Una falla vecchia di 17 anni in Windows: turatela



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-07-2020]

falla

Microsoft ha rilasciato un aggiornamento che risolve una falla, denominata SigRed, presente in Windows da ben 17 anni. Denominata CVE-2020-1350, riguarda principalmente i server, non i computer personali, ma è comunque importante da conoscere per tutti e l'aggiornamento correttivo va installato appena possibile usando la consueta procedura (Windows Update).

La falla riguarda il DNS, o Domain Name System, vale a dire la "rubrica telefonica" di Internet che associa il nome di un sito all'indirizzo IP del server che ospita quel sito, un po' come la vostra rubrica telefonica associa i nomi dei vostri contatti ai loro numeri telefonici.

Il problema è che la sicurezza del DNS dei computer Windows era difettosa, come ha scoperto la società di sicurezza israeliana Check Point, e questo è importante per tutti noi perché il difetto rende molto più facile per un aggressore dirottarci verso un sito falso, nel quale magari immettiamo dati personali o coordinate di carte di credito.

La falla normalmente sarebbe difficile da sfruttare, perché solitamente i server sono ben protetti e non sono esposti direttamente a Internet e quindi l'aggressore dovrebbe accedere al Wi-Fi aziendale o alla rete cablata dell'azienda bersaglio, ma la pandemia ha imposto a molte aziende dei rapidi cambi di struttura delle proprie reti che potrebbero renderle più vulnerabili.

Il difetto è classificato al massimo livello di criticità (10 su 10), tanto che il Dipartimento per la Sicurezza Interna statunitense ha ordinato alle autorità federali del paese di installare immediatamente l'aggiornamento correttivo, riguarda tutte le versioni di Windows Server dal 2008 a oggi ed è wormable, ossia propagabile automaticamente da un server all'altro, ma la buona notizia è che non è ancora stato sfruttato dagli aggressori. Una volta tanto, le guardie sono in anticipo sui ladri.

Fonti aggiuntive: Sophos, Ars Technica, Wired, Gizmodo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Approfondimenti
Falla in Thunderbolt, vulnerabili i Pc più vecchi di un anno
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
Falla in Windows, un altro WannaCry in arrivo?
Se Linux ha più falle di Windows
Intel, nelle Cpu c'è una falla che non è possibile sanare

Commenti all'articolo (2)

Per˛ il fatto che sia denominata CVE-2020... lascia intendere che sia stata identificata solo quest'anno dopo ben 17 anni, molto strano che nel frattempo nessuno sia riuscito a trovarla e sfruttarla. :-k
24-8-2020 17:42

{aldo}
il software vecchio è come il maiale: non si butta mai via niente. figuriamoci riscriverlo.
21-7-2020 07:58

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Che cosa ti trattiene dall'installare Linux?
Tutti quelli che conosco hanno Windows: con chi potrei scambiare dati e software?
Non ho voglia di imparare un nuovo sistema operativo e dei nuovi programmi.
Alcuni miei componenti hardware non vengono riconosciuti.
Ci sono alcuni software che utilizzo sotto Windows che mi sono indispensabili.
Semplicemente non sento l'esigenza di passare a Linux.
Ho intenzione di farlo nel prossimo futuro.
Nessun motivo mi impedisce di passare a Linux, infatti giÓ lo utilizzo con soddisfazione.

Mostra i risultati (11730 voti)
Dicembre 2021
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 4 dicembre


web metrics