Il 95% delle mail è spam

Il rapporto annuale della Barracuda Networks presenta un quadro inquietante: solo 5 mail su cento sono legittime. Poco o niente è riuscita a fare la legislazione in materia.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-12-2007]

fotolia

Barracuda Networks ha rilasciato il proprio rapporto annuale sullo spam, e le conclusioni non sono molto confortanti.

Dal non molto lontano 2004, in cui lo spam già raggiungeva la ragguardevole proporzione del 70% sul totale delle mail spedite, si arriva a un 2007 in cui lo spam rappresenta la bellezza del 95% di tutte le e-mail spedite. In pratica, solo 5 mail su cento sono state utili o richieste.

Le preoccupazioni, però, non terminano qui. Secondo il rapporto, le mail spazzatura si vanno facendo sempre più sofisticate per sfuggire alla selva di filtri che cerca - con scarso successo, pare - di arginare il dilagante fenomeno: "la maggior parte delle mail di spam del 2007 utilizzavano tecniche di offuscamento dell'identità".

Nonostante quindi le pene previste per gli spammer si facciano in molti stati sempre più severe, ciò non basta per dissuaderli dalla loro attività. Probabilmente i guadagni sono tali da far sì che valga la pena rischiare anche la prigione: evidentemente c'è chi crede che le improbabili offerte che arrivano nella casella di posta elettronica siano degne di fiducia.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

In merito allo Spam sono state scritte centinaia di migliaia di articoli e non solo in lingua italiana. Mi limiterò a ripetere che lo spam è "furto di servizi" oltre che violazione di privacy e spazzatura NON richiesta. Dietro il 95 % delle mail di spam .... una piccola parte è solo spazzatura mentre la maggior parte dello... Leggi tutto
19-12-2007 23:11

Effettivamente gli amici che spammano smettono di considerarsi miei amici già dalla seconda volta... ma mi riferivo al fatto che mandano e-mail (anche sensate) inserendo cinquanta indirizzi in chiaro (compreso il tuo) che finiscono in mano a chiunque... Ma in effetti di questo si era parlato già altrove...
19-12-2007 21:16

se ne era già parlato, con me e Gateo e la conclusione che gli amici non spammano...eventualmente gli ex amici nel senso che alla seconda cavolata con inoltro di cavolate e indirizzi in chiaro di solito si offendono e non ci inseriscono più.. :wink: Leggi tutto
19-12-2007 20:13

Lo dici perché nella tua cerchia di amici non c'è Madvero... Comunque molti amici sono la causa prima dello spam: e mi riferisco agli indirizzi in chiaro inviati al mondo... Leggi tutto
18-12-2007 20:33

Secondo me il fenomeno dello spam viene spesso sopravvalutato in modo allarmistico. Ho diverse caselle di posta, ma per ricevere spam fastidioso (piu' di 1 o 2 mail al giorno) occorre mettere l'indirizzo su qualche sito pubblico e ben indicizzato (ovvero fare dell'autolesionismo puro...). Se l'indirizzo rimane nella cerchia di amici, lo... Leggi tutto
18-12-2007 11:25

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Come vedi il futuro dell'umanità, in ambito scientifico?
Il futuro è nella condivisione delle conoscenze. L'arroganza delle multinazionali nei confronti della proprietà intellettuale è solo il canto del cigno: infatti grazie alle tecnologie il sapere non potrà più essere detenuto da pochi potenti.
Per tutelare ricerche che richiedono investimenti cospicui, la proprietà intellettuale è uno strumento equo e ragionevole. Lo strapotere attuale della grande industria va solo limitato nel tempo ed emendato dagli aspetti più truci.
Lo scenario più probabile è un doppio binario tra scienza proprietaria e open source. La prima coprirà i settori che richiedono investimenti a lungo termine, la seconda quelli in cui la cooperazione raggiunge i risultati migliori.
Il potere si concentra dove c'è il denaro. Volenti, o nolenti, i big dell'economia mondiale si accaparreranno tutte le fonti di conoscenza, e sapranno farle fruttare a dovere, per il bene dell'umanità.

Mostra i risultati (1491 voti)
Febbraio 2021
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Minori su Tik Tok, accesso con Spid?
Il disastro tragicomico di Parler
Fregare Big Pharma con il vaccino
Alternative a WhatsApp
Tutti gli Arretrati


web metrics