La polizia tollera i siti filobrigatisti

La strategia della polizia postale è chiara: non oscurare i siti che esprimono simpatia alle nuove Brigate Rosse, ma piuttosto monitorare accessi e utenti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-05-2007]

Nelle forze dell'ordine che indagano sulle nuove Brigate Rosse -composte da vecchi e irriducibili militanti delle vecchie formazioni terroristiche degli anni '70 e '80 e da giovani adepti- c'è una convinzione (fondata o meno che sia): che dietro e sotto l'emergere dei fenomeni più vistosi e a volte terribili come gli attentati, vi sia una vasta area di confine tra protesta radicale, illegalità come occupazioni e altro e il terrorismo che simpatizza per le nuove Br e potrebbe sostenerle dal punto di vista organizzativo.

Per monitorare e schedare questa zona grigia, gli inquirenti non oscurerebbero alcuni dei siti considerati fiancheggiatori delle Nuove Br, perché vi appaiono messaggi di solidarietà agli arrestati, ma piuttosto ne monitorerebbero costantemente accessi e utenti.

Individuare chi vi si collega spesso, chi corrisponde via email con i gestori dei siti, cercare di leggere se possibile messaggi di sostegno e scoprirne gli autori anche se anonimi o coperti da nickname sarebbe la strategia della polizia postale, nella speranza di fotografare e tenere sotto controllo la realtà nascosta del terrorismo italiano - o di un suo terreno di coltura.

C'è il rischio evidente che tanti giovani, magari ingenuamente affascinati o tentati da prassi sbagliate, o colpevoli solo di essere troppo critici o ribelli, o semplicemente curiosi, possano ritrovarsi schedati come simpatizzanti brigatisti solo perché consultano frequentemente quei siti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (3)

{Mimmo}
Terrorismo o limite della sopportazione? Leggi tutto
3-5-2007 06:43

Volevate la censura? Leggi tutto
2-5-2007 23:03

{Giambattista}
Qual'è il problema? Leggi tutto
2-5-2007 10:44

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Dicono che il software è la parte del computer contro la quale è possibile solo imprecare, l'hardware è quella che si può anche prendere a calci. Quale hai preso a calci più frequentemente?
Case e alimentatore
Scheda madre
Processore o CPU
Schede video e audio
Hard disk
Lettori Cd / Dvd
Monitor
Stampanti e scanner
Tastiera e mouse

Mostra i risultati (1432 voti)
Giugno 2020
Windows 10, il nuovo Edge ha iniziato a rimpiazzare il vecchio
Altro che Immuni: il Bluetooth va tenuto spento!
Maggio 2020
Windows 10, rilasciato l'update di maggio. Microsoft: ''Non aggiornate''
Immuni, rilasciati i sorgenti
Da Samsung lo smartphone da usare in guerra
Microsoft confessa: ''Sull'open source abbiamo sbagliato tutto''
Da OnePlus lo smartphone che vede attraverso gli oggetti (e i vestiti)
Windows 10, inizia l'abbandono dei 32 bit
Facebook, arriva la nuova interfaccia. Senza possibilità di fuga
UE, giro di vite sui cookie
L'app che snellisce Windows 10
Windows 10, l'aggiornamento di maggio uscirà con un bug
WhatsApp, finalmente arriva il supporto a più dispositivi
Aprile 2020
Windows 10 diventa più scattante con il May 2020 Update
Rubare i dati da un Pc sfruttando le vibrazioni delle ventole
Tutti gli Arretrati


web metrics