L'Università senza docenti di informatica

Strano ma vero: la facoltà di Lettere di Torino non può organizzare i corsi obbligatori di informatica perché non trova docenti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-02-2004]

La riforma degli studi universitari ha, giustamente e doverosamente, introdotto l'insegnamento obbligatorio dell'informatica anche nei corsi di laurea delle facoltà cosiddette umanistiche.

Si è capito, finalmente, che non si poteva essere dei buoni docenti di lettere o dei filosofi, degli avvocati o dei giudici, senza conoscere come si usa un Pc, si organizza un database, si fanno delle ricerche su Internet.

Tutto bello, almeno sulla carta, peccato che, in pratica, sia cambiato ben poco anzi: è quello che sta accadendo agli studenti di lettere dell'Università di Torino, che non possono laurearsi perché non possono sostenere l'esame di informatica, non essendo ancora stato istituito il relativo corso né nel primo né per il secondo semestre.

La motivazione ufficiale sarebbe che l'Università non riesce a trovare docenti di informatica pur sfornandone un discreto numero, ogni anno, nella Facoltà di Scienze dell'Informazione dello stesso Ateneo.

Come è possibile? Al di là della reale volontà di cercare e trovare questi docenti da parte delle autorità accademiche che, alle prese con una sempre più grave penuria di fondi, potrebbero voler risparmiare sui costi, cosa si deve pensare?

La prima considerazione è che, probabilmente, le retribuzioni offerte per questo tipo di docenti, generalmente a contratto, sono insufficienti e, si sa, spesso vengono pagate con un anno o più di ritardo.

Ma è possibile che, con tutto il parlare che si fa sull'integrazione tra aziende e università, nessuna impresa torinese sia stata contattata per mettere a disposizione dei propri quadri preparati, e che, nemmeno nel circuito dei docenti delle scuole superiori torinesi e della formazione professionale pubblica e privata si siano trovati docenti all'altezza e disponibili?

Voglio essere provocatorio fino in fondo: a Torino ha sede anche la scuola di applicazione dell'Esercito Italiano che finisce di formare gli ufficiali usciti dall'Accademia, che frequentano i corsi di laurea in scienze strategiche (per ipocrisia non si dice scienze militari) della stessa Università di Torino e non credo che questa scuola militare non potrebbe prestare i suoi docenti che, oltretutto, sono già dipendenti statali.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (3)

Stefano
Ma mi faccia il piacere!.... Leggi tutto
26-4-2004 21:40

Lorenzo
E' davvero una beffa per quelli come me Leggi tutto
15-2-2004 23:13

Alessandro Albertin
No soldi - No informatica Leggi tutto
9-2-2004 12:47

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Se ti fosse data l'occasione di andare a cena con uno di questi personaggi, chi sceglieresti?
Steve Jobs, fondatore di Apple
Bill Gates, fondatore di Microsoft
Richard Stallman, fondatore della Free Software Foundation e del movimento del software libero
Sergey Brin o Larry Page, fondatori di Google
Tim Berners Lee, ideatore del world wide web
Vorrei suggerire un altro nome (nei commenti qui sotto)

Mostra i risultati (3509 voti)
Marzo 2020
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Tutti gli Arretrati


web metrics