Yahoo Italia sciopera

I dipendenti di Yahoo Italia sono in agitazione: c'è stato il licenziamento di una dipendente che ha rifiutato il trasferimento a Londra e si parla di possibile chiusura della filiale italiana, anche se Yahoo Italia smentisce.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-02-2004]

Tutti conoscono Yahoo e la sua filiale italiana, ma pochissimi sanno che è in corso un'agitazione sindacale, che ha visto il 6 febbraio scendere in sciopero i dipendenti di Yahoo, contro il licenziamento di una loro collega, che aveva rifiutato il trasferimento a Londra, poco conveniente dal punto di vista economico.

La preoccupazione dei lavoratori Yahoo è forte e riguarda il moltiplicarsi delle voci su una possibile e imminente chiusura di Yahoo Italia; attualmente Yaho offre la connessione Adsl di Tin.it e potrebbe affidare completamente i suoi servizi in italiano al Gruppo Telecom Italia in un quadro di partnership strategica.

Quello che è certo è che, per ora, Yahoo rifiuta di confrontarsi sul piano di ristrutturazioni con i Sindacati e la rappresentanza interna dei lavoratori.

Aggiornamento

Ci scrive Rosella Migliavacca, Direttore Comunicazione e Relazioni Esterne Yahoo! Italia:

"Vero è che la legittima agitazione sindacale in corso è stata motivata dal licenziamento di una dipendente che, a seguito della ordinaria riorganizzazione interna di una realtà multinazionale, ha ritenuto opportuno rifiutare il trasferimento a Londra offerto dall'azienda. Del tutto prive di fondamento sono invece tutte le considerazioni riguardanti ipotesi sul futuro della sede italiana di Yahoo! o di partnership possibili".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (4)

daniele
bello ma: Leggi tutto
26-3-2004 12:18

Venk
che signora! bis Leggi tutto
10-3-2004 13:55

Sebastiano
Farebbe piacere... Leggi tutto
2-3-2004 17:20

max
che signora! Leggi tutto
27-2-2004 09:25

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Gli smartphone integrano fotocamere sempre più potenti e tecnologicamente avanzate. Pensi che le fotocamere compatte diverranno un prodotto di nicchia?
Sì, perché è più comodo avere un unico dispositivo che faccia tutto quanto e che porto sempre con me
No, perché le fotocamere compatte saranno sempre un passo avanti con l'ottica, lo zoom, il flash e via dicendo
Non voglio azzardare una previsione.

Mostra i risultati (1912 voti)
Dicembre 2022
La settimana lavorativa di quattro giorni è un successo
L'app open source per vedere YouTube senza seccature
Novembre 2022
L'app per scaricare l'intera Wikipedia (e non solo)
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 7 dicembre


web metrics