WhatsApp, arriva la pubblicità

I primi banner appariranno nella schermata dello stato.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-10-2018]

whatsapp pubblicita

Libera da pubblicità a fronte di un piccolo pagamento annuale: così era WhatsApp agli inizi per espresso desiderio dei suoi creatori, Brian Acton e Jan Koum.

Poi arrivò Facebook, e le cose iniziarono a cambiare: sparì la necessità di pagare una quota, WhatsApp divenne gratuita e tutti furono felici.

Ora però sembra arrivato il momento di un nuovo cambiamento: secondo le fonti di WABetaInfo, in una delle prossime versione dell'app la schermata dello stato includerà dei banner pubblicitari.

Non si tratterebbe neppure di una novità: Facebook - ha rivelato di recente lo stesso Brian Acton - avrebbe pensato di inserire la pubblicità in WhatsApp fin da prima dell'acquisizione, quando ancora stava valutando la convenienza dell'operazione, ma avrebbe poi deciso di procedere con estrema cautela per non alienarsi gli utenti.

E proprio questo comportamento avrebbe spinto i fondatori a lasciare l'azienda, in maniera simile a quanto più di recente è avvenuto con i creatori di Instagram.

Sondaggio
Numerosi utenti lamentano disservizi con i coupon-sconto. Quale di questi inconvenienti giudichi più grave?
La difficoltà nell'ottenere i rimborsi (o l'avere come rimborso un altro coupon anziché i soldi).
Non avere un livello adeguato di assistenza al cliente.
L'impossibilità di prenotare un servizio nonostante si sia acquistato il voucher (a causa di scarsa disponibilità da parte di chi eroga quel servizio).
Il trattamento diverso, da parte di chi eroga il servizio, nei confronti di chi paga con un coupon rispetto agli altri clienti.
Il ritardo nella consegna dei prodotti.
La non corrispondenza dell’acquisto effettivo con l’offerta iniziale.
La mancanza di modalità specifiche per i reclami.
Il fatto che l'esercizio per il quale si è acquistato il voucher ha chiuso o il servizio non è più attivo.
La mancata emissione della ricevuta fiscale da parte dei portali.
Non ho mai riscontrato alcuno di questi inconvenienti.

Mostra i risultati (967 voti)
Leggi i commenti (3)

La questione non riguarda soltanto la presenza di una nuova scocciatura da parte degli utenti: coinvolge anche il fatto che le chat saranno con ogni probabilità usate come fonte di informazioni per inviare pubblicità mirate a ciascuno.

I banner migliori sono infatti quelli che hanno a che fare con gli interessi dell'utente: per questo motivo le pubblicità che vediamo nel web tendono a rispecchiare la nostra cronologia di navigazione.

Un annuncio pubblicitario in WhatsApp potrebbe quindi rispecchiare gli argomenti di cui s'è parlato nelle chat, anche se in teoria la crittografia end-to-end introdotta qualche tempo fa dovrebbe impedire a chiunque, anche a Facebook, di mettervi il naso.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
WhatsApp conferma: presto nello ''Stato'' ci sarà la pubblicità
I co-fondatori di Instagram lasciano Facebook
WhatsApp conferma: i messaggi conservati su Google Drive non sono crittografati
WhatsApp, così le immagini imbarazzanti resteranno fuori dalla galleria
Facebook Messenger, utenti irritati per i video pubblicitari con l'autoplay
Facebook compra Whatsapp per 19 miliardi di dollari
WhatsApp smentisce: non venderemo a Google
WhatsApp, arriva il canone anche su iPhone
No, Whatsapp non fa sconti agli utenti molto attivi

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

Francamente, leggendo l'articolo, non se ne parla nemmeno e io avrei dei fondati dubib che chi ha pagato l'abbonamento a suo tempo l'abbia pagato a piangere (IMHO)...
1-11-2018 15:52

Idem. Che almeno ripristinino l'abbo a chi aveva gia' pagato. Leggi tutto
1-11-2018 13:09

Infatti anch'io ritengo Telegram assai più versatile di WA e, in più, non è nemmeno di proprietà dello zuccherone... :wink:
7-10-2018 10:22

io per una pagina facebook di cui sono amministratore insieme a diverse altre persone e una ventina in totale di collaboratori abbiamo una chat su Telegram. Funziona molto meglio. In particolare la possibilità di avere contemporaneamente più dispositivi che ricevono il segnale, mentre con WA hai solo lo smarphone e un pc sulla stessa... Leggi tutto
7-10-2018 10:17

Assolutamente d'accordo sul "o banner o pagamento" ma, da quest'articolo, mi par di capire che la scelta non sia possibile ma sia disponibile solo l'opzione 1 o la disinstallazione di WA e il passaggio a Telegram: opzione, quest'ultima, vivamente consigliata a tutti! :wink: Leggi tutto
5-10-2018 18:04

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Scegli una risposta e poi leggi questa pagina.
E' nato prima il telefono
E' nato prima il fax

Mostra i risultati (1750 voti)
Dicembre 2018
Il (brutto) maglione delle feste col logo di Windows 95
Il malware che cancella gli hard disk ricomincia a far vittime in Italia
False scatole di Amazon per arrestare i ladri di pacchi
Italia, carta d'identità obbligatoria per iscriversi ai social network
Mail di porno-estorsione, versione italiana: siamo ai saldi
L'open Internet rischia di chiudersi
Robot di Amazon manda all'ospedale 24 dipendenti
Le aziende si preparano a sostituire il Wi-Fi con reti 5G private
Lo smartphone con Linux e KDE che non è un telefono cellulare
Hacker viola 50.000 stampanti per invitare tutti su un canale Youtube
Novembre 2018
Facebook e il caso dei messaggi zombie
Malware nei portatili Lenovo, utenti risarciti con 7,3 milioni di dollari
Gioca dal vivo a PUBG e uccide l'amico
Amazon, nomi e indirizzi email degli utenti rivelati per errore
Bethesda e la patch da quasi 50 gigabyte per Fallout 76
Tutti gli Arretrati


web metrics