Il decreto Urbani è contro il software libero

La Free Software Foundation Europe chiede che dal decreto Urbani si stralcino gli obblighi che rischiano di limitare lo sviluppo del software libero.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-05-2004]

La Free Software Foundation Europe getta l'allarme su rischi che il Decreto Urbani, appena approvato dalla Camera dei Deputati, contiene per lo sviluppo del software libero in Italia.

Secondo questo movimento che si batte a livello europeo per promuovere e sviluppare il Free Software il comma 1 dell'art. 1 del Decreto Urbani introduce una specie di "bollino blu" per le opere di ingegno distribuite via Internet, tra cui il software, che può diventare un impedimento pegli sviluppatori del software libero che non vogliono limitare la circolazione del loro lavoro ma che, per scelta, la incentivano. Non si capisce perché la Siae debba essere tirata in ballo anche per tutelare chi non ne chiede e non ne vuole la tutela.

La FSF Europe chiede quindi che l'articolo in questione venga o stralciato, per permettere una più serena discussione con i tempi necessari o modificato, escludendo quelle opere dell'ingegno, tra cui il software libero, il cui legittimo autore abbia esplicitamente autorizzato la copia e la libera distribuzione al pubblico.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (2)

daniela
il software libero si desse una regolata Leggi tutto
7-5-2004 20:59

ah il decreto urbani Leggi tutto
7-5-2004 14:23

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Cosa utilizzi per inviare messaggi privati?
Uso varie applicazioni su qualsiasi dispositivo disponibile
Uso varie applicazioni sui miei dispositivi
Uso solo applicazioni affidabili su dispositivi di fiducia
Non invio messaggi privati online

Mostra i risultati (868 voti)
Maggio 2020
Windows 10, rilasciato l'update di maggio. Microsoft: ''Non aggiornate''
Immuni, rilasciati i sorgenti
Da Samsung lo smartphone da usare in guerra
Microsoft confessa: ''Sull'open source abbiamo sbagliato tutto''
Da OnePlus lo smartphone che vede attraverso gli oggetti (e i vestiti)
Windows 10, inizia l'abbandono dei 32 bit
Facebook, arriva la nuova interfaccia. Senza possibilità di fuga
UE, giro di vite sui cookie
L'app che snellisce Windows 10
Windows 10, l'aggiornamento di maggio uscirà con un bug
WhatsApp, finalmente arriva il supporto a più dispositivi
Aprile 2020
Windows 10 diventa più scattante con il May 2020 Update
Rubare i dati da un Pc sfruttando le vibrazioni delle ventole
Il software per impersonare gli altri su Zoom e Skype
Pirateria, la soluzione è sospendere Telegram
Tutti gli Arretrati


web metrics