Antibufala: Medici pagati 2.000 dollari se paziente muore di Covid, mente Trump

Trump dice falsamente che i medici incassano ogni volta che un paziente muore di Covid. Non è vero.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-11-2020]

trump covid

Con il consenso della redazione di Fake - La fabbrica delle notizie, pubblico qui un fact checking che ho preparato ma è rimasto inutilizzato nella puntata di ieri.

COSA HANNO SCRITTO I MEDIA: Libero ha titolato il 31 ottobre 2020 "Donald Trump, la sparata: "Ecco chi fa soldi quando una persona crepa di coronavirus, vale 2mila dollari". Ma le parole di Trump non hanno alcun fondamento, rispecchiano una tesi cospirazionista ricorrente, e Libero non riporta nessuna delle numerose smentite.

LA NOTIZIA: Libero ha riportato acriticamente delle dichiarazioni di Donald Trump, fatte "durante un comizio in Michigan", secondo le quali "I nostri medici fanno più soldi se qualcuno muore di coronavirus" e "ogni decesso per Covid "vale 2 mila dollari"" e quindi i medici statunitensi starebbero attribuendo alla Covid morti dovute ad altre cause, in modo da intascarsi dei soldi. Le dichiarazioni sono state fatte davvero da Trump, ma non sono fondate, e Libero non lo chiarisce.

LO SPIEGONE: Donald Trump ha effettivamente fatto in pubblico queste accuse gravissime ai medici durante un comizio a Waterford Township, in Michigan, il 30 ottobre 2020.

Le sue parole esatte: "Our doctors get more money if someone dies from Covid. You know that, right? I mean, our doctors are very smart people. So what they do is, they say, ‘I'm sorry, but, you know, everybody dies of Covid'. But in Germany and other places, if you have a heart attack, or you have cancer, you're terminally ill, you catch Covid, they say you died of cancer, you died of heart attack. With us, when in doubt, choose Covid. It's true. No, it's true. Now they'll say, 'Oh, that's terrible what he said,' but that's true. It's like 2000 dollars more, so you get more money".

Ma Trump non ha portato nessuna prova di quello che ha affermato. Libero descrive le sue parole come una "sparata" nel titolo, ma nell'articolo riporta lungamente le affermazioni dell'attuale presidente degli Stati Uniti senza dare spazio agli accusati. Però trova spazio per le dichiarazioni di Biden e per il bilancio dei contagi.

Non è la prima volta che Trump lancia l'accusa: lo aveva già fatto per esempio in Wisconsin pochi giorni prima, causando anche in questo caso le smentite indignate delle associazioni di medici statunitensi.

Gli accusati hanno risposto così:

  • La presidente della più grande associazione di medici statunitensi, la American Medical Association (AMA), la dottoressa Susan R. Bailey, ha rilasciato una dichiarazione ufficiale in cui smentisce le parole del presidente Trump, definendole una "accusa ostile, oltraggiosa e completamente errata" ("a malicious, outrageous, and completely misguided charge").
  • Numerosi medici, interpellati dalla stampa, hanno contestato duramente le accuse di Trump. Il direttore sanitario di un ospedale californiano, Brij Bhambi, ha dichiarato che una diagnosi falsa fatta per lucro sarebbe "una frode" che comporterebbe il carcere, e ha chiarito che i rimborsi per i trattamenti dei pazienti Covid sono molto minori delle spese che gli ospedali hanno affrontato per prepararsi alle ondate di pandemia ("if I deliberately misdiagnose for financial gain, that's the definition of fraud. I commit a fraud, I go to jail. My job is not to commit fraud. My job is to call a spade a spade."... "There is a slight economic reimbursement for COVID, but the expenses that went into being prepared for the surge is much larger. So in some cases, heart patient hospitals lost a couple hundred thousand dollars.").
  • La ACOG, l'associazione degli ostetrici e ginecologi statunitensi (American College of Obstetricians and Gynecologists), ha replicato così: "La scienza è scienza e i dati sono dati. I medici non hanno nessun motivo di inventarsi numeri sui casi di Covid e molti di loro sono morti per il virus. È irresponsabile e pericoloso insinuare che i medici, inclusi ostetrici e ginecologi, abbiano fatto altro che lottare coraggiosamente contro questa pandemia".
  • Anche l'associazione dei medici per le emergenze ACEP (American College of Emergency Physicians) ha protestato il 25 ottobre 2020, definendo le accuse di Trump "irresponsabili e false [...] offensive [...] senza fondamento".

The Guardian titola con chiarezza che si tratta di una falsità: "Trump falsely tells Michigan rally: 'Our doctors get more money if someone dies of Covid'" e la falsità dell'accusa è confermata in dettaglio dai fact-checker di Politifact e di Factcheck.org.

È vero che una legge firmata da Trump a primavera (il CARES Act) fornisce rimborsi maggiori agli ospedali che trattano pazienti di Covid, ma i pagamenti sono legati ai casi di Covid, non alle morti da Covid, secondo Bloomberg/FactCheck.org.

Inoltre la tesi di complotto proposta da Trump, ossia che il numero dei morti per pandemia è gonfiato dai medici, richiederebbe lo sforzo coordinato e fraudolento di migliaia di medici per migliaia di volte, visti i numeri dei morti negli USA. E i soldi andrebbero agli ospedali, non ai singoli medici.

Insomma, spiegazioni e smentite non mancano, ma Libero non ha ritenuto opportuno fornirle ai lettori.

TIMBRO: MALinformazione, per non aver chiarito al lettore che le accuse di Trump erano prive di qualunque fondamento e per non aver riferito ai lettori le smentite categoriche e ripetute delle associazioni di medici statunitensi.

LE FONTI: Video delle dichiarazioni di Trump: Bloomberg (da 0:49). Video integrale del comizio: Youtube (la frase citata è a 56:30). Trascrizione integrale del comizio: Rev.com.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Approfondimenti
La bufala dell’app che toglie gli sticker che coprono le foto dei bambini
Green pass, niente foto sui social network
Antibufala: SayPal ti paga se citi il nome di un prodotto mentre parli
Da dove vengono i “numeri Grabovoi” che circolano su TikTok
Facebook, niente foto negli ospedali
Pandemia: contact tracing e isolamento contengono i focolai
La mascherina Ffp3 smart e IoT, con ventola e sensori

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 14)

Sei ancora vivo? Non sei neanche capace di prendere atto dei tuoi pensieri e trarne le conseguenze?
20-12-2020 18:13

:lol: :lol: :lol: Non brilli certo per perspicacia, però anche induzione al suicidio... è un reato grave eh? :wink: Ah no! Dimenticavo che lo abbiamo inventato noi radical chic di sinistra... :lol:
20-12-2020 18:11

Bene, anche tu pensi che le tue idee siano meno importanti di quelle di una zanzara, ma a me non interessa, te l'ho già detto. Ma tu dovresti trarre le conseguenza di ciò, che so? Potresti suicidarti.
20-12-2020 18:05

Forse è freudiano che mi confronti con un insetto e pensare che sono completamente d'accordo con te, io la penso esattamente allo stesso modo. :wink:
20-12-2020 17:44

Tu pensi che io dia importanza alle tue idee? Per me è più importante quello che pensa una zanzara. E non perché io mi senta tanto superiore, ma perché le tue, anzi le vostre idee, sono inferiori a quelle di un insetto.
20-12-2020 17:41

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Una donna è stata querelata per una recensione negativa di un ristorante scritta su Trip Advisor. Quale di queste affermazioni trovi più vicina al tuo pensiero?
Non è giusto che un'opinione scritta su Internet sia considerata pari a un articolo su un giornale. Bisogna rivedere al più presto le leggi sulla difesa dell'onore e sulla diffamazione.
E' giusto che anche sui forum o su Facebook o sui siti di recensioni si applichino le leggi relative alla diffamazione. Un'opinione negativa può rovinare la reputazione di un locale.
Gli utenti devono poter esprimere con la massima libertà la propria opinione su ristoranti, alberghi, ma anche prodotti o servizi acquistati. Un'opinione negativa non dovrebbe essere considerata diffamazione.
Trovo che oggi più che mai sia necessario prestare la massima attenzione a quello che si scrive online.
Le recensioni su Internet sono in gran parte inaffidabili: quelle positive sono scritte dai proprietari, quelle negative dalla concorrenza. In ogni caso l'opinione dei pochi singoli onesti non è significativa.
Vorrei dire la mia sul forum di Zeus News ma temo che prima dovrei procurarmi un buon avvocato, non si sa mai.

Mostra i risultati (3905 voti)
Ottobre 2021
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 23 ottobre


web metrics