Microsoft: "Apple Tax" per chi passa a Mac

Secondo i vertici di Redmond, chi lascia Windows finisce per spendere molto di più in "tasse tecnologiche" per potere avere la stessa esperienza che aveva gratis su Pc.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-10-2008]

Apple Tax tassa Mac Brad Brooks 800 dollari

Oggi, martedì 14 ottobre, è il giorno atteso da tutti quelli rimasti affascinati dall'annuncio di un MacBook a prezzo contenuto, almeno per gli standard di Apple: solo 800 dollari.

Se il prezzo elevato dei prodotti della Mela ha finora fermato molti che pure avrebbero voluto provare questo nuovo mondo, l'arrivo di computer a prezzi abbordabili potrebbe portare a una crescita considerevole delle vendite per la Casa di Cupertino. E, di riflesso, qualche guaio per Microsoft.

Ecco perché da Redmond si sono mossi con un certo anticipo e, tramite il vicepresidente Brad Brooks, si sono preoccupati di mettere in guardia gli utenti tentati dal tradimento: passare a un sistema Apple, quand'anche si spenda poco sul momento, porta con sé dei costi occulti che non lo rendono conveniente.

Brooks, in un'intervista rilasciata a Cnet, ha parlato esplicitamente di una Apple Tax o Mac Tax: una Tassa Apple che gli utenti passati alla Mela sarebbero costretti a pagare come conseguenza delle proprie improvvide scelte.

Il motivo di questo costo extra è la necessità di essere compatibili con il mondo Windows, dal quale nessun utente riuscirebbe a stare lontano senza sentire un moto di nostalgia.

Chi vuole personalizzare il proprio computer Macintosh (anziché limitarsi ai colori standard: nero, bianco o argento) deve pagare, dice Brooks; chi vuole "lo stesso tipo di esperienza con le applicazioni" che provava sotto Windows deve pagare; chi vuole aggiornare l'hardware del proprio sistema deve pagare, sempre che sia possibile: "l'unica macchina che è davvero aggiornabile è il Mac Pro, nella versione da 2.800 dollari".

E poi, "se volete lo stesso tipo di applicazioni sul vostro Mac dovrete acquistare molti software e non avrete Microsoft Outlook, né i giochi. C'è anche una tassa tecnologica, che comprende la mancanza dell'Hdmi, del Blu-Ray e dell'e-Sata".

Infine, sebbene Apple vi attiri e vi abbagli dicendo che potete installare anche Windows e Office sui suoi computer, dovete comunque "pagare un'altra tassa, che comprende il costo di Windows e Office. Con i Pc potete avere tutto questo insieme a un lettore Blu-Ray e per soli 800 dollari".

Perché dunque comprare un Macintosh quando, per avere la stessa irrinunciabile esperienza che si ha sotto Windows, occorre spendere molto di più rispetto all'acquisto di un Pc Dell o Hp, che già contiene tutto e costa meno?

Qualche sovversivo dice che se uno compra un Macintosh è proprio per non rifare le stesse esperienze che ha avuto con Windows; ma lo dice piano, perché turbare un simile cieco entusiasmo è quasi un delitto.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 11)

Eh, ma tu non fai il pragone (???) fatto dalla Microsoft. Microsoft, in questo caso e in altri precedenti (ad es. la famosa campagna "get the facts)", non paragona il passare a (o inziare direttamente da) Mac con il passare a (o inziare direttamente da) Windows, ma il passare a Mac (o Linux o ecc. ecc.) e il restare con... Leggi tutto
20-10-2008 09:24

B conosco qualche ditta (di grafica) che decise di passare al Windows per avere dei risparmi .... Mi hanno assicurato che la produttivit in costante diminuzione (ma i dipendenti sgobbano uguale) e i costi (soft -hard) sono saliti vertiginosamente, inoltre sui bilanci comparsa una voci nuove relative al danno. Ovviamente, pian... Leggi tutto
20-10-2008 02:04

molto opinabile "c' sempre": io conosco casi dove prima c'era Apple e poi sono giunti i PC per i ... :?: Per non parlare delle scuole di lingua italiana dell'Alto Adige, dove risparmiano una barca di soldi (di tutti noi) essendo passati a Linux da tempo. E facendo risparmiare una barca di soldi alle famiglie che non devono... Leggi tutto
19-10-2008 12:38

Microsoft alla frutta Leggi tutto
15-10-2008 16:02

:sbonk: alla Microsoft non hanno proprio pudore! MA CHI VI VUOLE !!!??? ma chi quel folle che esce da Windows per ritrovare Windows ? ma fatemi il piacere! :malol: Leggi tutto
15-10-2008 11:21

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual l'ambiente Linux che preferisci?
Gnome
Kde
Unity
Xfce
Lxde
Cinnamon
Mate
Un altro
Non uso Linux

Mostra i risultati (5335 voti)
Dicembre 2021
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 6 dicembre


web metrics