L'occhio dell'antitrust europeo sulla criptovaluta di Facebook

La UE teme che Libra spazzi via la concorrenza.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-08-2019]

libra antitrust ue

Non è soltanto il governo americano a essere preoccupato per Libra, la criptovaluta ideata da Facebook, tanto da aver convinto il social network a procedere con maggiore lentezza nel rendere disponibile la novità.

Stando a quanto riporta Bloomberg anche l'Unione Europea sta seguendo con attenzione gli sviluppi, e in particolare è l'antitrust a volerci vedere chiaro.

La Commissione sta infatti «attualmente valutando la possibilità di un comportamento anti-competitivo» da parte della Libra Association e a scapito dei concorrenti.

In altre parole, le autorità di Bruxelles temono che l'ampio supporto di cui gode Libra prima ancora di essere disponibile faccia in breve tempo piazza pulita di ogni alternativa una volta che essa sarà diventata un mezzo di pagamento accettato.

Libra potrebbe essere la causa di «potenziali limitazioni alla concorrenza», preoccupazione che si aggiunge a quella oggetto di un'altra indagine preliminare della UE attualmente in corso, quella riguardante la possibilità che Facebook possa utilizzare il proprio "peso" per mettere all'angolo le app rivali.

Sondaggio
In quale di questi campi necessiti di maggiore aiuto per il tuo business online personale o aziendale?
SEO, ranking e analytics.
Link Html, generazione sitemap, metatag e generazione QR Code.
Logo, foto, grafica e temi.
Progettazione del sito e organizzazione.
Normativa fiscale.
Soluzioni di pagamento, Paypal e Google Merchant.
Business plan.
Creazione del negozio virtuale o dell'app.
Pagina Facebook collegata.
Pagine di affiliazione.

Mostra i risultati (379 voti)
Leggi i commenti (2)

Sia la Commissione che Facebook hanno preferito non commentare la notizia, ma è certo che quando l'indagine arriverà a conclusione le reazioni non si faranno attendere.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La Francia non vuole Libra in Europa
La criptovaluta di Facebook è una manna per gli scammer
Libra, la criptovaluta di Facebook, ufficialmente al via con il wallet Calibra
Visa, Mastercard e PayPal partecipano alla criptovaluta di Facebook

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 14)

@utente anonimo Il Telegraph va bene? link[/url] CNBC? [url=http://forum.zeusnews.com/link/667750]link[/url] O preferisci l'audizione di un noto economista di fronte al Senato degli Stati Uniti (equivalente della nostra audizione parlamentare) direttamente dal sito istituzionale del Senato USA? ... Leggi tutto
28-8-2019 00:51

{utente anonimo}
@gladiator sprechi fiato, poco prima ha linkato ad un sito che fa sembrare infowars una testata giornalistica reputabile. Per lui e tutto un complotto da parte di Obama e dei poteri forti a Google per distruggere linux e abbattere il blog del Grande Puffo riempiendogli lo schermo di hastags
25-8-2019 18:08

@etabeta Francamente non mi sembra ci siano tanti sussidi per chi si fa fregare soldi in modo palesemente evitabile o a te risulta diversamente? In quanto ai sussidi per chi viene truffato in modo abile e professionale dalle aziende o dalle banche dovrebbero venire dai soldi delle multe irrogate ai soggetti che hanno perpetrato il... Leggi tutto
24-8-2019 13:51

Io gli toglierei pure i mezzi di sostentamento. Sei stato tanto pirla da beccare e farti fregare i soldi? Fatteli ridare indietro da chi te li ha fregati. Stop sussidi e fesserie varie a spese di chi tiene sempre il cervello collegato. Leggi tutto
24-8-2019 12:52

@etabeta I miliardi di decerebrati non possono essere considerati nemici, nella peggiore delle ipotesi sono complici inconsapevoli proprio perché decerebrati. Intanto chiudendo per legge FB e tutti i suoi succedanei i decerebrati avrebbero meno occasione di fare danno perché, se non gliene viene fornito il mezzo e l'occasione,... Leggi tutto
24-8-2019 11:42

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
I bambini sempre più spesso entrano in contatto con la tecnologia a una tenera età (per giocare, comunicare e cercare informazioni), anche grazie alla diffusione di smartphone e tablet. Quale dovrebbe essere la maggiore preoccupazione dei genitori?
Potrebbero visionare materiale inappropriato o visitare siti inopportuni.
Potrebbero comunicare con sconosciuti o persone non ritenute affidabili.
Potrebbero essere vittime di cyberbullismo, sui social network o altrove.
Potrebbero spendere denaro online senza che i genitori lo sappiano, anche a causa delle app che richiedono acquisti online durante i giochi.
Potrebbero diffondere dati personali (compresi foto e filmati) senza essere coscienti dei rischi.
Potrebbero incorrere in difficoltà a relazionarsi con amici dal vivo, nascondendosi dietro relazioni disintermediate dal mezzo informatico.

Mostra i risultati (1307 voti)
Febbraio 2020
Il primo smartphone con Windows 10
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Windows 10, la patch causa più problemi di quelli che risolve
Gennaio 2020
Mummia di 3.000 anni torna a parlare
Microsoft per pietà aggiorna Windows 7
Agcom, due milioni di multa per Tim, Vodafone e Wind Tre
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Tutti gli Arretrati


web metrics