Il popolo vuole il pinguino

Dell lancia un forum aperto a tutte le opinioni; gli utenti scelgono Linux preinstallato sui PC in vendita.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-02-2007]

Bilancia che pende a favore di Linux

Ai piani alti di Dell volano imprecazioni. Probabilmente salterà qualche testa: questa volta l'ossessione del marketing di apparire aperti alle esigenze dei clienti, ha messo l'azienda con le spalle al muro.

Il sondaggio sul forum chiamato IdeaStorm, aperto una decina di giorni fa dal fabbricante hardware, si proponeva di dare agli utenti, reali e potenziali, la possibilità di orientare la produzione e la vendita.

Ma la cosa è stata fatta in modo troppo trasparente, e così la richiesta più gettonata, oggi con 93.000 utenti, è quella di vendere PC con Linux preinstallato, cui vanno aggiunte le 47.000 richieste per una Linux-box veloce". Forse sono i primi effetti della crescente insofferenza verso Windows Vista, fatto sta che è ora difficile ignorare questa richiesta.

I clienti, quelli che hanno sempre ragione, costringono il primo produttore di PC al mondo, tradizionalmente il più "spalmato" su posizioni microsoftiane, a prendere provvedimenti, pena la perdita della faccia.

La risposta è tanto immediata quanto vaga: Dell certificherà alcune sue macchine corporate, quelle cioè destinate alla grande industria, per Novell Suse, da poco partner di Microsoft.

Niente Linux preinstallato, dunque, né distribuzione a scelta: "La comunità IdeaStorm ha suggerito più di mezza dozzina di distribuzioni. Non vogliamo sceglierne una e alienarci gli utenti che ne preferiscono un'altra," dicono i vertici di Dell.

"Siamo entusiasti delle reazioni della comunità IdeaStorm verso le soluzioni opensource come Linux e OpenOffice," continua il portavoce Dell, digrignando i denti, "abbiamo così deciso un accordo con Novell per certificare, per Suse-Linux, i desktop OptiPlex, i notebook Latitude e le workstation Precision".

Il popolo chiede il pinguino, e Dell risponde installando niente, ma certificando la distribuzione più allineata, quella che ha dato denaro a Microsoft per non essere accusata di violazione dei ridicoli brevetti software. Ora il mondo saprà che i PC Dell possono andare con Suse Linux. Da schiantar dal ridere.

Eppure, sull'operazione trasparenza, Dell sta investendo molto. Matt Domsch, programmatore Linux per Dell, sostiene: "le prossime settimane, ci daremo da fare per includere la gamma di portatili Latitude tra le cosiddette nSeries", vale a dire le macchine disponibili senza sistema operativo pre-installato.

Purtroppo, le nSeries possono essere consegnate solo negli Stati Uniti, in base, crediamo noi, a un accordo stipulato con Redmond. E presumibilmente la richiesta della IdeaStorm community di estendere questo privilegio a tutto il mondo (al quinto posto con 41.000 voti) non sarà accolta.

Vero è che Dell dà la possibilità di non accettare la licenza EULA di Microsoft, disinstallando il software precaricato, senza veder decadere alcuna garanzia sull'hardware. Ma, in pratica, Windows lo si paga comunque.

Due di picche, per ora, anche alla richiesta, al secondo posto con 60.000 utenti, di offrire OpenOffice preinstallato in alternativa a Microsoft Office. Anche questa istanza non deve essere piaciuta, su a Redmond.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

Ecco, volevo dire proprio il contrario di questo. Leggi tutto
23-3-2007 18:48

OS/2 ha riportato il marchio microsoft in quanto la prima versione era stata sviluppata con Microsoft con la quale IBM aveva un cointratto a quei tempi. 640 Kbytes di memoria ? Non so dire ma non mi sembra che in un azienda sia la principale necessitÓ .... Probabilmente per lo smanettone home che assemble il pc con pezzi presi da una... Leggi tutto
23-3-2007 13:29

E come mai vendeva ogni nuovo prodotto come "ultra-mega-spaziale, con questo sarÓ tutto a posto, Ŕ l'ideale per le vostre attivitÓ" (magari denigrando il proprio prodottoprecedente. Ricordo un depliant -tra l'altro confezionato in modo lussuoso, con carta che chissÓ quanto sarÓ costaa sembrava quella delle parecipazioni di... Leggi tutto
23-3-2007 10:55

Il popolo vuole il pinguino Leggi tutto
23-3-2007 09:57

Io premetto che ho iniziato a lavorare su sistemi Olivetti 3B9 nel 1982 sotto sistema operativo Unix. Nel 1987, dopo l'esperienza legata all'apertura di FidoNET nel 1985 con Giorgio Rutigliano, sono passato alle rete Unix SUBLINK (1987) e successivamente come consulente ho sempre trattato sia Unix che Dos/Windows per cui non mi posso... Leggi tutto
23-3-2007 07:18

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te, come nascono la maggior parte delle bufale che girano su Internet?
Come scherzi rivolti esclusivamente ad amici e conoscenti (che poi involontariamente li propagano in giro)
Dalla "buona volontÓ" di persone che credono di fare un favore al mondo diffondendo dicerie e stranezze dandole automaticamente per buone
Dalla curiositÓ di vedere se una propria invenzione possa diventare "famosa" sulla rete, ma anche quanta gente ci arriverÓ a credere e con che velocitÓ si propagherÓ
Dalla volontÓ di creare disinformazione su determinati argomenti
Altro (specificare)

Mostra i risultati (2236 voti)
Luglio 2021
Rinunciare allo smartphone
Windows 10, svelato l'aggiornamento 21H2
Zitto zitto, il Parlamento Europeo vara la sorveglianza di massa di tutte le email
La UE ci riprova col caricabatterie unico
Stuxnet, il virus informatico più distruttivo della storia
Windows 11, niente update da Windows 7 e 8.1
Falla critica nel sistema di stampa di Windows, e la patch ancora non c'è
Un assaggio del nuovo Office, riprogettato per Windows 11
Giugno 2021
Windows 11, il mio PC riuscirà a eseguirlo?
Windows 11, non abbiate fretta di installarlo
Un blackout informatico molto, molto canadese
Windows 11 sarà più veloce di Windows 10
Windows 11, l'update da Windows 7 e 8 sarà gratis
Windows 11, l'ISO del sistema finisce in Rete
Windows 11, i primi screenshot sfuggono in Rete
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 30 luglio


web metrics