Digitale e proprietà intellettuale

Un workshop su contenuti digitali e proprietà intellettuale.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 03-06-2005]

L'Istituto Sturzo organizza un Workshop dal titolo "Contenuti digitali e proprietà intellettuale" che si terrà a Roma presso la sede dell'Istituto Luigi Sturzo, Martedì 14 Giugno 2005, dalle ore 16.00.

Il Workshop, aperto dall'introduzione di Flavia Nardelli, segretaria generale dell'Istituto Sturzo, vedrà la partecipazione di Luciano Scala, direttore generale del Ministero dei Beni Culturali.

Tito Orlandi dell'Università La Sapienza di Roma terrà una relazione su "I contenuti nell'era digitale: dialettica humanities & technologie". Andrea Scotti, dell'Istituto e Museo della Scienza di Firenze su "L'approccio distribuito alla protezione dei contenuti e alla proprietà intellettuale". Manfred Thaller dell'Università di Colonia su "Le direttive EU per la valorizzazione del patrimonio culturale: il caso dell'European Manuscript Server".

Sul tema: "Protezione e Open Source: orientamento e conflitti nel nascente settore dei contenuti digitali" interverrà Andrea Granelli, Presidente del Distretto dell'audiovisivo e dell'ITC di Roma e su "Modelli di business per la valorizzazione dei contenuti digitali", Claudio De Polo della Fratelli Alinari.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Come credi che sarà la vita per la maggior parte della gente nel 2100?
Un idillio ipertech.
Grossomodo come adesso, con qualche giocattolo in più e/o in meno.
Roba da candelabri, biciclette e abaco.
Terribile, da gente allo sbando, senza più civiltà.
Non ci sarà più. Ormai saremo estinti, o sull'orlo dell'estinzione.

Mostra i risultati (3260 voti)
Ottobre 2019
MacOS Catalina, controllate le applicazioni prima di migrare
Il Galaxy S10 si sblocca con qualsiasi impronta
Windows 7 a fine vita, Microsoft importuna coi pop-up
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Tutti gli Arretrati


web metrics