Lo sboom di Second Life

Per mesi si è parlato incessantemente del mondo virtuale dove vivere una "seconda vita" e magari diventare ricchi. Ma la bolla sta per scoppiare.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-07-2007]

Second Life

Attorno a Second Life si è creato un grande hype mediatico; a sentire alcuni, sembra che tutto ruoti attorno a questo mondo, di cui ogni giorno c'è un articolo su un quotidiano, spesso citando il caso di tizio o caio che si sono arricchiti nella vita virtuale e hanno convertito la loro fortuna in soldi veri.

Ma che cos'è in realtà Second Life? Senza sbagliare troppo, potremmo definirla una sorta di grande videogioco online, a livello planetario, un'evoluzione dei vecchi Mud/Moo e dei giochi di ruolo online; ma sempre un videogioco.

E' vero, c'è la faccenda dei Linden dollar, ossia la possibilità di effettuare acquisti virtuali con moneta virtuale - pagata a sua volta con denaro sonante - e soprattutto di riconvertire la moneta virtuale in dollaroni veri. Probabilmente è stato questo che ha attirato l'attenzione dei più: il miraggio di poter fare soldi in maniera più facile che nella vita reale, ipotesi in verità tutta da dimostrare.

In molti hanno visto un'opportunità di guadagno. La comunità è cresciuta e forse il numero di iscritti è ancora in crescita, attirati dal mito del facile denaro - che in realtà tanto facile non è, come in tutte le cose.

Una volta raggiunta una certa massa critica, Second Life è diventata una community di riferimento; e così anche grandi aziende, l'ultimo nome è quello di Telecom Italia, hanno adocchiato il vero business, ossia gli utenti.

Da segnalare anche il caso del ministro Antonio Di Pietro che ha recentemente fondato un'isola e tenuto la sua prima conferenza stampa su Second Life.

Quando ci sono un grande numero di persone che frequentano un luogo, virtuale o meno, vale la pena investire in comunicazione e marketing. Purché l'investimento non risulti spropositato, e il tutto si riveli una grande bolla di sapone pronta a scoppiare. Perché questo è quello che potrebbe avvenire.

Dopo aver girovagato un po' per i mondi di Second Life, l'utente medio si stufa. Se non è un appassionato di videogiochi online, o di Rpg, o di Mmorpg (o di come si chiamano adesso), presto o tardi scappa via a gambe levate. Se non ha lo spirito del programmatore, presto abbandona anche la farraginosa interfaccia per costruire oggetti nel mondo virtuale.

L'inversione di tendenza è già iniziata. Ma siccome in Italia Second Life è stata "scoperta" con ampio ritardo, anche lo sboom dalle nostre parti arriverà quando i buoi (pardon, gli utenti) saranno già scappati, con buona pace degli stallieri virtuali.


Un recente party su Second Life

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Dario Meoli (ZEUS)

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

.Fabio Marello.
Lo sboom di Second Life Leggi tutto
24-8-2007 16:40

credo che second life si sgonfierà con la stessa velocità con cui ha raggiunto la vetta....e ciò che è successo in America e probabilmente accadrà anche da noi
21-8-2007 11:50

Un punto di vista entusiastico e ottimista fa sempre piacere, ma preferisco pensare che la medaglia ha sempre due facce e mantenere i piedi ben piantati a terra (quella reale) e attendere qualche tempo per giudicare con la debita obiettività il mondo virtuale di Second Life. Riguardo poi all'attività di promozione culturale citata da... Leggi tutto
9-8-2007 00:43

{MP}
Inaccettabile questa continua critica Leggi tutto
8-8-2007 15:58

Volentieri... ma non nascondo che preferirei utilizzare un altro mezzo. Leggi tutto
23-7-2007 10:10

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è la più grande inquietudine che hai a casa e che la domotica potrebbe risolvere?
Sentirsi insicuri in casa quando si è lì da soli.
Che le persone lascino le luci accese quando non serve.
Dimenticarsi se le porte sono state chiuse a chiave o se le finestre sono state chiuse a dovere.
Familiari anziani non autosufficienti quando in casa sono soli.
Preoccuparsi della sicurezza quando siamo lontani.
Perdere tempo a girare per casa ad accendere o spegnere le luci.
Preoccuparsi che le attrezzature della cucina (per esempio il forno) siano state lasciate accese accidentalmente.
Preoccuparsi che la casa sembri vuota quando siamo lontani.
Possibili incidenti nelle zone della casa che non sono adeguatamente illuminate durante la notte.
La casa è troppo calda o troppo fredda per il dovuto comfort.

Mostra i risultati (1027 voti)
Ottobre 2021
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 26 ottobre


web metrics