iOS 12, i ragazzini hanno già scoperto come aggirare le limitazioni di tempo

Screen Time dovrebbe impedire di giocare troppo a lungo. Ma i bambini sono più furbi.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-10-2018]

ios 12 screen time aggirato

iOS 12, la più recente versione del sistema operativo di Apple per iPhone e iPad, contiene una funzione che vuole essere d'aiuto ai genitori: Screen Time.

Chi teme che i propri figli passino troppe ore davanti allo schermo può impostare un limite che, trascorso un certo periodo di tempo, blocchi l'accesso a determinate app (come i giochi).

Il guaio è che, a poco più di una settimana dal rilascio di iOS 12, i ragazzini hanno già scoperto come aggirare Screen Time, scovando due modi.

Il primo è tanto semplice da essere imbarazzante per i programmatori di Apple, in quanto avrebbero dovuto prevederlo: è sufficiente cambiare la data e l'ora dell'iPhone per poter vanificare completamente il blocco.

Il secondo è un po' più laborioso ed è stato rivelato su Reddit: un bambino di sette anni s'è ingegnato al punto da capire come fare per giocare più del tempo concessogli.

Sondaggio
Un collaboratore di Zeus News ci ha posto il quesito: "Mio figlio ha ormai 8 anni, che grosso modo è l'età in cui io ho ricevuto il Commodore 16 (avevo 9 anni). Lui per Natale vorrebbe un tablet. Che cosa gli regalo?" Secondo voi, è meglio regalare...
Un tablet
Un notebook
Un Pc
Un Commodore 16
Qualcos'altro

Mostra i risultati (2502 voti)
Leggi i commenti (28)

«Quando finisce il tempo a disposizione» - scrive il genitore - «e i giochi vengono bloccati, apre l'App Store, scarica un gioco che era già stato installato (ma poi rimosso) tramite l'icona a forma di nuvola, ed esso funziona senza alcun limite! Che posso dire... Non sono nemmeno arrabbiato. È notevole».

Naturalmente, ora che questi metodi sono diventati pubblici, è probabile che Apple rilasci a breve una patch correttiva.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (5)

Non so se funzioni meglio che per l'altra cosa che fa diventare ciechi... :wink:
6-10-2018 14:40

si può provare col ... troppo tempo a giocare allo smartphone fa diventare ciechi!
6-10-2018 14:36

Beh, a me, francamente è capitato di vedere dei genitori che, pur di evitare di essere sollecitati dai figli o per evitare di doverli seguire in continuazione li mollavano di fronte ad un videogioco o ad uno smartphone per ore. Ora si fa un pochino fatica a fargli capire che stare attaccati ad un videogioco per ore non è sano.... Poi... Leggi tutto
30-9-2018 18:53

Penso che la questione sia un po' diversa. I bambini amano giocare e variare continuamente il gioco. In passato la tecnologia era esterna alla famiglia, quindi quando si era a casa il gioco era finito. Adesso, invece, la tecnologia è sempre più pratica e facile da usare. Tremo al pensiero di dispositivi indossabili. Riguardo alla... Leggi tutto
29-9-2018 21:44

E' inutile cercare di porre limitazioni, per i genitori sarebbe molto meglio riuscire a gestire queste cose costruendo un rapporto tale per cui i ragazzini non sentano la necessità di giocare continuamente con smartphone e simili... invece, sovente, accade il contrario. :roll:
29-9-2018 15:21

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Fidanzati sospettosi o inguaribili diffidenti, qual è la vostra arma preferita tra quelle che Facebook mette a disposizione di voi gelosoni per controllare il vostro partner?
I cuoricini in bacheca: un segno per far sentire sempre e dovunque la propria presenza, nonché un espediente per marcare il territorio del partner.
L'applicazione "Chi ti segue di più?": bisogna convincere il partner a usare questa applicazione (apparentemente innocua) per scovare eventuali vittime da annotare sulla propria black list.
Facebook Places: permette di taggare compulsivamente il partner e rendere noto al mondo intero il fatto che lei e il suo lui si trovano sempre insieme.
L'auto tag nelle foto: indispensabile strumento per essere certi di ricevere notifiche qualora un'altra persona osasse commentare o piazzare "Mi piace" alle foto del/della partner.
I commenti minatori: il simpatico approccio ossessivo-compulsivo verso chi tagga il partner o ne invade la bacheca. Di solito consiste in un discreto: "Che bello il MIO amore!"
Il profilo Facebook in comune: un unico profilo scoraggia anche il più audace dei rivali dal tentare un approccio.
La password nota al partner: Della serie: "Amore, se non mi nascondi niente allora posso avere la tua password?". Nessun messaggio di posta, commento o notifica è al sicuro.
Il tasto "Rimuovi dagli amici": una volta in possesso della password del partner, qualsiasi rivale dalla foto profilo provocante o la cui identità è sconosciuta verrà subito rimosso dagli amici.
La trappola: spacciandosi per il partner (password nota), si inizia a contattare i presunti rivali e testare le loro intenzioni con domande e allusioni per far cadere in trappola anche i più astuti.
Il Mi piace minatorio: post, foto, tag, nuove amicizie sono regolarmente marchiati da un Mi piace del partner. Dietro una parvenza di apprezzamento, dimostrano quanto in realtà NON piaccia l'elemento.

Mostra i risultati (414 voti)
Novembre 2022
L'app per scaricare l'intera Wikipedia (e non solo)
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
La truffa del cosmonauta bloccato nello spazio
Windows 11, inizia la seconda fase degli update
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 30 novembre


web metrics