Yeti, la console di Google per giocare in streaming



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-02-2018]

google yeti console nexus player pad

Come sempre accade in questi casi, ancora non ci sono conferme ufficiali, eppure le indiscrezioni puntano tutte in un'unica direzione: Google starebbe preparando una console per videgiochi. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual il tuo tipo di videogioco preferito?
Arcade
Avventura
Azione
FPS
Gestionale
Gioco di ruolo
Guida
Party game
Picchiaduro
Platform
Puzzle
Rhythm game
Serious game
Simulazione
Sportivo
Strategia

Mostra i risultati (1195 voti)
Leggi i commenti
L'interesse del gigante di Mountain View per questo settore era già emerso nel 2015, quando nacque YouTube Gaming, servizio dedicato alla trasmissione in streaming (in diretta e in differita) di sessioni di gioco e considerato la risposta di Google a Twitch.

Ora, a quanto pare, le cose si fanno ancora più serie. Il progetto su cui Google sta lavorando si chiamerebbe Yeti e consisterebbe in un servizio analogo a PlayStation Now.

Pagando un canone mensile, con PlayStation Now è possibile accedere in streaming a un vasto catalogo di videogiochi: Yeti permetterebbe di fare lo stesso, e sarebbe pensato per funzionare al meglio con i Chromecast (anche se resta da capire in che modo gli utenti potranno collegare un controller) e con una console dedicata dal nome ancora imprecisato.

Offerte di questo tipo fanno sì che l'utente non debba necessariamente possedere una macchina da gioco particolarmente potente: tutta l'elaborazione avviene in remoto sui server dell'azienda che gestisce il sistema.

Google certamente possiede un'infrastruttura cloud sufficientemente robusta per poter soddisfare questo punto. Agli utenti non resta che di disporre di una connessione a Internet a banda molto larga e con pochissima latenza.

Ovviamente, dal punto di vista di Google (e anche di Sony) c'è un valore aggiunto non indifferente: una soluzione come Yeti o PlayStation Now, che funziona soltanto se l'abbonamento viene regolarmente pagato, mantiene in un certo modo legati i videogiocatori.

Una normale console domestica può essere usata anche offline, se non si è interessati al multiplayer; una volta acquistata, appartiene all'utente che può giocare e rigiocare finché vuole ai titoli comprati una volta sola.

Invece, un servizio su abbonamento deve essere continuamente rinnovato se si vuole continuare a giocare. Si capisce quindi perché tante aziende spingano verso il cloud computing, come anche Microsoft sta facendo con "l'ultima versione" di Office.

Stando alle voci di corridoio, il progetto Yeti è in gestazione da un paio d'anni e in teoria il lancio sarebbe già dovuto avvenire intorno allo scorso Natale, ma poi sarebbe stato rimandato per motivi ignoti.

La recente assunzione di Phil Harrison, che per 15 anni ha lavorato come dirigente nella divisione di Sony che si occupa della PlayStation e per tre anni in quella di Microsoft che si occupa di Xbox, pare proprio indicare che qualcosa si sta muovendo in questa direzione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Office 2019 sarà l'ultima versione e non funzionerà su Windows 7 e 8.1
La console portatile completamente open source
Il ritorno del Game Boy
Nintendo ci riprova con lo Snes Classic Mini
Crescono i videogiochi in Italia
I giochi per PlayStation 3 arrivano sui PC
Il NES torna nei negozi in versione mini
I terroristi usano le Playstation?
Il controller che trasforma l'iPhone in una PS Vita
900 giochi arcade nel browser disponibili gratuitamente
Videogiochi PlayStation 3 sui televisori Sony
Il videogioco che fa male davvero

Commenti all'articolo (1)

Ed questo il motivo per cui da me non avranno un centesimo, fino a che esisteranno giochi per PC stand alone forse, ogni tanto, un titolo me lo comprer, quando non ce ne saranno pi questi fenomeni del raggiro smetteranno di vedere i miei soldi. :twisted: Leggi tutto
11-2-2018 18:41

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il gadget del momento lo smart watch. Si indossa al polso come un orologio tradizionale ma consente di telefonare, mandare Sms, accedere al web, leggere l'email, postare su Twitter o Facebook, ascoltare la musica. Ne acquisteresti uno?
S, per leggere l'email / gli Sms / Facebook / Twitter o per ascoltare la musica senza dover utilizzare il telefonino.
No. Ho gi uno smart watch: il mio telefonino. Non sono interessato a un altro accessorio.
No. Non mi interessa leggere l'email o accedere al web dall'orologio. Preferisco che orologio e telefono siano separati.
No. E' una cavolata.
Non saprei.

Mostra i risultati (2606 voti)
Novembre 2018
Il Garante privacy boccia la fattura elettronica
Windows 10, ritorna l'October Update
Tim in piena tempesta: sfiduciato l'amministratore delegato Genish
Windows 10, aggiornamento problematico: non ricorda le associazioni dei file
Il bug di Windows 10 Pro che spinge gli utenti a passare alla versione Home
Il primo ibrido smartphone-tablet che si piega davvero
Microsoft abolisce il servizio Hotfix per Windows
Visita 9.000 siti a luci rosse dall'ufficio e infetta l'intera rete aziendale
Google si allea con iRobot per mappare le case degli utenti
Surriscaldamento globale entro 15 anni, per colpa dei Bitcoin
Ottobre 2018
IBM compra Red Hat Linux per 34 miliardi di dollari
La SIM che si connette direttamente a TOR
Adottando uno smart meter si può far calare la bolletta del 20 per cento
Ladri rubano una Tesla Model S armati soltanto di tablet e smartphone
Giovanissimi in fuga da Facebook
Tutti gli Arretrati


web metrics