OS/2 addio: migrate a Linux

Lo storico sistema operativo di IBM cesserà di avere sostegno gratuito. Si consiglia di migrare al pinguino.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-07-2005]

Un logo di OS/2

IBM ha annunciato sul proprio sito web che cesserà di supportare il suo sistema operativo OS/2 a fine dicembre 2006. Chi vorrà farlo, potrà comunque sotoscrivere un contratto di servizio "custom" per continuare a ricevere supporto da Big Blue.

Oggi tutti ricordano OS/2 come la prima, grande vittima del travolgente successo di Windows 95, per il quale è stato, per un breve periodo, un accreditato concorrente. Pochi ricordano che, allora, i tecnici lo consideravano superiore al rivale Microsoft, il quale, invece, ha avuto il sopravvento grazie alla quantità sterminata di applicazioni disponibili.

Il sistema operativo IBM, comunque, si è ritagliato una nicchia dignitosa nel settore finanziario, equipaggiando parecchi sportelli automatici. L'ultima versione del software è stata rilasciata nel 1996, ma IBM ha continuato a mantenere il software e a rilasciare patch.

Pochi clienti, comunque, hanno resistito con il vecchio OS/2. A loro, IBM consiglia la migrazione a Linux.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
OS/2 Warp 4 compie 25 anni

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Visto che si sono dimostrati gente lungimirante... Leggi tutto
22-7-2005 14:28

Anonimo
Open Source OS/2 Leggi tutto
21-7-2005 04:09

Spagnolo
Open Source OS/2 Leggi tutto
21-7-2005 04:02

stever
bei tempi Leggi tutto
20-7-2005 13:19

ALDO
il crepuscolo degli dei Leggi tutto
20-7-2005 10:48

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Chi non ha pagato l'assicurazione auto verrà individuato grazie a una serie di controlli incrociati con videocamere stradali e dati del Ministero. Che cosa ne pensi?
L'uso della tecnologia è diventato troppo invadente. Ogni giorno ci viene sottratta un'ulteriore fetta di privacy.
Ben vengano i controlli, se servono a diminuire le tasse (o i premi di assicurazione) di quelli che onestamente le pagano.
Il provvedimento va a colpire soltanto i disperati, che con la crisi cercano di arrangiarsi.
I veri evasori non si faranno certo acchiappare con questi mezzucci.
Prima di tutto bisognerebbe abbassare i costi delle assicurazioni.
Io non pago né l'assicurazione auto, né il canone Rai, né niente!
Viaggio solo in autobus o in bicicletta, non mi riguarda.

Mostra i risultati (2537 voti)
Dicembre 2021
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 3 dicembre


web metrics