Sai che cos'è il phishing? Allora hai più probabilità di cascarci

Chi è meno informato più facilmente si salva.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-11-2018]

studenti phishing

Un recente studio condotto all'Università del Maryland, basato su dati ottenuti da IBM, sostiene una tesi controintuitiva: più si è informati sulle tecniche di social engineering, più facilmente si diventa vittime di phishing.

I ricercatori sono partiti dal fatto - ricavato dai dati - che il 95% degli incidenti di sicurezza è da attribuirsi a una causa umana: in altre parole, se qualcuno riesce a intrufolarsi in un computer o in una rete quasi certamente qualcuno - in buona fede - ha commesso qualche errore e ha spalancato la porta.

Basandosi su questo assunto hanno ideato un test: hanno ideato tre diversi attacchi di phishing, con i quali hanno bersagliato un totale di 1.350 persone, studenti dell'Università.

Il primo attacco appariva come la ricevuta di un acquisto via PayPal, invitando a inserire i propri dati per completare l'ordine. Il secondo si mascherava da messaggio relativo a Quadmania, un evento legato all'Università: millantava la vincita, da parte del destinatario, di un buono da 100 dollari spendibile su Amazon.

Il terzo, invece, fingeva di provenire dal Dipartimento IT dell'Università e chiedeva al destinatario di verificare le proprie credenziali nel sistema informatico scolastico entro 48 ore.

Il 92% di questi ha aperto almeno un'email di phishing, e il 59% ha cliccato su uno dei link contenuti.

I dati più interessanti riguardano quali studenti sono stati i più propensi ad abboccare alla truffa (fortunatamente simulata).

Sondaggio
Per quale servizio collegato a un prodotto per la smart home saresti più disposto a pagare fino a 15 euro al mese?
Lo scongiurare dei guasti dei prodotti smart, per esempio lavastoviglie, connettendoli ai fabbricanti, in modo da identificarli e anticiparne qualsiasi problema.
Collegamento alla compagnia assicuratrice che interviene in caso di allagamento, intrusione o allarme quando non sono in casa.
Assistenza nella vita di tutti i giorni per gli anziani.
Collegamento dei dati relativi alla salute al medico o al reparto ospedaliero per il monitoraggio dei parametri vitali chiave.
Collegamento alla società di sicurezza che intervenga quando l'allarme si spegne.
Nessuno di questi

Mostra i risultati (868 voti)
Leggi i commenti (8)

«Contrariamente a quanto ci aspettavamo» - spiegano gli autori dello studio - «abbiamo notato una maggiore propensione a cadere nel tranello da parte degli utenti con una maggiore conoscenze e consapevolezza di che cosa sia il phishing».

«Gli studenti che sostengono di conoscere la definizione di phishing erano più propensi a cascarci rispetto ai loro compagni che erano appena consapevoli dell'esistenza degli attacchi di phishing, e tutti e due i gruppi erano più propensi di quelli che nemmeno sapevano che cosa fosse il phishing» si legge ancora.

I ricercatori non hanno una spiegazione immediata per questi risultati. Ipotizzano però che gli studenti più consapevoli abbiano «sovrastimato» le proprie conoscenze e capacità, e così siano abboccati più facilmente all'amo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Microsoft spammerà consigli non richiesti agli utenti di Office 365
Diventare hacker con meno di 2 euro. Grazie alle offerte speciali del dark web
Lo spear phishing
Lucchetto chiuso, icona sempre più usata dai truffatori online
Manderesti le tue foto osé a Facebook per prevenire il revenge porn?
Il fattore umano: oltre il clima aziendale
Airline phishing
L'attacco phishing ''Enable Macro''
Lo strumento più usato per l'hacking? L'e-mail

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 20)

Presentata così, non è una "tesi controintuitiva", ma una pura e semplice sciocchezza: la facilità di diventare vittima del phishing non è crescente con la conoscenza delle tecniche di social engineering, come erroneamente ripreso dall'articolo di ZeusNews, ma è a "campana dissimmetrica a sinistra" ossia con una coda... Leggi tutto
6-12-2018 15:45

In generale quando il bot che lancia le mail di pishing sente che c'è una risposta considera l'indirizzo utilizzato funzionate ed attendibile per cui lo conta fra quelli che abboccano. Più in particolare per fare ciò che fai tu utilizzerei un PC di test formattabile senza problemi o una macchina virtuale a scanso di eventuali altri... Leggi tutto
24-11-2018 14:20

Tranquillo, non credo che riuscirei mai ad imparare, piuttosto posso vedere cosa accade al sistema quando uno di quei cosi lo attacca, cosa che non ho mai visto.
23-11-2018 15:00

no ma non è che volessi insegnarti - era per dire che è possibile farlo, se il browser è vulnerabile (ovvero potenzialmente qualunque browser non aggiornato)
23-11-2018 13:03

E' complicato, devi partire da cose più facili, tieni presente che nonho IE8, al massimo ho l'IE che c'è dentro W10, che manco so che versione è (l'ultima presumo).
23-11-2018 11:28

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il numero di multe per l'utilizzo di smartphone alla guida è aumentato del 18% nel primo semestre 2017. Il direttore del servizio di Polizia Stradale propone il ritiro della patente fin dalla prima infrazione, con una sospensione di un minimo di 15 giorni. Sei d'accordo?
No

Mostra i risultati (1743 voti)
Aprile 2019
Galaxy Fold, lo schermo pieghevole si rompe quasi subito
È possibile rilevare telecamere nascoste in una camera d'albergo?
La falla in IE che vi ruba i dati anche se non lo usate
Windows, gli aggiornamenti di aprile bloccano i PC con Avast e Sophos
Arrestato Assange, il commento di Paolo Attivissimo
Assange arrestato: ecco cosa rischia
Windows XP, anche l'ultima versione supportata getta la spugna
Nessuno usa la rimozione sicura USB: cambia la policy di Windows
La VPN per chi non sa che cosa sia una VPN
Facebook, i dati di mezzo miliardo di utenti accessibili pubblicamente
Anche Nokia ha il suo smartphone col buco
Asus, utenti attaccati tramite aggiornamenti di sistema
Marzo 2019
L'estensione che ripristina i risultati censurati da Google
UE, approvata la riforma del diritto d'autore, compresi gli articoli 11 e 13
Tecnico IT licenziato si vendica cancellando 23 server
Tutti gli Arretrati


web metrics