In manette i Robin Hood del Web

Rubavano carte di credito per comprare software, sproteggerlo e distribuire i crack.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-05-2005]

Possiamo considerarli dei veri e propri Robin Hood della rete, come loro stessi pare che amassero definirsi, ma purtroppo per loro, dopo anni di ricerche e pedinamenti telematici sono finiti in manette.

Si tratta di un gruppo di hacker inglesi che compravano software sul web grazie a carte di credito clonate, dopodiché ne rimovevano le protezioni e lo diffondevano gratuitamente in rete attraverso gli scambi peer to peer.

Il gruppo era legato a una sorta di Spectre della pirateria informatica: DrinkorDie.com, una delle organizzazioni mondiali più agguerrite e più "antiche" del settore. Si cominciò a sentirne parlare quando misero in circolazione copie di Windows 95 due settimane prima dell'uscita ufficiale.

Tornando agli allegri compari di Sherwood in versione telematica, si tratta di un gruppo di insospettabili, addirittura definiti "individui tristi che passano le loro giornate davanti al computer" dagli inquirenti.

Nonostante la loro attività non avesse fini di lucro, adesso i quattro membri del gruppo rischiano più di due anni di carcere; in effetti i danni inflitti ad alcune grandi software house sono stati ingenti, si vocifera, probabilmente esagerando un po', che addirittura Bill Gates abbia contribuito a individuarli.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

e come si fa... Leggi tutto
12-5-2005 12:12

Felice
senza scopo di lucroooooooooooo??? Leggi tutto
11-5-2005 19:43

si ma nn mi pare molto antica se parla di windows 95 come inizio ....io ricordo gruppi ai tempi della amiga 500
11-5-2005 14:51

mi chiedo perchè rischiano per il sw? Al massimo, secondo me l'imputazione potrebbe avvenire per le carte, ma non per il sw (se veramente non ne hanno fatto lucro)
11-5-2005 14:18

Giulio
mi sembri svanito... Leggi tutto
11-5-2005 13:27

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In Parlamento una proposta di legge vorrebbe obbligare i nuovi esercizi pubblici (ristoranti, negozi e via dicendo) a mettere a disposizione gratis degli utenti la possibilitÓ di navigare col Wi-Fi in Internet. Secondo te...
╚ una novitÓ giusta e moderna.
╚ un obbligo (costoso) in pi¨, da evitare.
Ottimo, ma si dovrebbero prevedere degli sconti fiscali per l'esercente.
La connessione sarÓ lenta, e poi con gli smartphone il Wi-Fi chi lo usa oggi?
Non mi interessa.
Non saprei.

Mostra i risultati (2411 voti)
Dicembre 2019
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Tutti gli Arretrati


web metrics