary79.
1-11-2017 16:48

{umby}
Purtroppo ci sono ancora siti porno che usano flash. E molti, pur di non riuscire a vedere le prodezze della pippona di turno, aiutati dall'incremento ormonale che sposta tutto il sangue nelle parti basse lasciando a secco il cervello, installano tutto! Purtroppo, sembrerebbe che i files "siano" recuperabili...... Leggi tutto
29-10-2017 15:07

O anche non installate Flash... :wink: ormai quasi tutti i video in rete non lo usano più. Per cui perché rischiare...anche di non averlo aggiornato.
28-10-2017 23:36

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Cosa fai quanto ricevi una richiesta d'amicizia da una persona che non conosci?
Di solito accetto tutte le richieste d'amicizia. Più amici ho, meglio è
Accetto l'amicizia solo di persone con cui ho conoscenze in comune
Sui social, aggiungo come amici solo le persone che conosco personalmente

Mostra i risultati (792 voti)
Novembre 2017
iPhone X paralizzato dal freddo: lo schermo smette di funzionare
In prova: Amazon Fire Tv Stick - Basic Edition
iPhone X, campione di fragilità
Licenziato per aver detto la verità
Arriva il DVB-T2, dovremo cambiare il televisore: come scegliere quello giusto
Windows 10 non sarà più gratuito
Ottobre 2017
Youtuber svela l'iPhone X in anteprima e fa licenziare il padre da Apple
Amazon Key dà al corriere le chiavi di casa
Come far risorgere le app cancellate dal Fall Creators Update
Malware per violare i bancomat in vendita nel dark web
Ceo di GitHub: i programmatori sono condannati all'estinzione
Il ransomware per Android che blocca lo smartphone due volte
Il falso Adblock che ha ingannato decine di migliaia di utenti
Windows Media Player sparisce da Windows 10
Disqus violato, rubati i dati di 17,5 milioni di utenti
Tutti gli Arretrati


web metrics