Huawei pronta a svelare il rivale di Android

I primi smartphone con Harmony Os 2.0 si preparano al debutto.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-09-2020]

huawei harmony os

È da oltre un anno che si parla di Harmony Os, il sistema operativo su cui Huawei sta lavorando dopo le sanzioni statunitensi, che l'hanno tagliata fuori da Android.

In questi mesi sono state presentate alcune versioni preliminari (limitate però all'uso sui TV) e le previsioni più ottimistiche parlavano del lancio della versione definitiva già entro la fine del 2019, ma i lavori si sono evidentemente protratti ben più a lungo. Ora, però, ci siamo.

L'azienda cinese ha confermato che svelerà una nuova versione di Harmony Os il prossimo 10 settembre in occasione della Hdc Developers Conference, e nella stessa occasione saranno mostrati diversi prodotti che fanno uso di quel sistema.

Si prevede che l'edizione che sarà resa nota tra qualche giorno si chiami Harmony Os 2.0, poiché la versione 1.0 è considerata quella adoperata sui televisori a marchio Huawei.

Richard Yu, Ceo dell'azienda, ha personalmente confermato che questa volta Harmony Os sarà adatto a essere utilizzato sugli smartphone e su una vasta gamma di dispositivi, dagli smartwatch ai prodotti della Internet of Things.

I dettagli tecnici sul sistema operativo al momento non sono moltissimi, ma indiscrezioni recenti affermano che Harmony Os è in grado di «raggiungere tra il 70% e l'80% del livello di Android» e che ulteriori miglioramenti sono in cantiere: non c'è ancora una parità completa tra i due sistemi, quindi, ma la promessa è che venga raggiunta al più presto.

Settembre rappresenta un periodo importante per Huawei anche per un'altra questione. La fornitura dei chip Kirin da parte di Tsmc si interromperà il 15 di questo mese, sempre per questioni di sanzioni; a partire da quella data, quindi, Huawei dovrà rivolgersi ad altri fornitori.

Si calcola che allo stato attuale siano circa 700 milioni gli utenti attivi di dispositivi Huawei nel mondo, e 1,6 milioni gli sviluppatori registrati.

Quel che resta da vedere è se tutti costoro accetteranno il passaggio a Harmony Os restando fedeli all'azienda o, in altre parole, se Harmony Os sappia costituire un'alternativa credibile ad Android in grado di non far sentire la mancanza del sistema operativo di provenienza.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Si chiama Harmony OS l'alternativa ad Android

Commenti all'articolo (3)

si tratta solo di cambiare padrone, non si faccia illusioni in merito!!! O si fa pratica col modding estremo, oppure si rassegni Leggi tutto
16-9-2020 10:29

{ziopin}
Ognuno si crea i propri nemici. La Cina non era niente, prima che i modaioli regalassero loro miliardi (e poi in italia vengono festeggiati, dopo aver impoverito la nazione e aver appiattito i gusti della gente), seguiti poi dalle industrie di ogni genere (80 percento dei farmaci prodotti in Cina e India, roba da matti). Adesso, con i... Leggi tutto
9-9-2020 19:56

{inqbo}
ho già, ma per puro caso, uno smartphone Huawei, e il brand per me non ha importanza, e mi piace Android. ma anche solo per reazione alle imposizioni USA adesso trovo interessante sia il brand che il nuovo SO, se appena appena sarà usabile (e non "USO" prodotti Apple per lo stesso motivo. pagare per avere dei... Leggi tutto
9-9-2020 18:16

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Utilizzi le licenze Creative Commons per i tuoi lavori?
Sì: le Creative Commons mi aiutano a diffondere il mio lavoro gratuitamente e ottenendone il credito.
No: non ho motivo di utilizzarle perché esiste già una legge sul copyright.
Sì: le Creative Commons mi consentono di diffondere il mio lavoro e di ottenere dei guadagni.
No: necessito di ricavare dei soldi dal mio lavoro, e le Creative Commons non mi aiutano in tal senso.

Mostra i risultati (364 voti)
Settembre 2020
Ransomware blocca ospedale, muore una paziente
Veicolo autonomo investe e uccide; guidatore accusato di omicidio colposo
Il bug più serio mai scoperto in Windows
Bug in Immuni vanifica l'efficacia dell'app
Facebook ti paga se disattivi l'account
Amazon cancella 20.000 recensioni fake
Samsung brevetta lo smartphone completamente trasparente
L'app che abilita il God Mode in Windows 10
Intel, i Core di undicesima generazione sorpassano Amd
Windows 10 e il bug che deframmenta di continuo gli Ssd
Agosto 2020
Windows 10 rimuoverà automaticamente le app meno utilizzate
Malware negli smartphone a basso costo ruba dati e denaro
Duplicare una chiave col microfono dello smartphone
Chrome, Url troncati per combattere il phishing
Tim e Wind Tre, crescono le tariffe
Tutti gli Arretrati


web metrics