Palladium sempre piu' vicino

La nuova versione beta di Windows Vista, rilasciata ieri ai soli sviluppatori, presenta caratteristiche tra il già visto e il preoccupante.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-12-2005]

Un occhio ci spia attraverso il monitor

Microsoft ha rilasciato ieri una nuova versione CPT (Community Technology Preview) del prossimo sistema operativo Windows Vista. È la terza delle cinque versioni beta previste prima dell'uscita ufficiale. Quest'ultima è attesa, salvo ulteriori ritardi, per la fine del 2006.

Si tratta ancora di una versione "testing", a uso esclusivo degli sviluppatori, ma è un'occasione per conoscere le caratteristiche di quello che sarà, volenti o nolenti, il futuro della maggior parte dei PC di tutto il mondo.

=====
Promo: Assicurazione auto: 1 mese gratis e 5% di sconto se acquisti con carta di credito almeno 15 giorni prima della scadenza della tua attuale polizza!
=====

All'inizio, quando ancora si faceva chiamare Longhorn, il nuovo software covava grandi ambizioni, gran parte delle quali sono state accantonate. Nell'ultima anteprima, sono apparse caratteristiche come il supporto per i processori a 64 bit, il motore di ricerca interno, la gestione delle trasparenze a livello di grafica e il nuovo browser Internet Explorer 7, con la navigazione multitabella e il supporto RSS.

È opportuno ricordare che tutte queste migliorie sono già presenti nella "concorrenza": sia Linux che Mac OS X gestiscono i processori a 64 bit, contengono un motore di ricerca (rispettivamente Beagle e Spotlight), mostrano accattivanti trasparenze e i loro browser hanno multitab e RSS.

Ma la CTP di dicembre ha qualche altra carta da giocare. La prima si chiama Windows Defender, ed è in sostanza un anti-spyware, integrato con un programma che snida e rimuove eventuali malware, cioè i software maligni. La CTP natalizia ne contiene una versione opportunamente potenziata.

Un'altra caratteristica, riservata alle utenze professionali, è il blocco delle periferiche da parte dell'amministratore di rete. Questo processo permette di impedire, nelle aziende, di collegare dispositivi di memoria di massa, come gli iPod e gli altri hard disk portatili, per scongiurare possibili fughe di dati (e non solo).

Ancora novità sul fronte Internet Explorer 7, che avrà il supporto per gli IDN (international domain names), che secondo Redmond dovrebbe contribuire a smascherare molti tentativi di phishing. Inutile ricordare che la "novità" è già presente nella versione 1.5 di Firefox.

Inoltre, sarà possibile, per l'amministratore, produrre rapporti sull'uso del PC, tipo siti web visitati e software impiegati, con possibilità di limitare l'accesso non solo a siti inseriti nella propria lista nera, ma anche a contenuti multimediali dal titolo ambiguo.

Possibilità, queste, gradite ai genitori più apprensivi, ma anche a coniugi gelosi e dirigenti o imprenditori poco rispettosi dei diritti dei lavoratori.

Il tristemente famoso firewall di sistema, poi, dovrebbe finalmente filtrare anche i dati in uscita, rimendiando a una mancanza che faceva rotolare dalle risate tutti gli addetti alla sicurezza.

Molto pubblicizzato da Microsoft il SuperFetch, un algoritmo che ottimizza l'uso della memoria di sistema. La versione di dicembre ha aggiunto la capacità di utilizzare, come riserva di memoria, i dispositivi usb esterni.

E non dimentichiamo Windows Media Player 11, un lettore di contenuti multimediali che si preannuncia pienamente compatibile con tutte le DRM di questo mondo.

L'ultima chicca si chiama BitLocker, un software di crittografia pensato per risolvere il flagello dei furti di PC portatili. Il sistema dovrebbe rendere inutilizzabile e inviolabile il notebook finito in cattive mani. Il trucco utilizzato da BitLocker è che la chiave crittografica sarà scritta direttamente sulla scheda madre, in un chip chiamato TPM (Trusted Platform Module).

Non sappiamo quanto questo meccanismo, anch'esso presente solo nella versione "Enterprise" di Vista, scoraggerà eventuali furti. È certo, invece, che si tratta di una delle primissime applicazioni pratiche del TCG-Palladium, il sistema più ferocemente liberticida che sia mai stato progettato.

È abbastanza logico che le motivazioni alla base del TC siano sensate e condivisibili (in questo caso, proteggere i notebook dai furti). Meno logico è lasciare a un consorzio privato di produttori la decisione su chi controllerà il nostro hardware.

Il nuovo Vista si conferma, dunque, in pieno stile Microsoft: le novità servono, in parte, per colmare il gap rispetto ai concorrenti, in parte per ovviare parzialmente ai problemi di sicurezza propri solo di questa piattaforma, e in parte per proteggere i titolari dei contenuti a danno della libertà degli utenti.

In molti pensano che sia giunto il momento di pianificare una migrazione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Windows 11, il mio PC riuscirà a eseguirlo?

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 31)

Dunque, nel sito più aggiornato che conosco, questo, non c'è traccia di Packard Bell. Se non è venduto sul mercato italiano con un altro nome, il tuo portatile dovrebbe essere esente da TPM. L'assenza di dischi di ripristino è invece da attribuirsi, IMHO, alla sempre più diffusa usanza di Micro$oft di esimersi dal lavoro, e guadagnare... Leggi tutto
24-1-2006 17:43

Palladium Leggi tutto
24-1-2006 17:11

Si, a parte gli insulti che comunque potevi evitare, mi sono grossolanamente confuso nella risposta... Chiedo scusa a tutti per l'inutile risposta... Rimane il fatto che Zeta non da molto scampo: lo acquisti e basta, almeno una live per valutarne gli effettivi punti di vantaggio confronto a un qualsiasi altro linux (che poi os mi sembra... Leggi tutto
18-1-2006 11:25

{utente anonimo}
Un bazaar disordinato Leggi tutto
6-1-2006 11:15

Linux è una massa enorme di persone, quindi sono entrambe montagne. Metafore a parte, a tutte le tue domande, io risponderei sì. Tornando alle metafore, Linux è un bazaar (d'accordo, non è mia, ma è bella lo stesso :D), dove puoi trovare di tutto, dal mainframe alla consolle, dal thin client PC al cellulare. Prendi quello che vuoi,... Leggi tutto
6-1-2006 11:01

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Come credi che sarà la vita per la maggior parte della gente nel 2100?
Un idillio ipertech.
Grossomodo come adesso, con qualche giocattolo in più e/o in meno.
Roba da candelabri, biciclette e abaco.
Terribile, da gente allo sbando, senza più civiltà.
Non ci sarà più. Ormai saremo estinti, o sull'orlo dell'estinzione.

Mostra i risultati (3408 voti)
Dicembre 2021
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 5 dicembre


web metrics