Dopo Londra: le frequenze Etacs per le emergenze

L'attentato di Londra scatena milioni di telefonate che mandano in black-out le Reti. Per evitare questo le frequenze Etacs andrebbero riservate alle emergenze.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-07-2005]

Un vecchio telefono TACS

Gli attentati di Londra con il loro assurdo e disumano sacrificio di vittime innocenti hanno spinto, come era già successo a New York l'11 settembre, milioni di persone a mettere mano contemporaneamente ai telefonini per accertarsi sull'incolumità dei propri cari.

Milioni di chiamate hanno mandato in black out le reti di telefonia mobile, rendendo più difficile lo stesso lavoro delle forze dell'ordine e delle squadre di soccorso, che in parte avranno sopperito con telefonini satellitari e walkie-talkie: due sistemi di trasmissione che dopo l'11 settembre sono stati fortemente rivalutati per le esigenze della protezione civile.

Anche se il terrorismo, come è auspicabile, dovesse in futuro cessare, la possibilità di catastrofi che mettano fuori uso i sistemi di Tlc nelle grandi metropoli a causa dell'overload di telefonate saranno sempre possibili. A questo punto c'è da chiedersi se sia sensato che le frequenze lasciate libere dalla fine dei servizi di telefonia mobile Etacs, i primi telefonini prima del boom del Gsm, siano messe all'asta per essere riassegnate ai gestori di telefonia mobile che li vorrano riacquistare.

La stessa Tim che gestiva l'Etacs e nuovi gestori come 3, senza dimenticare Wind e Vodafone, vorrebbero utilizzare le frequenze dell'Etacs per gestire al meglio l'offerta commerciale alla clientela. C'è da chiedersi invece se queste frequenze, anziché essere privatizzate, non sarebbe meglio che rimanessero a disposizione della Protezione Civile proprio per gestire eventualità come questa.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Avevo un telefonino tacs, ma, non mi ricordo in quale anno, hanno digitalizzato la rete, tantè che se non sbaglio si potevano mandare pure gli sms. Non dovrei dirlo ma... il gioketto dello scanner non funzionava più.
12-7-2005 17:07

alessandro bracciolini
frequenze etacs Leggi tutto
11-7-2005 17:44

David
E-Tacs Leggi tutto
9-7-2005 13:38

stever
mia moglie... Leggi tutto
9-7-2005 09:59

ma scusa se per le emergenze di questo tipo servissero alle ambulanze per coordinarsi mi spieghi chi vorrebbe ascoltare le loro conversazioni...
8-7-2005 21:03

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te, gli autovelox e i sistemi automatici di rilevamento...
Contribuiscono a rendere più sicure le strade.
Sono dei mangiasoldi utilizzati senza ritegno dalle amministrazioni locali.
Vanno evitati e contrastati con tutte le tecnologie a disposizione.

Mostra i risultati (7613 voti)
Luglio 2020
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Immuni, chiedete e vi sarà dato
Altro che Immuni: il Bluetooth va tenuto spento!
Maggio 2020
Windows 10, rilasciato l'update di maggio. Microsoft: ''Non aggiornate''
Immuni, rilasciati i sorgenti
Tutti gli Arretrati


web metrics