Il nuovo Parlamento Europeo e le libertà digitali

Intervista a Monica Frassoni, eurodeputato verde, su quali scadenze in fatto di brevettabilità del software e libertà digitali si troverà di fronte il neo-eletto Parlamento Europeo.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-06-2004]

Il Parlamento Europeo è stato appena rinnovato e presto si troverà ad affrontare importanti tematiche come la brevettabilità del software e la tutela delle libertà digitali.

Su queste importanti scadenze abbiamo intervistato Monica Frassoni, rieletta deputato per i Verdi, che già nella scorsa legislatura aveva presieduto il Gruppo Parlamentare Europeo del suo Partito. Un eurodeputato italo-belga (nel 1999 era stata eletta in Belgio, questa volta in Italia) che si è sempre molto impegnata contro la brevettabilità del software.

ZN: In questa nuova legislatura europea si dovranno affrontare alcune questioni importanti, come ad esempio la brevettabilità del software. Come e da dove intende iniziare?

Monica Frassoni: "Con la formazione del nuovo Parlamento europeo, le commissioni parlamentari cominceranno il loro lavoro e la direttiva relativa alla brevettabilità delle invenzioni attuate per mezzo di elaboratori elettronici, meglio conosciuta come direttiva sulla brevettabilità del software, sarà uno dei primi punti all'ordine del giorno della commissione giuridica. Tuttavia, il nuovo Parlamento dovrà decidere se ratificare o meno le prime letture fatte dal Parlamento precedente, e bisognerà decidere come procedere con i brevetti per il software. Alcuni vorrebbero riprendere la pratica da zero. Vi do quindi appuntamento a questo autunno".

ZN: E' vero che i Verdi tedeschi hanno puntato molto sulle libertà digitali e anche per questo hanno vinto?

Monica Frassoni: "Effettivamente i Verdi tedeschi si sono fatti promotori di una campagna "Copy4Freedom" che riguarda questi temi; inoltre complessivamente hanno una valida politica su questi dossier. Spero che questo abbia contribuito al loro successo elettorale in occasione delle elezioni europee. Personalmente mi impegnerò per sviluppare una politica "verde" ed europea su questi temi nei prossimi 5 anni".

ZN: In Italia è sembrato che le forze della sinistra tradizionale siano abbastanza lontane da una sensibilità, come quella dimostrata dai Verdi, sui temi delle libertà digitali. A livello europeo le cose stanno diversamente?

Monica Frassoni: "A livello europeo il panorama politico è più vasto e le divisioni si effettuano su assi differenti. I Verdi hanno dei preziosi alleati tra alcuni deputati europei della famiglia social-democratica, soprattutto francesi e alcuni tedeschi. Ma questi deputati sono purtroppo una minoranza".

ZN: A proposito di tutela del copyright e di D.L. Urbani: il nostro Paese ha la legislazione più repressiva d'Europa in fatto di P2P, è possibile porci rimedio a livello europeo?

Monica Frassoni: "Temo che l'UE abbia adottato una posizione estrema in materia. Con l'adozione della direttiva sulla proprietà intellettuale il Parlamento ha deciso di permettere sanzioni molto severe contro quelle persone che non rispettino il diritto d'autore, i brevetti e altri concetti ripresi nell'espressione "proprietà intellettuale". I Verdi hanno votato contro questa direttiva che è stata adottata senza discussione dagli Stati Membri in occasione del Consiglio Competitività del 17 maggio scorso. In questo momento la palla è nel campo degli Stati Membri che devono trasporre la direttiva."

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali tra questi tuoi dati personali sono pubblici sui social network (chiunque pu˛ vederli e non solo i tuoi amici)?
Solo il mio nome per intero e la foto del profilo
In teoria tutto, non mi preoccupo delle impostazioni per la privacy
Nome completo, foto e post
Nome completo, foto, status, geolocalizzazioni e check-in
Non ci ho mai pensato

Mostra i risultati (921 voti)
Maggio 2020
Windows 10, rilasciato l'update di maggio. Microsoft: ''Non aggiornate''
Immuni, rilasciati i sorgenti
Da Samsung lo smartphone da usare in guerra
Microsoft confessa: ''Sull'open source abbiamo sbagliato tutto''
Da OnePlus lo smartphone che vede attraverso gli oggetti (e i vestiti)
Windows 10, inizia l'abbandono dei 32 bit
Facebook, arriva la nuova interfaccia. Senza possibilità di fuga
UE, giro di vite sui cookie
L'app che snellisce Windows 10
Windows 10, l'aggiornamento di maggio uscirà con un bug
WhatsApp, finalmente arriva il supporto a più dispositivi
Aprile 2020
Windows 10 diventa più scattante con il May 2020 Update
Rubare i dati da un Pc sfruttando le vibrazioni delle ventole
Il software per impersonare gli altri su Zoom e Skype
Pirateria, la soluzione è sospendere Telegram
Tutti gli Arretrati


web metrics