Bersani toglierà lo scatto alla risposta?

Il Governo abolendo lo scatto alla risposta potrebbe indebolire il titolo Telecom Italia e favorire l'uscita di Tronchetti a favore delle banche.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-03-2007]

In questo momento il management Telecom Italia è in una situazione di stallo: da una parte, il nuovo presidente Guido Rossi persegue la sua strategia di trasformazione in Telecom in una grande public company, senza azionisti di controllo troppo ingombranti come Tronchetti Provera; dall'altra, Tronchetti Provera è disponibile a uscire dal capitale Telecom: gli pagheranno solo le azioni in suo possesso a 3 euro, come sembravano d'accordo gli spagnoli di Telefonica in cambio di un patto che prevedesse il ritiro di Telecom Italia dall'America Latina.

Il testimone di pietra di questo confronto-scontro è il governo Prodi, che non vuole più dare l'impressione di voler interferire pesantemente nelle vicende Telecom come si era avuta l'impressione con il caso Rovati; ma il Governo non è disposto ad accettare il fatto compiuto della maggiore azienda del Paese in mano agli spagnoli.

A questo punto spunta l'opzione Bersani: dopo il successo di pubblico dell'abolizione dei costi di ricarica, unica cosa veramente apprezzata dalla gente del famoso decreto sulle liberalizzazioni (insieme al lunedì aperto per i parrucchieri), potrebbe arrivare ufficialmente su richiesta dell'Authority l'abolizione dello scatto alla risposta: sarebbe un altro colpo ai bilanci delle aziende telefoniche che, attraverso la loro associazione di categoria Asstel, quantificano in tre miliardi di euro le perdite.

La maggior parte (circa la metà) dei tre miliardi di euro di perdita per l'abolizione dello scatto alla risposta sarebbe a carico di Telecom; a questo punto anche Tronchetti Provera dovrebbe rassegnarsi a vendere sotto i tre euro, magari passando la mano a un pool di banche filogovernative come la San Paolo-Intesa di Modiano-Passera e l'Unicredit di Profumo, banchieri molto vicini a Prodi, ai Ds e a Guido Rossi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 15)

...perché non vai a piedi o a cavallo?... e perché usi il computer?... :roll:
16-3-2007 21:41

{utente anonimo}
Scusate ma secondo il vostro discorso mi sembra assurdo. Chi vi ha ordinato di utilizzare il cellulare il dottore? Mi sembra che nessuna compagnia telefonica obblighi con la forza le persone ad fare uso dei suoi servizi. Se l'italiano medio oggi si comporta come un caprone utilizzando il cellulare ovunque ed in ogni mento e' solo colpa... Leggi tutto
16-3-2007 17:37

Quoto Silent. Non si può dire se la gente è così stupida o superstiziosa da farsi fregare dai wannamarchi che infestano il così detto "libero mercato", peggio per loro. Vanno stroncati i furbi non condannati i deboli. Per quanto riguarda le tariffe, se lo scopo è mettere in concorrenza le società telefoniche, la soluzione è... Leggi tutto
11-3-2007 22:47

Ho letto il tuo commento e mi sembra ricco di interessanti spunti molti dei quali condivisibilissimi. Quello che io però trovo erroneo è che con il giudizio sulla stupidità (reale) dei consumatori incapaci di fare due calcoli, passi in secondo piano un atteggiamento rapinoso da parte delle aziende che, oltre a fornire servizi sfuttando... Leggi tutto
11-3-2007 15:54

{giotto}
per marcelloby Leggi tutto
11-3-2007 11:51

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Dove e come sei solito vedere i film?
Al cinema.
A casa, quelli trasmessi in Tv.
A casa, sul Pc.
A casa, con un lettore multimediale.
Ovunque, sul cellulare (oppure iPad / iPod / lettore Mp3)

Mostra i risultati (3367 voti)
Dicembre 2019
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Tutti gli Arretrati


web metrics