La tecnology che ci ha cambiato

Il collare da cavallo, la balestra e altre cose così. Mica nel medioevo scherzavano. Anche perché non avevano tutto 'sto copyright a legargli le mani: così, sempre inventando cose nuove, sono riusciti a mettere in piedi a poco a poco l'Europa.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-09-2004]

Beh, non è che bisognasse aspettare il duemila per avere tutti 'sti gadget. Anche il milleuno se l'è cavata abbastanza bene da questo punto di vista. In particolare, la new technology dell'epoca si è espressa con due invenzioni fondamentali che, fra l'una e l'altra, hanno rivoluzionato il pianeta almeno quanto l'ultima generazione di telefonini.

La prima di queste due invenzioni è stata quella del collare per i cavalli (prima di mettervi a ridere, riflettete un momento sul fatto che fino a pochi anni fa misuravamo in cavalli, per quanto a vapore, persino la potenza degli aviogetti).

Il cavallo, nel mondo antico, aveva un'importanza più che altro decorativa. Funzionava benissimo per fare le statue degli imperatori a cavallo oppure le scene di massa di Ben Hur: ma quanto a tirare onestamente la carretta, nisba.

Il motivo era che per attaccare un cavallo a un carretto gli si passavano delle briglie di cuoio attorno al collo, così più il cavallo tirava e più restava soffocato. Il che lo portava a tirare il meno possibile, come un lavoratore a termine dei nostri tempi.

Così, tutto quello che potevi fare con un cavallo in sostanza era di andarci a cavallo. Coloro che avevano a che fare coi cavalli si chiamavano cavalieri e date le circostanze non potevano che essere le persone più decorative e più inutili del pianeta.

Ma esattamente mille anni fa alcune aziende ebbero di trattare il cavallo in modo completamente diverso: pensando al suo benessere, in primo luogo. Così fecero una specie di ciambella, la imbottirono abbondantemente con paglia e fieno e la sistemarono attorno alle spalle del cavallo.

"Bene, potremmo chiamarlo attacco a collare" disse uno di quelli che avevano avuto l'idea.
"Benissimo. Vado subito a brevettarlo" rispose l'altro. Ma dopo una mezz'ora tornò trafelato.

"Dice che l'ufficio brevetti è ancora chiuso. Dice che apriranno fra un ottocento anni".
"Così niente copyright?"
"Niente copyright".
"Cazzo. Beh, mettiamoci a lavorare".

Bene, a un cavallo con attacco a collare puoi attaccare un carro abbastanza pesante e soprattutto puoi attaccare un aratro. Così, appena il tuo socio ha dato fuoco a un pezzo sufficientemente grande di foresta (non in Amazzonia, per favore; e comunque allora non c'era il Wwf) tu puoi attaccarti all'aratro, dare una gridata al cavallo e via con l'aratura moderna. Eppoi puoi seminarci del grano oppure, appena lo scoprono, il granturco, così al prossimo giro inventi i popcorn.

Pare una cosa da niente, ma se pensi che a quel tempo l'Europa era praticamente tutta un'unica foresta ti rendi conto che un'invenzione del genere la sua importanza l'ha avuta. Altrimenti a quest'ora, appena uscivi da Milano, trovavi il bosco di cappuccetto rosso, mica la Malpensa. Anche se per prendere un'aereo l'utilità dei due oggetti non è poi così diversa.

L'altra invenzione fondamentale che arriva circa mille anni prima del Nasdaq è la balestra. Prima della balestra in caso di brutti incontri (un brutto incontro di solito era un tizio a cavallo coperto di ferraglia e armato di mazza) potevi solo aprire una trattativa o dartela a gambe.

La trattativa tendeva ad essere breve, visto che quello non voleva alto che i tuoi soldi; darsela a gambe, tecnicamente, significava mettersi a correre più svelti di un cavallo. Con la balestra invece potevi dirgli: "Bene. Le dispiace mettersi in posa un momento? Dica cheese, prego". E gli lasciavi partire una balestrata che gli usciva dall'altra parte della ferraglia.

Anche questa sembra una cosa da niente, ma pensate. Prima della balestra, per fare un cavaliere a cavallo ci voleva anzitutto un cavallo (che costa un casino di soldi), un lungo addestramento nei migliori club ippici, un feudo per pagarsi l'iscrizione al club e un castello per difendere il feudo.

Con la balestra, invece, un coglionazzo qualunque, spendendo una medica cifra (alla fine le balestre si vendevano anche a rate) poteva stare alla pari di qualsiasi Cavaliere. Par condicio, ma sul serio e senza trucchi.

Nel giro di pochi secoli, i cavalieri finirono così talmente obsoleti che a poco a poco furono costretti a vendersi un feudo dopo l'altro (i più furbi fondarono dei partiti e si dettero alla politica). Così nacque l'Europa moderna, quella delle persone normali. E tutto grazie a un paio di new technology, pensate un po'.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Chi di questi 10 non ha meritato il premio Nobel per la Pace?
Elihu Root, segretario di Stato USA, vincitore nel 1912, indagato per la repressione degli indipendentisti filippini.
Aristide Briand, politico francese, vincitore nel 1926, nonostante molti sostengano che gli accordi da lui voluti abbiano portato la Germania a tentare la successiva espansione verso est.
Frank Kellogg, vincitore nel 1929: la sua idea per evitare le guerre fu sconfessata di lì a breve dalla politica tedesca.
Carl von Ossietzky, giornalista tedesco, vincitore nel 1935 per aver rivelato la politica tedesca di riarmo in violazione dei trattati. Meritava il premio, ma la tempistica fu pessima: venne deportato in un campo di concentramento.
Nessuno: nel 1948 il premio non venne assegnato. Sarebbe potuto andare a Mohandas Ghandi, ma era stato assassinato e il Comitato non permise che il premio fosse assegnato alla memoria.
Henry Kissinger e Le Duc Tho, vincitori nel 1973 per aver negoziato il ritiro delle truppe USA dal Vietnam. Il primo però approvò il bombardamento contro la Cambogia; il secondo rifiutò il premio.
Yasser Arafat, Shimon Peres e Yitzakh Rabin, vincitori nel 1994, sebbene gli accordi di Oslo abbiano avuto effetti molto brevi.
Kofi Annan e le Nazioni Unite, vincitori nel 2001, investigato nel 2004 per il coinvolgimento del figlio in un caso di pagamenti illegali nel programma Oil for Food.
Wangari Muta Maathai, vincitrice nel 2004, convinta che il virus HIV sia stato creato in laboratorio e sfuggito per errore.
Barack Obama, vincitore nel 2009, appena eletto presidente degli USA.

Mostra i risultati (1815 voti)
Marzo 2020
Windows 10, l'aggiornamento causa problemi di connessione
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Tutti gli Arretrati


web metrics