Sextortion, rilevata una nuova ondata di email truffa, anche in italiano



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-04-2019]

sextortion

ESET, produttore di software per la sicurezza digitale, avvisa gli utenti di una nuova ondata di messaggi fraudolenti di posta elettronica che cercano di estorcere denaro con l'ormai tristemente nota tecnica denominata sextortion.

Il criminale informatico autore della mail dichiara di aver violato il dispositivo della vittima designata filmando la persona mentre guardava contenuti pornografici.

L'e-mail afferma anche che nel video non soltanto si vede il comportamento dell'utente davanti alla webcam, ma anche quali filmati sono stati riprodotti, e per evitare che tali informazioni diventino pubbliche chiede un riscatto.

Alla vittima viene chiesto di pagare entro 48 ore dall'apertura dell'email; in caso contrario il cybercriminale invierà il video incriminante a tutti i contatti che - sostiene - è riuscito a rubare dal dispositivo infetto.

Nelle precedenti ondate di spam i messaggi di sextortion erano per lo più in inglese; negli ultimi giorni sono invece emerse nuove localizzazioni e sono state individuate anche mail con il testo in italiano - circa mille al mese nell'ultimo trimestre - in cui si chiede un riscatto di 530 euro.

Simili truffe via e-mail non sono nuove, ma ciò che distingue l'ennesima ondata di sextortion - spiega ESET - è l'efficacia delle tecniche di ingegneria sociale adoperate, soprattutto grazie alla leva psicologica esercitata sugli utenti che guardano segretamente contenuti pornografici sui propri dispositivi.

Gli esperti tuttavia ribadiscono che si tratta di email truffa e ricordano alcune regole da seguire in questi casi:

1. Agire con calma ed evitare passaggi affrettati: non rispondere alla email truffa, non scaricare allegati, non fare clic su righe contenenti link e certamente non inviare denaro.

Sondaggio
In Islanda, paese protestante con 320.000 abitanti tutti on line, nei mesi scorsi si è molto parlato di una legge che proibisca completamente la pornografia on line (quella stampata è già proibita) attraverso filtri centralizzati. Secondo te...
E' giusto. Anche in Italia si dovrebbe fare lo stesso.
Non è giusto, perché limita la libertà.
E' giusto, ma tanto ci sarà chi riuscirà ugualmente a scaricare materiale pornografico.
Ci sono problemi molto più importanti.
Aumenteranno ancora di più i suicidi e gli alcolizzati

Mostra i risultati (4975 voti)
Leggi i commenti (41)

2. Se un criminale informatico elenca la password effettiva dell'utente - che potrebbe figurare in un database di account compromessi come il tanto discusso Collection #1 - è consigliabile cambiarla e attivare l'autenticazione a due fattori su quel servizio.

3. Eseguire la scansione del dispositivo con un software di sicurezza affidabile in grado di rilevare infezioni reali e altri problemi, come l'uso improprio della webcam integrata nel dispositivo.

Nell'immagine qui sotto, un esempio dei messaggi di sextortion.

ESET Sextortion

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Sextortion, cosa fare se il truffatore ha davvero un vostro video intimo
Sextortion su Facebook: ricattava donne facendosi dare le risposte alle domande di sicurezza
Sextortion, il ricatto a sfondo sessuale che usa le vere password degli utenti

Commenti all'articolo (5)

quella che avevo ricevuto io qualche mese fa era simile ma non uguale in sostanza diceva: - so tutto di te, ho tutti i tuoi dati - ma non mi chiamava nemmeno per nome - ho installato un malware sul tuo computer - fingiamo un attimo di dimenticare che ho Linux - ti ho filmato mentre guardavi un filmato - attraverso il quadratino di... Leggi tutto
18-4-2019 10:29

O anche: [img:38d150e298]https://i.imgur.com/0nElKxZ.png[/img:38d150e298] :rolling: :sbonk: Bellissimo quando scrive: Ma è un'immagine allegata alla mail. :bllbllbll: Leggi tutto
17-4-2019 15:22

Per esempio: [img:6bf08f2d9f]https://i.imgur.com/3Dkcviv.png[/img:6bf08f2d9f] :sbonk: :sbonk: :sbonk: :sbonk: :sbonk:
17-4-2019 15:17

ricevuta anche io. nel numero qualcuno ci casca - magari anche qualcuno che non ha nemmeno la webcam :roll:
12-4-2019 16:46

Puntualmente ricevuta su un indirizzo di libero che non utilizzo più. Evidentemente il truffatore ha avuto accesso al db sottratto al server di libero qualche anno fa perché ha inserito come mittente un indirizzo che era compreso tra i destinatari delle mie mail dell'epoca. Che dire... chi ha un minimo di dimestichezza con la rete... Leggi tutto
12-4-2019 10:08

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Chi di questi 10 non ha meritato il premio Nobel per la Pace?
Elihu Root, segretario di Stato USA, vincitore nel 1912, indagato per la repressione degli indipendentisti filippini.
Aristide Briand, politico francese, vincitore nel 1926, nonostante molti sostengano che gli accordi da lui voluti abbiano portato la Germania a tentare la successiva espansione verso est.
Frank Kellogg, vincitore nel 1929: la sua idea per evitare le guerre fu sconfessata di lì a breve dalla politica tedesca.
Carl von Ossietzky, giornalista tedesco, vincitore nel 1935 per aver rivelato la politica tedesca di riarmo in violazione dei trattati. Meritava il premio, ma la tempistica fu pessima: venne deportato in un campo di concentramento.
Nessuno: nel 1948 il premio non venne assegnato. Sarebbe potuto andare a Mohandas Ghandi, ma era stato assassinato e il Comitato non permise che il premio fosse assegnato alla memoria.
Henry Kissinger e Le Duc Tho, vincitori nel 1973 per aver negoziato il ritiro delle truppe USA dal Vietnam. Il primo però approvò il bombardamento contro la Cambogia; il secondo rifiutò il premio.
Yasser Arafat, Shimon Peres e Yitzakh Rabin, vincitori nel 1994, sebbene gli accordi di Oslo abbiano avuto effetti molto brevi.
Kofi Annan e le Nazioni Unite, vincitori nel 2001, investigato nel 2004 per il coinvolgimento del figlio in un caso di pagamenti illegali nel programma Oil for Food.
Wangari Muta Maathai, vincitrice nel 2004, convinta che il virus HIV sia stato creato in laboratorio e sfuggito per errore.
Barack Obama, vincitore nel 2009, appena eletto presidente degli USA.

Mostra i risultati (1706 voti)
Aprile 2019
È possibile rilevare telecamere nascoste in una camera d'albergo?
La falla in IE che vi ruba i dati anche se non lo usate
Windows, gli aggiornamenti di aprile bloccano i PC con Avast e Sophos
Arrestato Assange, il commento di Paolo Attivissimo
Assange arrestato: ecco cosa rischia
Windows XP, anche l'ultima versione supportata getta la spugna
Nessuno usa la rimozione sicura USB: cambia la policy di Windows
La VPN per chi non sa che cosa sia una VPN
Facebook, i dati di mezzo miliardo di utenti accessibili pubblicamente
Anche Nokia ha il suo smartphone col buco
Asus, utenti attaccati tramite aggiornamenti di sistema
Marzo 2019
L'estensione che ripristina i risultati censurati da Google
UE, approvata la riforma del diritto d'autore, compresi gli articoli 11 e 13
Tecnico IT licenziato si vendica cancellando 23 server
Facebook, le password di centinaia di milioni di utenti salvate in chiaro: cambiatele
Tutti gli Arretrati


web metrics