La falla in uTorrent che permette ai siti di controllare i Pc dei visitatori



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-02-2018]

bug utorrent

Se siete utente di uTorrent, uno dei più popolari e apprezzati clienti BitTorrent, farete meglio ad assicurarvi di avere l'ultimissima versione, identificata dal numero 3.5.3.44352 (o una successiva).

Ogni versione precedente contiene un bug pericoloso, presente anche in uTorrent Web, che permette a qualsiasi sito web di controllare le funzioni principali dell'applicazione. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual è il primo dispositivo che utilizzi, la mattina?
Il cellulare
La Tv
La radio
Il computer
Il rasoio
La macchinetta del caffè
L'asciugacapelli

Mostra i risultati (3821 voti)
Leggi i commenti (15)
La falla è stata scoperta dal team del Project Zero di Google e, a detta degli esperti di sicurezza, non è difficile da sfruttare.

Quando l'utente visita un sito web malevolo e sul Pc è in esecuzione uTorrent (situazione normale, dato che uTorrent è impostato di default per avviarsi insieme a Windows), la falla consente al sito di compiere diverse azioni tramite il programma, tra cui scaricare software nella cartella di avvio di Windows.

In questo modo, ogni volta che il sistema viene avviato anche il codice impiantato dal sito viene eseguito. Inoltre, sempre grazie alla vulnerabilità i siti possono accedere a tutti i file scaricati e controllare l'intera cronologia dei download.

La versione 3.5.3.44352 di uTorrent è priva del bug, e nei prossimi giorni arriverà sui Pc di tutti gli utenti tramite il sistema automatico di aggiornamenti. Anche uTorrent Web è stato corretto.

Sarebbe comunque meglio che gli utenti si attivassero e installassero manualmente la versione corretta, poiché al di là della patch non esistono altri modi per mitigare la portata della vulnerabilità.

Chi fosse in possesso di una versione fallata di uTorrent e volesse vedere da sé il bug in azione, può utilizzare gli exploit preparati da Travis Ormandy di Project Zero.

Ormandy ne ha creato uno per uTorrent Web e due per l'app desktop: il primo causa il crash del programma, mentre il secondo è un po' più complesso e può impiegare qualche minuto per funzionare.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Con Seedr il torrent va sul cloud
Un futuro a pagamento per uTorrent?
Chrome blocca uTorrent: ''È un sito pericoloso"
uTorrent mina Bitcoin senza il consenso dell'utente
uTorrent, download più veloci e protezione dai DDOS
uTorrent aumenta la privacy dell'utente

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

ecco. tra l'altro, forse, il mio era un ricordo nascosto :lol: Leggi tutto
1-3-2018 21:23

Personalmente uTorrent non lo uso più da anni, quando ancora utilizzavo un client torrent ero passato da tempo a qBittorrent, ora non utilizzo più client torrent ma, per quel poco che mi serve, utilizzo questo. Non è gratuito ma ha comunque un costo irrisorio e permette di scaricare torrent senza tenere il PC acceso e rendendo molto più... Leggi tutto
24-2-2018 15:06

{Giowolf}
la pubblicità si può' togliere.. basta seguire una semplice procedura che trovate su internet.
23-2-2018 10:45

Uso su iMac con High Sierra µTorrent Version 1.8.7 (41339). Altri aggiornamenti non disponibili. Ho lo stesso problema che hanno i sistemi Windows?
23-2-2018 09:41

E infatti, già qualche anno fa: uTorrent mina Bitcoin senza il consenso dell'utente (anche se BitTorrent Inc ha sempre smentito la cosa) Leggi tutto
22-2-2018 15:56

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Dove e come sei solito vedere i film?
Al cinema.
A casa, quelli trasmessi in Tv.
A casa, sul Pc.
A casa, con un lettore multimediale.
Ovunque, sul cellulare (oppure iPad / iPod / lettore Mp3)

Mostra i risultati (3458 voti)
Marzo 2021
Hard disk a confronto con SSD nei data center
Sciami di router nelle nostre case conoscono la nostra posizione
Febbraio 2021
Nuovi Mac, gli SSD durano pochissimo
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Minori su Tik Tok, accesso con Spid?
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 5 marzo


web metrics