Intercettazioni retroattive

Molti degli scandali pubblicati negli ultimi mesi hanno avuto il robusto supporto di intercettazioni telefoniche emerse dal passato.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-03-2007]

Una traccia digitale

A margine dell'uscita del libro di Gregoretti "Pronto chi spia?", che indaga su un eventuale disegno di trasformare Telecom e la sua security in un Grande Fratello, più di qualcuno è tentato di fare alcune considerazioni: è possibile che siamo tutti, indistintamente, sotto controllo telefonico?

Nelle notizie che apprendiamo ormai quotidianamente, le trascrizioni pubblicate riportano chiacchierate fatte anni addietro da soggetti inquisiti oggi. In qualche caso gli articoli hanno riportato frasi registrate anni fa da conversazioni telefoniche di persone anche non inquisite, solo perché la conversazione era attinente a qualche scandalo odierno.

Ci domandiamo come mai un illustre sconosciuto fosse intercettato da anni, come se qualcuno avesse potuto prevedere il suo contatto odierno con l'inquisito di turno. La domanda è ancora più inquietante, se si considera che ciò che trapela sulla stampa scandalistica è solo una minima parte delle trascrizioni esistenti.

Le sfere di cristallo e le macchine del tempo sono belle fantasie: in realtà disponiamo di mezzi meno mirabolanti, ma efficaci a scopi reali. Le nostre conversazioni telefoniche sono piccole gocce digitali nel vasto fiume che scorre nelle infinite valli telematiche. La nostra voce è la parte minore del flusso, che è costituito principalmente da dati di controllo; ciò in particolare vale per le comunicazioni mobili.

Le nostre voci scorrono nei sistemi degli operatori, nei quali sono in chiaro. Non vanno intercettate forzando sistemi altrui; passano già, normalmente, in luoghi in cui possono lasciare una loro copia o no, a discrezione dell'amministratore di sistema.

Anche il termine intercettazione, in fondo, pare tecnicamente improprio. Che qualcuno salvi da qualche parte tutte le tracce digitali di tutte le telefonate, non è un'ipotesi tanto assurda.

La differenza tra registrare o no, preventivamente, tutte le nostre conversazioni, con riserva di eventuale successivo paziente lavoro di recupero e trascrizione, dall'esito certo, è la differenza che c'è tra un mostruoso lavoro di intelligence e di intercettazione in tempo reale estremamente complesso e di fatto impossibile e, invece, un lavoro del tutto automatico, semplice e oscuro di accumulo dati. E' la differenza che c'è tra salvare o non salvare dei files già bell'e pronti.

La quantità di memoria occorrente per accumulare le voci, opportunamente compresse, delle chiacchiere telefoniche degli italiani è stimabile in qualche TeraByte al giorno. Le tecniche di compressione, analisi, comprensione intelligente e trascrizione della voce sono in continuo progresso; quello che oggi è lo stato dell'arte tra qualche anno farà sorridere. Intanto, salviamo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (4)

intercettazioni retroattive Leggi tutto
31-3-2007 12:41

comunque ce n'e' di gente che la pensa davvero cosi' :-(
6-3-2007 10:11

meglio specificare... Leggi tutto
5-3-2007 23:09

non male... Leggi tutto
5-3-2007 23:08

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Fai uso del pagamento contactless?
S, lo trovo molto comodo.
Lascio scegliere all'esercente.
Non so cosa sia.
No, le mie carte non sono abilitate.
No, non mi fido

Mostra i risultati (2315 voti)
Giugno 2021
Windows 11, i primi screenshot sfuggono in Rete
Tutti gli indizi che puntano a Windows 11
Gli hard disk al grafene sono 10 volte più capienti
Microsoft nasconde la fotocamera sotto lo schermo che forma il logo di Windows
Il nuovo Windows 10 si svela a fine mese
Nuova tecnica contro il ransomware: ingannare il sistema di pagamento
Maggio 2021
Malvivente condannato grazie a una foto delle dita pubblicata online
Annunciata la prossima generazione di Windows
Guidi male? Forse è un primo segno di demenza
Scarsità di chip, televisori più cari del 30%
Arriva Android 12, più veloce, più personalizzabile e più attento alla privacy
Nella Tesla schiantatasi con “nessuno” al volante c’era qualcuno al volante
WhatsApp, funzionalità ridotte se non si vogliono regalare i dati a Facebook
La scorciatoia da tastiera che scongela il Pc
Bye bye, Emotet
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 16 giugno


web metrics