Finalmente un ultraportatile a basso costo

Di produzione Intel, sarà per ora distribuito in Brasile e quindi in altri paesi emergenti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 30-03-2007]

Portatile Intel

Dopo mesi di chiacchiere, finalmente si comincia a vedere qualcosa in merito al portatile "low cost" destinato agli studenti dei paesi in via di sviluppo. Come sistema operativo è stato scelto Windows XP (probabilmente per onorare il "rispetto" di Intel nei confronti della casa di Seattle) oppure Linux nella versione Mandriva 2007, appositamente rivisitato e rinominato Metasys Classmate 2.0 per le prime consegne alle scuole che avverranno in Brasile nelle prossime settimane.

Potrebbe sorprendere la scelta della versione Linux (Mandriva occupa meno del 5% del mercato, contro il 29% di Ubuntu secondo una stima di DesktopLinux) ma occorre pensare che proprio a Mandriva è stata affidata la distribuzione sul continente sudamericano.

"Per noi è un'eccezionale opportunità per farci conoscere" commenta il Direttore Generale François Bancilhon, riferendosi al difficile periodo attraversato dall'azienda in questi ultimi anni e culminato infine nella perdita dell'appalto per i parlamentari francesi andato sorprendentemente a Ubuntu.

Le consegne vere e proprie del portatile, che si chiamerà Classmate PC, avverranno nel secondo semestre dell'anno corrente, a iniziare dal Messico, dall'India e poi via via tutti gli altri.

Aspettando il per ora fantomatico PC da 100 dollari progettato dal MIT, il portatile di Intel ha uno schermo da 7 pollici con risoluzione 800x600 pixel, un processore Celeron M da 900 Megahertz e 256 Mbyte di memoria, il tutto in un case a prova d'acqua, polvere e shock visto che al posto dell'hard disk monta una scheda flash da 2 Gbyte.

Il prezzo al pubblico non è stato comunicato ma potrebbe aggirarsi tra i 250 e i 400 dollari, a seconda delle possibilità del mercato di destinazione. Non è poco ma neanche tantissimo, specie se pensiamo che il Classmate sarà anche dotato di una scheda WiFi per la connessione all'Internet.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (5)

Il PC a basso costo Leggi tutto
16-4-2007 15:55

Devo dire che l'articolo Ŕ inesatto : 1) Il PC da quelle parti con quel costo Ŕ assurdo ! Questa Ŕ una manovra puramente commerciale. 2) Usare XP, anche nella versione alleggerita rende inutile all'uso quel PC ! Alla fine useranno Mandrivia per forza. 3) Il solo OS sul PC NON serve ! Quali programmi di corredo userÓ ? Alla fine... Leggi tutto
3-4-2007 02:35

"proprio a Mandriva Ŕ stata affidata la distribuzione sul continente sudamericano" Leggi tutto
1-4-2007 22:16

{Marzio}
portatile a basso costo ? Leggi tutto
30-3-2007 17:37

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Chi di questi 10 non ha meritato il premio Nobel per la Pace?
Elihu Root, segretario di Stato USA, vincitore nel 1912, indagato per la repressione degli indipendentisti filippini.
Aristide Briand, politico francese, vincitore nel 1926, nonostante molti sostengano che gli accordi da lui voluti abbiano portato la Germania a tentare la successiva espansione verso est.
Frank Kellogg, vincitore nel 1929: la sua idea per evitare le guerre fu sconfessata di lý a breve dalla politica tedesca.
Carl von Ossietzky, giornalista tedesco, vincitore nel 1935 per aver rivelato la politica tedesca di riarmo in violazione dei trattati. Meritava il premio, ma la tempistica fu pessima: venne deportato in un campo di concentramento.
Nessuno: nel 1948 il premio non venne assegnato. Sarebbe potuto andare a Mohandas Ghandi, ma era stato assassinato e il Comitato non permise che il premio fosse assegnato alla memoria.
Henry Kissinger e Le Duc Tho, vincitori nel 1973 per aver negoziato il ritiro delle truppe USA dal Vietnam. Il primo per˛ approv˛ il bombardamento contro la Cambogia; il secondo rifiut˛ il premio.
Yasser Arafat, Shimon Peres e Yitzakh Rabin, vincitori nel 1994, sebbene gli accordi di Oslo abbiano avuto effetti molto brevi.
Kofi Annan e le Nazioni Unite, vincitori nel 2001, investigato nel 2004 per il coinvolgimento del figlio in un caso di pagamenti illegali nel programma Oil for Food.
Wangari Muta Maathai, vincitrice nel 2004, convinta che il virus HIV sia stato creato in laboratorio e sfuggito per errore.
Barack Obama, vincitore nel 2009, appena eletto presidente degli USA.

Mostra i risultati (2042 voti)
Aprile 2024
L'algoritmo di ricarica che raddoppia la vita utile delle batterie
Hype e Banca Sella, disservizi a profusione
Falla nei NAS D-Link, ma la patch non arriverà mai
La navigazione in incognito non è in incognito
Le tre stimmate della posta elettronica
Amazon abbandona i negozi coi cassieri a distanza
Marzo 2024
Buone azioni e serrature ridicole
Il piano Merlyn, ovvero la liquidazione di Tim
Falla nelle serrature elettroniche, milioni di stanze d'hotel a rischio
L'antenato di ChatGPT in un foglio Excel
La valle inquietante
La crisi di Tim e la divisione sindacale
La fine del mondo, virtuale
WhatsApp e Messenger aprono agli altri servizi di chat
Permainformatica
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 20 aprile


web metrics