Un pugno di uomini per governare Wikipedia

Un messaggio email privato di un'amministratrice, reso pubblico, svela l'esistenza di un gruppo di "eletti" che privatamente decidono degli altri utenti dell'enciclopedia libera.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-12-2007]

Foto di Alexander Zhiltsov

La leggenda vuole che Wikipedia sia un luogo virtuale dove si collabora in armonia e trasparenza per rendere disponibile la conoscenza a tutti, dove i problemi vengono discussi in pubblico e dove ognuno può dire la propria.

Una email scritta da una (ormai ex) amministratrice di Wikipedia, Durova, ha però svelato una realtà piuttosto differente.

Costei premeva per il ban di un molto attivo - e perciò sospetto, secondo l'admin - utente di Wikipedia, dal curioso nickname "!!" (doppio punto esclamativo): la Durova lo considerava uno di quelli che tentano di sabotare dall'interno l'enciclopedia libera, scrivendo informazioni fuorvianti o inesatte così da screditarla.

Tutta la discussione sarebbe avvenuta in una mailing list segreta, accessibile solo a pochi amministratori che potevano così decidere delle sorti di Wikipedia lontano dalla folla degli utenti.

Proprio un amministratore però, pubblicando una email privata di Durova, ha portato alla luce questa realtà parallela, e The Register ha poi avuto il merito di diffondere la notizia, che in queste ore sta facendo discutere parecchi utenti di Wikipedia e non solo.

Ad aggiungersi alla scoperta di un "centro direzionale segreto" di quella che dovrebbe essere un'opera collaborativa che di segreti non ne ha, c'è il fatto che le accuse di Durova erano infondate, tanto da costringere l'amministratrice a dimettersi dal proprio incarico contestualmente alla rapida reintegrazione di "!!".

Secondo James Wales, cofondatore di Wikipedia, si tratterebbe però soltanto di "una tempesta in un bicchier d'acqua", dal momento che l'utente erroneamente bannato è stato riammesso in appena 75 minuti. D'altra parte, si sa che lo stesso Wales ha fatto di tutto per mettere a tacere ogni dicussione a proposito della mailing list segreta, riporta ancora The Register.

Che la situazione sia percepita come grave lo dimostrano le parole di Charles Ainswort, sempre riportate dal sito inglese: "Non ho mai visto la comunità Wikipedia tanto arrabbiata quanto in questo caso. Penso che ci fosse più rabbia nascosta e frustrazione con la "cricca che governa" di quel che credevo e il comportamento aggressivo di Durova e il suo rifiuto arrogante di assumere informazioni sufficienti l'abbia fatta uscire allo scoperto".

Il problema non è infatti l'esistenza di una mailing list di coordinamento tra amministratori, ma la sua segretezza e il conseguente comportamento dei pochi eletti: una situazione che in un progetto quale Wikipedia non avrebbe proprio dovuto esistere.

Tutta questa storia ha quindi fatto infuriare molti e aumentato il sospetto verso un'iniziativa comunque meritevole che però, di tanto in tanto, è già stata oggetto di critiche per una supposta mancanza di trasparenza e "democrazia".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (4)

massoneria in che senso? uno ha toppato a bloccare un utente, il blocco stato tolto quindi il problema stato risolto, e l'amminstraotre che ha sbagliato non pi amministraotre. In pi quell'ammisnitratore aveva mandato un'email privata ad alcune persone che conosceva per spiegare cosa ha fatto (non pu? tra l'altro non sappiamo... Leggi tutto
24-12-2007 00:34

la immaginavo una "massoneria" di wikipedia... :? basta leggere le news interne rirguardanti l'amministrazione delle voci, votazioni ecc... nn serviva questa email
23-12-2007 15:01

{Elan}
Wikipedia ha molti nemici: tutta una montatura? Leggi tutto
8-12-2007 17:16

{!!!}
L'anarchia non ha mai funzionato Leggi tutto
6-12-2007 10:35

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Se il telefonino generalmente personale, spesso il tablet condiviso in casa. E' cos?
Ho un tablet e lo uso solo io.
Ho un tablet e lo condivido con i miei familiari.
Non ho un tablet ma utilizzo quello di un mio familiare.
Non ho un tablet.

Mostra i risultati (1739 voti)
Dicembre 2019
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Omessa custodia del cellulare, sanzionata l'insegnante del post anti-Arma
Tutti gli Arretrati


web metrics