Chrome ti avvisa se visiti un sito che consuma troppi dati

Utile per le connessioni mobili.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-07-2018]

chrome data capping

Mentre nelle abitazioni ormai sono diffuse quasi soltanto connessioni flat, per chi naviga da smartphone, tablet o laptop il consumo di dati è un limite con cui fare i conti.

Google lo sa, e nella versione di sviluppo di Chrome (quella disponibile attraverso il canale Canary) ha introdotto una nuova funzione, denominata Heavy Page Capping.

Detta funzione è disabilitata per impostazione predefinita ma, quando viene attivata manualmente (scrivendo nella barra degli indirizzi chrome://flags/#enable-heavy-page-capping e agendo sul comando) avvisa l'utente quando la pagina web visualizzata sta usando molti dati.

Heavy Page Capping offre due modalità: Standard e Low.

Nel primo caso la soglia oltre la quale appare l'avviso non è specificata, mentre nel secondo l'allarme scatta non appena si supera 1 Mbyte. Contestualmente, viene offerta la possibilità di interrompere il caricamento della pagina.

Sondaggio
Quale tra questi due candidati assumeresti?
Il primo ha più esperienza e competenze specifiche.
Il secondo è particolarmente brillante e ha un grande potenziale.

Mostra i risultati (1126 voti)
Leggi i commenti (2)

L'opzione non funziona con i siti di video, per motivi evidenti, e quando lo sviluppo sarà terminato sarà disponibile per tutte le versioni di Chrome: Windows, Mac, Linux, ChromeOS e Android.

heavy data capping

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Tutti i giga consumati? Potrebbe essere colpa dello strano bug di Google News

Commenti all'articolo (1)

Strana scelta, sarebbe comunque utile saperlo, forse bisognerà solo attendere la release definitiva... Leggi tutto
21-7-2018 15:30

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il tuo linguaggio di programmazione preferito, tra questi?
PHP
Java
C#
VB.Net

Mostra i risultati (1305 voti)
Gennaio 2022
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Il nuovo, vecchio e doppio laptop di Cassandra
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 18 gennaio


web metrics