Utenti tedeschi pagati per consumare elettricità



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-03-2018]

francoforte energia elettrica

I detrattori delle energie rinnovabili affermano - non senza qualche ragione - che molte di queste fonti sono inaffidabili: l'eolico ha bisogno di vento costante, il solare non può funzionare di notte e via di seguito. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual è il tuo approccio con la tecnologia?
La ostacolo con tutte le mie forze: porta solo guai, inquinamento, distruzione e guerra. Il mio stile di vita ideale e' quello degli Amish della Pennsylvania.
Sono poco interessato, uso le macchine al minimo indispensabile, e solo per l'utilizzo pratico. Per esempio, uso il telefono per comunicare, l'auto per muovermi sulle lunghe distanze e il computer per fare strani calcoli elaborati.
La tecnologia non e' buona o cattiva, essa si limita a fornirci degli strumenti piu' potenti. Se vengono usati a fin di bene o male, il merito o la colpa sono solo nostri.
Amo circondarmi di macchinette che fanno cose fino a ieri impensabili. Essere aggiornato e' per me un sottile godimento, per certi versi una piacevole dipendenza.

Mostra i risultati (3564 voti)
Leggi i commenti (8)
Tuttavia, questo è solo un lato della medaglia. L'altro lato è quello dimostrato dalla Germania, dove il costo dell'energia negli ultimi anni è calato tanto che, a volte, capita che il prezzo sia addirittura negativo: in pratica, gli utenti della rete elettrica vengono pagati per consumare.

Era già capitato a metà 2016 che la produzione di energia da fonti rinnovabili, a causa di una concomitanza di fattori, fosse tanto abbondante da far spegnere le centrali a gas e calare i prezzi fino a farli diventare negativi.

Da allora, l'eventualità è diventata un'occorrenza, se non quotidiana, quantomeno abbastanza frequente: per esempio, durante l'interno fine settimana di Natale del 2017 la Germania ha avuto un "surplus" di energia (causato da clima mite e venti decisi, oltre a una minore domanda) che ha fatto precipitare i costi.

Attualmente, la Germania soddisfa circa il 12% del proprio fabbisogno elettrico quotidiano tramite l'energia eolica, ma nelle giornata ventose facilmente tale cifra si moltiplica.

I vecchi impianti a carbone, però, non si possono spegnere con facilità, e restano in funzione: così l'energia viene comunque prodotta, la disponibilità aumenta e il prezzo scende.

Come risultato, lo scorso 24 dicembre i maggiori consumatori di energia si sono visti pagare oltre 50 euro per megawattora consumato.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La centrale elettrica che brucia vestiti H&M
La strada che ricarica le automobili che passano
Finlandia, il partito dei Verdi a favore del nucleare
La Francia inaugura la prima strada solare
Una centrale solare sulle rovine di Chernobyl
Troppa energia rinnovabile, bollette in negativo in Germania

Commenti all'articolo (4)

Ecco infatti. Pure io sono trasalito alla lettura della premessa dell'articolo, assolutamente contraria alla realta' dei fatti. C'e' una disinformazione assoluta sulle energie rinnovabili, e dato che si tratta di applicare elementari leggi della fisica e termodinamica, resta l'impressione che a monte le fake news siano eterodirette da... Leggi tutto
29-3-2018 03:21

In Italia invece il costo dell'energia elettrica continua crescere smodatamente qualsiasi cosa succeda... :roll:
10-3-2018 15:17

Veramente la Germania sta AUMENTANDO il consumo di fossile, grazie al ricorso alle inaffidabili energie "alternative" https://wattsupwiththat.com/2017/03/13/renewable-energy-what-is-the-cost/
8-3-2018 17:27

Notizia davvero interessante, il titolo è però un po' fuorviante. In fin dei conti, in Germania e nei periodi favorevoli di eccedenza, vengono "rimborsati" 5 ct di euro per Kilowattora consumato. Preferisco ragionare infatti con grandezze consone all'ambito domestico. Non so come funzionino esattamente le cose in Germania, ma... Leggi tutto
8-3-2018 15:04

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Annunci come quello di NVIDIA sull'appliance GRID per il Cloud gaming suggeriscono che il fenomeno stia acquisendo rilevanza, ma storie di insuccesso come OnLive sembrano indicare mancanza di trazione tra gli utenti. Hai qualche esperienza in merito?
Sì, e sono stato soddisfatto
Sì, ma sono rimasto deluso
No, ma penso che possa avere successo
No, e fallirà perché ci sono alternative più interessanti per videogiocare

Mostra i risultati (135 voti)
Settembre 2018
Il fallimento di Windows Store: un documento interno ne rivela la portata
Corruzione in Amazon: dipendenti pagati per cancellare le recensioni negative
Copyright, il sito di sottotitoli ITASA costretto a gettare la spugna
Windows 10 deciderà in autonomia quali file tenere e quali cancellare
L'Europarlamento approva la riforma del diritto d'autore, il web teme la censura
Falla 0-day in Windows, i cybercriminali hanno iniziato gli attacchi
Volete tenere Windows 7? Il prezzo continuerà a crescere
Tor Browser 8.0, più facile da usare e più abile nell'aggirare la censura
Salvati dallo smartwatch: il monitoraggio della salute ha già salvato la vita a due uomini
iPhone XS e Apple Watch Serie 4, le prime foto trapelate in rete
Falla 0-day in Windows, ecco la correzione. Ma non proviene da Microsoft
Agosto 2018
Falla 0-day in Windows 10 consente di ottenere il controllo sul Pc
Tagliato fuori da Galileo, il Regno Unito si costruirà un proprio GPS
Black Hat 2018, svelata vulnerabilità imbarazzante
Windows 10 nasconde una versione "Universale" di Esplora File. Ecco come attivarla
Tutti gli Arretrati


web metrics