La scimmia che muove il braccio robotico col pensiero

Un gruppo di scienziati ha realizzato la prima protesi che può essere mossa come una arto naturale direttamente dal cervello.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 29-05-2008]

La scimmia muove il braccio robotico pensando

Il team guidato da Andrew Schwarz, della Scuola di Medicina dell'Università di Pittsburgh, lavora su questo progetto da diversi anni: nel 2002 una scimmia era riuscita a far muovere le immagini tridimensionali di alcune sfere, riprodotte in un computer, tramite il pensiero.

Ora, un'altra scimmia è in grado di muovere un braccio robotico semplicemente pensando di muoverlo, analogamente a come fa con i suoi veri arti: è il primo passo concreto nella realizzazione di protesi che rispondono ai segnali del cervello.

"Usano un braccio motorizzato per raggiungere, afferrare e portare il cibo al volto", ha spiegato il professor Schwarz.

Nel cervello della scimmia sono stati impiantati dei microelettrodi; i segnali del cervello vengono amplificati e trasmessi a un computer che muove il braccio.

Per imparare a usare la protesi, le due scimmie usate per l'esperimento hanno impiegato tre giorni e stanno continuamente migliorando le loro capacità di controllo.

Il prossimo passo, ora, è di aggiungere al sistema un polso, così da rendere più naturale e al contempo più efficiente il movimento: quando le protesi potranno essere applicate a dei pazienti privi di arti, essi "avranno bisogno di usare le dita per migliorare la qualità della loro vita. Avranno bisogno di abbottonarsi la camicia e usare le cerniere e cose del genere", ha spiegato Schwarz.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La mano artificiale che fa ''sentire'' le dita

Commenti all'articolo (4)

Povera scimmia, che tristezza. Ogni tanto qualcuno riesce ad entrare di nascosto in certi laboratori che si servono di questi animali, e quello che viene fuori è orrore puro, altroché scienza. http://www.covancecruelty.com/photos.asp M.
3-6-2008 12:31

{utente anonimo}
gli elettrodi dove sono conficcati? Leggi tutto
1-6-2008 13:47

Gli impulsi, se non erro, sono impulsi elettrici....non esistono impulsi più o meno forti....la diversità sta nella frequenza degli impulsi....quindi probabilmente hanno trovato un codice nella frequenza degli impulsi e lo hanno usato per la costruzione del braccio bionico.... Ricky
30-5-2008 17:07

Indubbiamente si avvicina il concetto di uomo bionico. Mi resta una curiosità tecnica. La scimmia "pensa" di voler muovere il braccio..ma come viene "letto" ovvero "interpretato" l'impulso cerebrale? quindi...gli impulsi sono un linguaggio codificato che si può conoscere e riprodurre, e dunque... Leggi tutto
30-5-2008 16:52

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior vantaggio? (vedi anche gli svantaggi)
Sarà più comodo viaggiare: non dovremo preoccuparci di guidare e avremo più tempo libero a disposizione.
Potranno spostarsi in auto anche i non vedenti, gli invalidi o in generale le persone non più in grado di guidare.
Si risparmierà carburante grazie all'ottimizzazione: niente accelerazioni o frenate brusche, rispetto dei limiti di velocità e così via.
Con il Gps incorporato ci si smarrirà di meno e non sarà necessario consultare mappe o chiedere indicazioni.
Ci sarà maggiore sicurezza e meno incidenti: niente ubriachi al volante o anziani non più in grado di guidare. Zero distrazioni, zero stanchezza, zero errori del conducente (causa del 90% degli incidenti).
Ci sarà meno traffico: potremo più facilmente condividere un'auto in car sharing che ci venga a prendere e ci porti dove desideriamo andare, trovando parcheggio da sola o rimettendosi a disposizione della comunità.
La casta dei tassisti non avrà più ragione di esistere e sarà finalmente azzerata.

Mostra i risultati (1672 voti)
Settembre 2020
Attacco ransomware mette in ginocchio Luxottica
Ransomware blocca ospedale, muore una paziente
Veicolo autonomo investe e uccide; guidatore accusato di omicidio colposo
Il bug più serio mai scoperto in Windows
Bug in Immuni vanifica l'efficacia dell'app
Facebook ti paga se disattivi l'account
Amazon cancella 20.000 recensioni fake
Samsung brevetta lo smartphone completamente trasparente
L'app che abilita il God Mode in Windows 10
Intel, i Core di undicesima generazione sorpassano Amd
Windows 10 e il bug che deframmenta di continuo gli Ssd
Agosto 2020
Windows 10 rimuoverà automaticamente le app meno utilizzate
Malware negli smartphone a basso costo ruba dati e denaro
Duplicare una chiave col microfono dello smartphone
Chrome, Url troncati per combattere il phishing
Tutti gli Arretrati


web metrics