Arriva in Italia la sala cinematografica ScreenX con visione a 270 gradi

Multiproiezione, consente la visione del film in formato panoramico.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-12-2019]

jumanji cut044

UCI Cinemas inaugura presso il cinema nel centro commerciale Valecenter di Marcon (VE) la prima sala italiana ScreenX, in cui gli spettatori avranno la possibilità di essere totalmente coinvolti all'interno dell'azione del film.

ScreenX è la prima tecnologia multiproiezione al mondo che consente la visione di film panoramici a 270 gradi, andando al di là della tradizionale cornice dello schermo centrale fino ad arrivare alle pareti laterali, dotate di appositi schermi.

jumanji cut361

All'interno della sala ScreenX il pubblico è circondato dalle immagini e ha la possibilità di andare "oltre lo spazio" del classico schermo cinematografico, essendo al centro di un'immagine che si espande in formato panoramico.

La tecnologia ScreenX introduce un nuovo livello di immersione cinematografica grazie a una proiezione avvolgente in grado di travolgere con un innovativo metodo di narrazione creativa. ScreenX è in grado di selezionare infatti le scene più importanti e più spettacolari del film e, attraverso immagini aggiuntive, dà la possibilità al pubblico di catturare l'atmosfera con un impatto superiore.

La prima sala italiana ScreenX sarà disponibile al pubblico dal giorno di Natale con il film Jumanji: The Next Level, distribuito da Warner Bros Italia, in uscita in tutte le sale mercoledì 25 dicembre.

Dotata dello schermo centrale e dei due schermi laterali, la sala ScreenX di UCI Luxe Marcon conta 150 posti (di cui 2 per disabili).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (4)

Quoto! Io ho smesso di frequentare i cinema da quando sono spariti i vecchi cinematografi sostituiti dai divertimentifici costituiti dai multisala che sono assolutamente invivibili e con qualitÓ audio e di visione generalmente assai inferiori rispetto ad un vecchio cinematografo con dolby surround, non sarÓ certo questo a farmici... Leggi tutto
15-12-2019 18:13

... e comunque, Imax sta un giro da un ventennio, non mi pare che questa sia una novitÓ particolarmente interessante, soprattutto dal punto di vista tecnico :/
12-12-2019 09:20

Anche secondo me il rapporto complessitÓ/benefici Ŕ troppo sbilanciato sia per il mercato cinematografico che per quello dell'home video...
11-12-2019 18:23

Non credo che prenderÓ mai piede. Troppo costoso e complesso da implementare visto che in pratica servono tre distinti proiettori con tre differenti filmati girati in tre prospettive e agolazioni diverse, che poi vengono sincronizzati e proiettati insieme. Tra l'altro arriva in un periodo nero per il cinema, visto che le sale sono... Leggi tutto
11-12-2019 13:43

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i rischi maggiori del cloud computing?
Distributed Denial of Service (DDoS): cresce l'impatto dei tempi di indisponibilitÓ di un sito web, che possono costare perdite di milioni di euro in termini di introiti, produttivitÓ e immagine aziendale.
Frode: perpetrata da malintenzionati con l'obiettivo di trafugare i dati di un sito e creare storefront illegittimi, o da truffatori che intendono impadronirsi di numeri di carte di credito, la frode tende a colpire - prima o poi - tutte le aziende.
Violazione dei dati: le aziende tendono a consolidare i dati nelle applicazioni web (dati delle carte di credito ma anche di intellectual property, ad esempio); gli attacchi informatici bersagliano i siti e le infrastrutture che le supportano.
Malware del desktop: un malintenzionato riesce ad accedere a un desktop aziendale, approfittandone per attaccare i fornitori o le risorse interne o per visualizzare dati protetti. Come il trojan Zeus, che prende il controllo del browser dell'utente.
Tecnologie dirompenti: pur non essendo minacce nel senso stretto del termine, tecnologie come le applicazioni mobile e il trend del BYOD (bring-your-own-device) stanno cambiando le regole a cui le aziende si sono attenute sino a oggi.

Mostra i risultati (1276 voti)
Maggio 2021
TIM, parte da Trento l'addio al rame in favore della fibra
Bye bye, Emotet
Bambini e smartphone, 1.500 euro di multa ai genitori che non li sorvegliano
Aprile 2021
Office manda in pensione Calibri: quale nuovo font preferite?
Windows 10, arriva l'Eco Mode per far tornare scattante il Pc
Microsoft pronta a lanciare Cloud PC, il desktop in streaming
Aggiornamento Windows 10, problemi di tutti i tipi
Se l'FBI, zitta zitta, si mette a patchare i server altrui
Colpevoli di ransomware
Tutti gli home banking sono a rischio, se usi Facebook
Windows 10 rileverà la presenza dell'utente davanti al computer
Yahoo Answers chiude i battenti per sempre
Aggiornamento urgente per iPhone e iPad
Marzo 2021
La macchina di Anticitera
Hacker contro Richard Stallman, la macchina del fango
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 6 maggio


web metrics