OneDrive non funziona più? Colpa di Windows 10 versione 2004

Per fortuna c'è modo di rimediare.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-07-2020]

onedrive windows 10 2004 connessione

Se OneDrive, la soluzione di cloud storage integrata in Windows 10 ha iniziato a darvi dei problemi, per prima cosa verificate se per caso non state adoperando l'aggiornamento di maggio del sistema operativo.

Microsoft ha infatti ammesso che Windows 10 versione 2004 può avere delle difficoltà con OneDrive «in alcuni dispositivi più vecchi o in dispositivi su cui sono installate app che usano driver legacy per il filesystem».

In questi casi, il dispositivo può non riuscire a connettersi a OneDrive, almeno se si usa l'app; tramite browser invece non ci sono problemi. Inoltre, potrebbe essere impossibile scaricare i file tramite la funzionalità File On-Demand.

Naturalmente, se l'app OneDrive presenta un errore di connessione non riuscirà a funzionare nemmeno la sincronizzazione tra i file locali e quelli remoti: bisognerà pertanto effettuare l'upload manualmente via browser (o, anche, tramite app per smartphone).

Il primo consiglio di Microsoft in caso di guai di questo tipo è disinstallare il May 2020 Update e riportare Windows alla versione 1909 in attesa di una correzione definitiva.

Poi, da Redmond è iniziata la distribuzione di uno strumento di risoluzione dei problemi (troubleshooter) che dovrebbe essere eseguito automaticamente qualora vengano rilevati i malfunzionamento di OneDrive.

Infine, è anche possibile agire sul registro per risolvere la questione. Per farlo bisogna innanzitutto aprire un Prompt dei Comandi con permessi di Amministratore, premendo il tasto Windows, scrivendo cmd e cliccando con il tasto destro del mouse sulla voce Prompt dei Comandi, per poi scegliere Esegui come amministratore.

Nella finestra che si aprirà si dovrà inserire, su un'unica riga, il seguente comando:

reg add HKLM\System\CurrentControlSet\Services\Cldflt\instances /f /v DefaultInstance /t REG_SZ /d "CldFlt"

Quindi occorre riavviare il computer, e OneDrive dovrebbe tornare a funzionare correttamente. La funzionalità File-On-Demand potrebbe però risultare disattivata: sarà necessario riattivarla.

Il primo passo consiste nel fare clic con il tasto destro del mouse sull'icona di OneDrive nell'area di notifica, e selezionare Impostazioni dal menu.

Poi occorre verificare che sia abilitata l'opzione Risparmia spazio e scarica i file quando li usi, e premere il pulsante Ok. Questa operazione va fatta per ogni account.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Windows 10, la barra delle applicazioni fa le bizze
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 21)

Comunque l'aspetto più singolare di questo problema è il conflitto fra due SW di M$ che, peraltro, oggi sono fra le punte di diamante di M$ stessa: iconico...
21-8-2020 15:36

io lavoro da esterno per una agenzia pubblica... a parte il sistema operativo (e non è poco...) la tendenza da noi è usare open access come openoffice o qgis
27-7-2020 08:36

Ho lavorato per breve tempo all'Agid parecchi anni fa quando si chiamava Cnipa cercando di spingere sull'open source per quanto potevo (e ho cominciato a smanettare su linux nel1995), ora non so cosa stiano facendo. Direi che in media lo statale (chiamiamolo così anche se occorrerebbe fare dei distinguo) fa molta fatica ad imparare ad... Leggi tutto
10-7-2020 19:58

Eh, ma non sarai statale!!! :malol: :malol: :malol: Scherzi a parte, oltre ai dovuti complimenti per la tua flessibilità mentale, tutti sbattiamo contro la lentezza della PA (me inclusa). E comunque stanno innovando di brutto, includendo anche molto open dove riescono (vedi AgID)... Però io colgo sempre molto bene la difficoltà e la... Leggi tutto
10-7-2020 18:07

Beh, io sono un over 60 :old: :mrgreen:
10-7-2020 09:54

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Come credi che sarà la vita per la maggior parte della gente nel 2100?
Un idillio ipertech.
Grossomodo come adesso, con qualche giocattolo in più e/o in meno.
Roba da candelabri, biciclette e abaco.
Terribile, da gente allo sbando, senza più civiltà.
Non ci sarà più. Ormai saremo estinti, o sull'orlo dell'estinzione.

Mostra i risultati (3405 voti)
Ottobre 2021
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 25 ottobre


web metrics