La Vpn del Cern diventa open source

ProtonVpn apre il proprio codice per garantire maggiori sicurezza e trasparenza.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-01-2020]

protonvpn open source

ProtonVpn, una delle Vpn (Virtual Private Network, rete privata virtuale) più apprezzate, diventa open source.

Nata al Cern di Ginevra (culla anche del Web), ProtonVpn ha mosso i suoi primi passi nel 2017 «per fornire agli utenti di ProtonMail un servizio Vpn affidabile, opzione sempre più necessaria considerato l'aumento della censura in Internet».

Le Vpn in generale svolgono infatti un ruolo importante per la diffusione delle informazioni in quei Paesi in cui la censura impedisce o rende pericoloso l'utilizzo di una connessione "normale".

Molte soluzioni sono però realizzate con codice closed source: i sorgenti non possono essere visti da nessuno (a parte l'azienda stessa che l'ha prodotto) e ciò può far sorgere dei legittimi dubbi circa l'effettiva sicurezza della Vpn stessa, oltre che sospetti sui possibili utilizzi malevoli dei dati degli utenti.

Per fare chiarezza completa, con un post sul blog ufficiale ProtonVpn ha deciso di fare il grande passo e rendere pubblico il proprio codice, sottoponendolo inoltre a un esame condotto da terzi (per la precisione da Sec Consult) affinché venga garantito che la Vpn svizzera rispetta i migliori standard di sicurezza e trasparenza.

ProtonVpn stessa spiega come l'adesione agli ideali dell'open source sia garanzia di qualità: «In quanto ex scienziati del Cern, la pubblicazione e la peer review sono parti integranti della nostra filosofia».

Come per uno studio scientifico, infatti, l'esame del codice da parte del maggior numero possibile di persone facilita l'individuazione dei bug e la scoperta di eventuali modifiche pericolose.

Ricordiamo che ProtonVpn offre diversi piani tariffari, tra cui una soluzione gratuita (che però offre soltanto tre diversi Paesi come "uscita) che può essere utilizzata per mettere alla prova il servizio prima di decidere se acquistarlo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Firefox guadagna una VPN gratuita
La VPN per chi non sa che cosa sia una VPN
Opera per Android regala una VPN per navigare in sicurezza e anonimato
La Vpn gratuita di PornHub per navigare in completo anonimato

Commenti all'articolo (2)

{micheledisaveriosp}
Credo che sia riconducibile a loro anche il servizio di web e-mail del dominio protonmail.com,il quale offre la cifratura delle e-maik inviate e la firma digitale gratuite, con 500 mega di spazio. La cifratura richeide connessioni di tipo https che possono risultare inaccessibili per chi ha una connessione analogica o comunque molto... Leggi tutto
22-1-2020 17:16

{utente anonimo}
Tutto molto bello, ma se si tratta di software che deve girare su un server, cosa garantisce che il codice "aperto" che puoi leggere è davvero quello che il server esegue?
22-1-2020 09:58

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Come vedi il futuro dell'umanitÓ, in ambito scientifico?
Il futuro Ŕ nella condivisione delle conoscenze. L'arroganza delle multinazionali nei confronti della proprietÓ intellettuale Ŕ solo il canto del cigno: infatti grazie alle tecnologie il sapere non potrÓ pi¨ essere detenuto da pochi potenti.
Per tutelare ricerche che richiedono investimenti cospicui, la proprietÓ intellettuale Ŕ uno strumento equo e ragionevole. Lo strapotere attuale della grande industria va solo limitato nel tempo ed emendato dagli aspetti pi¨ truci.
Lo scenario pi¨ probabile Ŕ un doppio binario tra scienza proprietaria e open source. La prima coprirÓ i settori che richiedono investimenti a lungo termine, la seconda quelli in cui la cooperazione raggiunge i risultati migliori.
Il potere si concentra dove c'Ŕ il denaro. Volenti, o nolenti, i big dell'economia mondiale si accaparreranno tutte le fonti di conoscenza, e sapranno farle fruttare a dovere, per il bene dell'umanitÓ.

Mostra i risultati (1528 voti)
Aprile 2021
Colpevoli di ransomware
Tutti gli home banking sono a rischio, se usi Facebook
Windows 10 rileverà la presenza dell'utente davanti al computer
Yahoo Answers chiude i battenti per sempre
Aggiornamento urgente per iPhone e iPad
Marzo 2021
La macchina di Anticitera
Hacker contro Richard Stallman, la macchina del fango
Robot assassini crescono
Tracker nelle app: cosa sta succedendo in Rete?
Recupero IVA: oltre il 50% non viene rivendicata
Quiz: sei in una zona senza copertura cellulare
Bitcoin, un dilemma etico
Hackerate 150mila videocamere di sorveglianza, tra cui quelle di Tesla
Personal killer robot
La “truffa alla nigeriana” è un classico. Del sedicesimo secolo
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 17 aprile


web metrics