L'aggiornamento che rallenta e surriscalda i Chromebook



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-09-2020]

chromebook aggiornamento cpu caldo

Se spesso parliamo dei problemi di aggiornamento che si verificano con Windows 10 è perché il sistema operativo di Microsoft è il più diffuso ed essere informati per tempo su eventuali malfunzionamenti può aiutare gli utenti a evitare il peggio.

D'altra parte, Microsoft non ha certo l'esclusiva dei bug. Lo dimostra l'ultimo aggiornamento rilasciato da Google per ChromeOS, il sistema operativo montato sui Chromebook.

A partire dall'update 85.0.4183.108 gli utenti hanno iniziato a segnalare comportamenti anomali: app che spesso causano errori, dispositivi che diventano bollenti (con conseguente iperattività delle ventole), autonomia estremamente ridotta.

Una rapida indagine ha portato a scoprire che tutto ciò è dovuto a un utilizzo decisamente anormale del processore: il servizio com.android.vending:download_service arriva a occupare tra il 95% e il 100% della Cpu per molto tempo, dando così vita ai fenomeni che abbiamo appena descritto.

Tale servizio è fondamentale per ChromeOS, in quanto è adoperato per scaricare gli aggiornamenti dal Google Play Store; il bug fa però sì che tale processo occupi sempre il processore quasi completamente, anche quando non ci sono aggiornamenti di cui fare il download.

Non tutti i Chromebook sono interessati dal problema: sicuramente diversi utenti dei modelli Acer Chromebook, Asus Chromebook Flip e Galaxy Chromebook hanno rilevato il malfunzionamento, ma non è chiaro quanti siano i modelli coinvolti.

In alcuni casi uccidere il processo responsabile dell'utilizzo della Cpu del Chrome Task Manager aiuta a riportare la situazione alla normalità, ma non sempre questo sistema funziona.

Informata della questione, Google ha risposto per bocca di un proprio dipendente che la causa di tutto sta in un file che manca in ChromeOS.

Al momento in cui scriviamo il bug non è stato ancora assegnato a un tecnico di Google per la risoluzione ma, dato che gli sviluppatori ne sono a conoscenza, c'è da credere che un prossimo update lo risolva.

Nell'attesa, alcuni utenti sono riusciti a ottenere un funzionamento accettabile dal proprio Chromebook ripristinando una versione precedente del Play Store, disabilitando la trasmissione di dati in background via Wi-Fi e impedendo l'aggiornamento automatico.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (4)

Francamente i chromebook mi hanno sempre dato l'impressione di essere un discreto flop, se poi cominciano anche ad avere dei bug così importanti che sembrano presi in considerazione in modo molto "naif", mi sa che sono destinati all'estinzione.
28-11-2020 15:22

per quello ho un netbook - pesa meno di un chilo e l'ho preso usato su ebay a 80 Euro :lol: Leggi tutto
30-9-2020 22:32

:wave: Io ce l'ho! (regalo) Ha anche un po' di anni e in effetti ha le sue comodità. E' bello, leggero e con batteria di lunga durata, usarlo per navigare e leggere giornali stando sul divano trova il suo scopo Forse non altrettanto per fare altre cose da ufficio, anche se le app che girano in Chrome promettono di fare di tutto. Per... Leggi tutto
30-9-2020 20:56

Ma veramente ne vendono? Mai usato un Chromebook, e personalmente non conosco nessuno che ce l'abbia. Ne ho visto forse uno, spento, in un grande magazzino, ed era snobbato da tutti, clienti e commessi...
29-9-2020 21:23

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Che cos'è più rivoluzionario, tra questi... qualcosa-book?
Chromebook
Ebook
Facebook
Macbook
Netbook
Notebook
Playbook
Ultrabook

Mostra i risultati (2354 voti)
Novembre 2022
L'app per scaricare l'intera Wikipedia (e non solo)
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
La truffa del cosmonauta bloccato nello spazio
Windows 11, inizia la seconda fase degli update
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 29 novembre


web metrics