Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno

Iniziato insieme a Snam lo studio di fattibilità



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-10-2020]

fs snam treni idrogeno

Sebbene la maggior parte della rete ferroviaria italiana sia elettrificata, c'è ancora quasi un 30% del tracciato su cui i treni devono essere mossi da locomotori a gasolio, dato che lì l'alimentazione elettrica non arriva.

FS ha però deciso di studiare un'alternativa ai carburanti fossili, puntando invece sull'idrogeno.

È stato così firmato un accordo con Snam al fine di studiare la fattibilità, sia dal punto di vista tecnico che da quello economico, dell'utilizzo di treni a idrogeno sulla rete italiana.

Non si tratta soltanto di realizzare locomotori fuel cell e dell'infrastruttura per la loro gestione e manutenzione: è necessario anche prevedere l'intera filiera di produzione, trasporto, conservazione e distribuzione del gas, filiera che potrebbe anche essere adoperata per fornire idrogeno ad altre forme di mobilità (come gli autobus e i camion, ma anche le auto private) qualora l'idrogeno si dimostrasse una soluzione vincente a tutto campo.

FS non è l'unica società che si sta muovendo in questo senso. In Germania, e per la precisione in Sassonia, è già stata conclusa con successo una lunga sperimentazione riguardante l'uso di treni alimentati unicamente a idrogeno.

I risultati positivi hanno permesso alla società ferroviaria LNVG di prevedere l'utilizzo di 14 treni a idrogeno su tratte passeggeri a partire dal 2022.

Ora le ferrovie italiane intendono muoversi su questo stesso binario: il pensionamento degli inquinanti modelli diesel potrebbe essere dietro l'angolo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 11)

{utente anonimo}
Meno corse inutili magari?
1-12-2020 14:40

{aldolo}
se riescono a ottenere un finanziamento statale fanno un colpaccio. a loro la rete servirebbe e potrebbe essere l'inizio di una rete di distribuzione anche ad altri clienti.
27-10-2020 18:32

a senso non penso proprio che i costi sarebbero simili, anche perchè un conto è stendere decine di km di cavi, sottostazioni elettriche etc etc un altro è la creazione di un paio di infrastrutture. Ed in ogni caso c'è un limite anche economico... con un traffico non eccezionale l'elettrificazione non si paga. Leggi tutto
25-10-2020 19:30

Chissá che interessato ipocrita lobbying c'è dietro! Fino a quando non sará disponibile la fusione a freddo dell'idrogeno e risolti i problemi d'immagazzinazione e distribuzione dello stesso il tutto resta,alla meglio,una speranza,ed alla peggio uno sporco business.
25-10-2020 15:01

infatti l'articolo parla di studio di fattibilità, probabilmente per elettrificare quelle sezioni dovrebbero prevedere degli impianti di backup elettrico che sarebbero comunque costosi...
25-10-2020 08:45

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
A quali condizioni lavoreresti da casa anziché in ufficio?
Accetterei uno stipendio inferiore perché risparmierei sui trasporti e in tempo.
Vorrei uno stipendio maggiore perché l'azienda risparmierebbe su locali, strumenti, sicurezza.
Allo stesso stipendio.
Non rinuncerei al lavoro in ufficio per nulla al mondo.

Mostra i risultati (2500 voti)
Dicembre 2020
Microsoft brevetta la tecnologia per eliminare le riunioni inutili
Novembre 2020
Seria falla in Windows 7, la patch c'è ma non è ufficiale
Clienti Amazon: i corrieri rubano le nostre PlayStation
Edge, una marea di estensioni pericolose ruba i dati degli utenti
Apple, multa milionaria per aver rallentato gli iPhone
Il malware che colpisce gli utenti dei siti porno
Google Foto, si va verso il servizio a pagamento
Expedia, Booking, Hotels e altri: dati degli utenti visibili e accessibili
L'aspirapolvere che recupera gli AirPod dalle rotaie
Open Shell riporta in vita il menu Start di Windows 7
WhatsApp, ora è più facile eliminare foto e video inutili
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Tutti gli Arretrati


web metrics