Falla in macOS, chiunque può accedere senza password

E con i privilegi di root.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 30-11-2017]

falla macos password root

È al tempo stesso seria e imbarazzante la falla scoperta nella sicurezza di macOS High Sierra, l'ultima versione del sistema operativo per i Pc di Apple.

La scoperta si deve al programmatore Lemi Orhan Ergin, il quale ha notato che è possibile ottenere l'accesso a un qualunque Mac con High Sierra semplicemente indicando root come nome utente nella schermata di login e lasciando vuoto il campo della password.

Può essere necessario premere il tasto Invio più volte prima che avvenga il login, ma la falla è confermata: diversi altri utenti del sistema di Apple hanno provato e verificato il comportamento.

Una volta eseguito l'accesso come root (l'account di amministratore dei sistemi Unix-like come appunto macOS) si ottiene il pieno controllo sul Mac: sono al sicuro soltanto i file degli utenti che sono codificati con FileVault.

I diritti amministrativi consentono di compiere ogni genere di operazione, dall'installazione di malware al furto di dati non protetti, alla possibilità di apportare cambi ai file di sistema.

Nell'attesa che Apple rilasci una correzione, il primo consiglio per ogni utente di Mac è non lasciare incustodito il proprio computer, dato che per sfruttare questa debolezza di macOS è necessario avere l'accesso fisico al Pc.

Sondaggio
Devi indicare un indirizzo email per creare un account temporaneo su un sito Internet (ad esempio, per effettuare un ordine). Quale indirizzo email digiti?
Ho un solo indirizzo email che uso per tutte le registrazioni
Ho un indirizzo email che uso esclusivamente in queste situazioni
Uso l'indirizzo email dell'ufficio

Mostra i risultati (1061 voti)
Leggi i commenti (13)

Meglio ancora è attribuire una password all'utente root.

Per farlo è necessario aprire un terminale e digitare sudo su.

A questo punto macOS chiederà una password: occorrerà digitare quella dell'utente e premere Invio. In questo modo si ottengono i privilegi di root.

Il comando successivo è passwd: seguendo le istruzioni che appaiono a schermo è così possibile attribuire una password all'account root.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Apple risolve il bug imbarazzante di macOS

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
L'update di macOS che riapre la falla in High Sierra
MacOS X High Sierra, cambio utente troppo lento?
MacOS, pasticci e gaffe negli aggiornamenti a High Sierra e iOS 11
MacOS 10.13 High Sierra: aggiornamento importante ma non urgente
Milioni di Mac hanno un firmware vulnerabile
Falla in macOS High Sierra, password a rischio

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Eh ma PdB non si rende ben conto del fatto che il mondo evolve e muta... :wink:
5-12-2017 18:53

Anche le prime automobili della storia non avevano le chiavi per chiudere le portiere e per avviare il motore, ma credo che se si scoprisse che le portiere di una marca di automobili si aprono semplicemente agendo una decina di volte sulle maniglie senza utilizzare la chiave non penso che la casa costruttrice possa difendersi dicendo... Leggi tutto
4-12-2017 22:24

S Paolo Del Bene in effetti non una falla, una vera e propria voragine come suggerito da zero! :shock: :shock: :shock:
4-12-2017 19:30

piu' che falla la chiamerai "voragine"
1-12-2017 18:50

:shock: :shock: :shock:
1-12-2017 11:30

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual la pi grande inquietudine che hai a casa e che la domotica potrebbe risolvere?
Sentirsi insicuri in casa quando si l da soli.
Che le persone lascino le luci accese quando non serve.
Dimenticarsi se le porte sono state chiuse a chiave o se le finestre sono state chiuse a dovere.
Familiari anziani non autosufficienti quando in casa sono soli.
Preoccuparsi della sicurezza quando siamo lontani.
Perdere tempo a girare per casa ad accendere o spegnere le luci.
Preoccuparsi che le attrezzature della cucina (per esempio il forno) siano state lasciate accese accidentalmente.
Preoccuparsi che la casa sembri vuota quando siamo lontani.
Possibili incidenti nelle zone della casa che non sono adeguatamente illuminate durante la notte.
La casa troppo calda o troppo fredda per il dovuto comfort.

Mostra i risultati (880 voti)
Ottobre 2018
Violare WhatsApp? Basta una videochiamata
Microsoft: ecco perché l'Update di Windows 10 cancellava i file degli utenti
Microsoft getta la spugna e ritira l'aggiornamento di ottobre per Windows 10
Windows 10, attenti all'aggiornamento: potrebbe cancellare i documenti
Windows 10, arriva l'update di ottobre: ecco come aggiornare subito
WhatsApp, arriva la pubblicità
Migliaia di siti mobile accedono ai sensori dello smartphone senza informare l'utente
Settembre 2018
Demonoid offline da giorni, il proprietario è irreperibile
Virtual Desktop: Windows 10 diventa virtuale e si sposta nel cloud
Il bug in Firefox che manda in crash il browser (e spesso anche il sistema operativo)
Ex CEO di Google: tra dieci anni ci saranno due Internet
Il fallimento di Windows Store: un documento interno ne rivela la portata
Corruzione in Amazon: dipendenti pagati per cancellare le recensioni negative
Copyright, il sito di sottotitoli ITASA costretto a gettare la spugna
Windows 10 deciderà in autonomia quali file tenere e quali cancellare
Tutti gli Arretrati


web metrics