Servizi telefonici non richiesti: un decreto legge inutile

Il nuovo decreto legge sulla concorrenza non porta sostanziali novità per la tutela da servizi telefonici non richiesti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-12-2021]

Nel nuovo decreto legge sulla concorrenza approvato dal Consiglio dei Ministri è previsto il divieto per i gestori di telefonia fissa e mobile di attivare servizi supplementari e promozioni senza il consenso dell'utente.

Va benissimo ma è abbastanza scontato che già da anni l'attivazione di servizi e promozioni costituisce un abuso, già molte volte rilevato e sanzionato dall'Agcom con multe per complessive decine di milioni di euro nei confronti di tutti i maggiori gestori di telefonia fissa e mobile (TIM, Vodafone, Wind Tre), commesso spesso da imprese di call center che lavorano per loro e da società esterne di commercializzazione dei loro servizi ma sulle quali è mancata la necessaria vigilanza e supervisione e spesso è dovuta intervenire anche l'Authority di garanzia per la privacy per l'abuso di dati personali dei clienti in queste pratiche scorrette.

Il problema è che una meritoria e intensa attività sanzionatoria è avvenuta sempre a valle e dopo gli abusi di massa e i singoli clienti hanno sempre faticato a farsi disattivare i servizi e rimborsare il dovuto.

Questo dimostra che le norme esistevano già e continuano a esistere, non era forse necessario ribadirle; ma quello che manca sono soprattutto procedure semplici per là disattivazione dei servizi e i rimborsi e, probabilmente, il nuovo decreto non cambierà molto per questo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

{Fabrizio}
per attivarlo bisogna essere presenti negli elenchi pubblici... sono secoli che mi sono tolto, sarebbe più dannoso esserci, poi valli trovare i furbetti. Che presa per il...
24-1-2022 22:42

Credo che il problema esiste e persiste nella mancata applicazione. Purtroppo malattia tutta italiana č che chi dovrebbe controllare e sanzionare non lo fa. lo vediamo tutti i giorni in strada per esempio: telefonini usati in auto, il mancato rispetto dei semafori, delle precedenze ... nulla ... eppure le regole ci sarebbero, ma davvero... Leggi tutto
22-12-2021 12:35

il legislatore Draghi protegge le aziende e non ha fatto una norma per sospendere la licenza alla societā che viola ripetutamente le regole con false attivazioni. la norma per punire con sanzione che attiva opzioni desiderate esiste ma č di burocratica applicazione nulla di fatto
21-12-2021 09:51

{franco}
Mi sono iscritto da tempo al registro delle opposizioni, ma continuano a chiamarmi con proposte varie, anche di notte. E non posso neanche mandarli a quel paese, perchè sono messaggi registrati. Che fare? Mi sono anche rivolto al garante, mi ha detto che devo sapergli dire da quale numero mi hanno chiamato, ma risulta sempre... Leggi tutto
21-12-2021 09:09

{utente anonimo}
finché le sanzioni sono ridicole continueranno a fregarsene della legge. Metti sanzioni serie e galera, vedi che disincentivi.
20-12-2021 17:20

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i rischi maggiori del cloud computing?
Distributed Denial of Service (DDoS): cresce l'impatto dei tempi di indisponibilitā di un sito web, che possono costare perdite di milioni di euro in termini di introiti, produttivitā e immagine aziendale.
Frode: perpetrata da malintenzionati con l'obiettivo di trafugare i dati di un sito e creare storefront illegittimi, o da truffatori che intendono impadronirsi di numeri di carte di credito, la frode tende a colpire - prima o poi - tutte le aziende.
Violazione dei dati: le aziende tendono a consolidare i dati nelle applicazioni web (dati delle carte di credito ma anche di intellectual property, ad esempio); gli attacchi informatici bersagliano i siti e le infrastrutture che le supportano.
Malware del desktop: un malintenzionato riesce ad accedere a un desktop aziendale, approfittandone per attaccare i fornitori o le risorse interne o per visualizzare dati protetti. Come il trojan Zeus, che prende il controllo del browser dell'utente.
Tecnologie dirompenti: pur non essendo minacce nel senso stretto del termine, tecnologie come le applicazioni mobile e il trend del BYOD (bring-your-own-device) stanno cambiando le regole a cui le aziende si sono attenute sino a oggi.

Mostra i risultati (1321 voti)
Agosto 2022
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
E Spot prese il fucile
Gmail, la nuova interfaccia adesso è per tutti
Luglio 2022
Istruzioni per il voto: la busta
Il Tribunale di Milano ordina a Cloudflare di censurare tre siti
Microsoft, un nuovo Windows ogni tre anni
TIM: 9.000 esuberi e un ultimatum al Governo
L'algoritmo che predice i crimini con una settimana d'anticipo
Alexa fa parlare i morti
Giugno 2022
Tesla e la batteria che dura 100 anni
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 14 agosto


web metrics