Sciopero dei call center

In Tim si sciopera contro i turni imposti dal gestore telefonico ai propri dipendenti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-01-2004]

Lo scontro tra i Sindacati degli operatori Tim e l'Azienda si sta sempre più inasprendo: nonostante ci siano state già due giornate intere di sciopero, che hanno visto un'altissima partecipazione dei lavoratori, la Tim ha deciso di partire ugualmente con dei nuovi turni di lavoro, prendendosi la grave responsabilità di interrompere le trattative.

Dal 19 Gennaio verranno aumentati i fine settimana in cui gli operatori devono lavorare, diminuiranno i riposi consecutivi (cioè la possibilità di mettere insieme 2-3 giorni di riposo per questi lavoratori che fanno raramente il weekend), verranno ridotti i turni continuati ed aumentati i turni "divisi" o "spezzati" che prevedono intervalli di un'ora o più quando le sedi di lavoro si trovano in periferia e comunque tengono impegnato un lavoratore per 10 e più ore per farne poco più di 7 di effettivo lavoro.

Questa decisione che peggiora le relazioni sindacali, all'interno del Gruppo Telecom Italia e, difficilmente, si tradurrà in un beneficio per l'utenza, stante la divisione dei clienti in "a basso consumo" condannati ad ascoltare le fonie automatiche e quelli "gold" che ricevono subito la risposta. Per questo per il 2 Febbraio è stata proclamata un'altra intera giornata di sciopero dei Call Center Tim e su questo ci scrive una "lettera firmata" un nostro lettore, delegato sindacale nei Call Center Tim.

Egr. Redazione di Zeus News,
Seguo la vostra newsletter da circa un anno, e apprezzo la vostra preparazione ed il vostro senso critico. Sono un RSU (rappresentante sindacale unitario) di Tim, azienda da voi "monitorata" varie volte, azienda che strombazza su suo web e sui media ingenerale comportamenti "etici", ma che attua misure repressive e al limite della legalità nei confronti dei propri dipendenti.

Stiamo sostenendo una lotta lunga e difficile, ma questo moloch si può attaccare solo sul versante dell'immagine (a cui risulta particolarmente attento). Purtroppo sono sempre meno le voci libere, in grado di recepire delle istanze che non siano quelle puramente economiche. Una di queste siete voi, ed è per questo che vi prego di dare un piccolo spazio alla nostra protesta...

Non uso la mail aziendale, controllano anche quella...

(Lettera Firmata)

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (5)

francesco
ex collega, attuale supervisore Leggi tutto
29-1-2004 15:03

pietro
l'unione fà la forza Leggi tutto
29-1-2004 07:22

Omnitelliano
Anche in Vodafone.... Leggi tutto
28-1-2004 16:38

the punisher
hai ragione... Leggi tutto
28-1-2004 16:34

Franco Trinchero
ma è proprio solo colpa dei padroni? Leggi tutto
28-1-2004 15:09

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di questi consigli ritieni più importante per una vacanza all'insegna della sicurezza?
Aggiornare il sistema operativo, i programmi installati e le applicazioni, eliminando così eventuali falle di sicurezza già scoperte.
Evitare di usare WLAN pubbliche (in hotel, Internet Café, aeroporto...): solitamente sono protette in maniera inadeguata e i dati possono essere spiati. Meglio utilizzare una connessione mobile UMTS.
Evitare di fare online banking in vacanza e non scaricare o salvare dati personali e sensibili su Pc pubblici.
Creare un indirizzo ad hoc per inviare cartoline elettroniche via email, da disattivare al rientro qualora venisse compromesso.
Impostare una password all'accensione su smartphone e tablet e un PIN per lo sblocco della tastiera.
Fare il backup del notebook o del netbook che si porta in vacanza, crittografando i dati per limitare i danni in caso di furto.

Mostra i risultati (1698 voti)
Ottobre 2019
Windows 7 a fine vita, Microsoft importuna coi pop-up
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Tutti gli Arretrati


web metrics