Digitale e proprietà intellettuale

Un workshop su contenuti digitali e proprietà intellettuale.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 03-06-2005]

L'Istituto Sturzo organizza un Workshop dal titolo "Contenuti digitali e proprietà intellettuale" che si terrà a Roma presso la sede dell'Istituto Luigi Sturzo, Martedì 14 Giugno 2005, dalle ore 16.00.

Il Workshop, aperto dall'introduzione di Flavia Nardelli, segretaria generale dell'Istituto Sturzo, vedrà la partecipazione di Luciano Scala, direttore generale del Ministero dei Beni Culturali.

Tito Orlandi dell'Università La Sapienza di Roma terrà una relazione su "I contenuti nell'era digitale: dialettica humanities & technologie". Andrea Scotti, dell'Istituto e Museo della Scienza di Firenze su "L'approccio distribuito alla protezione dei contenuti e alla proprietà intellettuale". Manfred Thaller dell'Università di Colonia su "Le direttive EU per la valorizzazione del patrimonio culturale: il caso dell'European Manuscript Server".

Sul tema: "Protezione e Open Source: orientamento e conflitti nel nascente settore dei contenuti digitali" interverrà Andrea Granelli, Presidente del Distretto dell'audiovisivo e dell'ITC di Roma e su "Modelli di business per la valorizzazione dei contenuti digitali", Claudio De Polo della Fratelli Alinari.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'app che permette di noleggiare un'autovettura direttamente dallo smartphone è molto contestata dai tassisti.
Non è necessario introdurre nuove regole per l'app. I tassisti hanno torto, perché il mondo si evolve ma loro ragionano come se Internet non esistesse, difendendo ciecamente la loro casta (che ha goduto di fin troppi privilegi negli ultimi anni).
I tassisti dovranno adeguarsi e mandare giù il boccone amaro, anche se un minimo di regolamentazione per l'app è necessaria.
L'app non va vietata del tutto, ma va limitata in modo pesante così da poter salvaguardare le esigenze dei tassisti.
L'app va completamente vietata: i tassisti hanno ragione a protestare, perché Uber minaccia il loro lavoro e viola leggi e regolamenti.
Non saprei.

Mostra i risultati (1969 voti)
Luglio 2020
Copia sigillata di Super Mario Bros. va all'asta per una cifra da record
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Tutti gli Arretrati


web metrics